IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

Seguici su:    
 
Reply to this topicStart new topic
> [RECENSIONE]50 Classic Games 3D
Virpe
messaggio Friday 29 March 2013 - 21:58
Messaggio #1

Guru GBA/NDS
Gruppo icone

Gruppo: Banned
Messaggi: 5.523
Iscritto il: Mon 27 July 2009 - 15:23
Utente Nr.: 39.209
Feedback: 8 (100%)




Uno dei giochi più famosi e divertenti per Nintendo DS era 42 Classici Senza Tempo, il quale racchiudeva 42 giochi tra i classici più famosi di carte, board e rompicapo. Da quel momento, numerosi sono stati i tentativi da parte delle altre software house di imitare il successo del gioco, molto spesso cadendo nella più marcia mediocrità di developers che hanno guardato più alla quantità che alla qualità. Su Nintendo 3DS c'è ancora qualcuno che tenta di adoperare la stessa formula. In questi giorni, sull'eShop è spuntato questo gioco: 50 Classic Games.



Il trailer sembra molto appetitoso: 50 giochi classici divisi tra quelli di carte, da tavolo, d'azione e puzzle. Tutto questo per 5 euro. Cosa potrebbe andare storto?
Prima di iniziare, è giusto fare una premessa: questo non è un gioco nuovo, bensì una versione digitale di un gioco retail uscito in Europa un anno fa per 34,99 €. La cover della recensione fa parte del gioco retail, il quale non appare nella sezione Retail dello shop digitale, ma nel 3DSWare. Sono tutti segni che non promettono nulla di buono, specialmente un price-cut così corposo, ma è giusto dare una possibilità al titolo senza partire già con pregiudizi.

All'avvio del gioco ci dà il benvenuto la schermata di scelta della lingua. Dopodiché ci viene chiesto di creare un profilo, infine ci ritroveremo al menù principale del gioco. Come sospettato, i controlli della croce direzionale non funzionano, ma la curiosamente i pulsanti A e B riescono ad entrare nei giochi, nonostante non si possa selezionare nulla senza lo stilo.
Il Menù di gioco è composto da 4 categorie: giochi da tavolo, giochi di carte, azione e puzzle. E qui iniziano le prime delusioni: alcuni dei giochi non sono altro che varianti di uno stesso gioco, ma divisi e aggiunti alla lista dei giochi disponibili senza motivo. Ad esempio, ci sono tre giochi di dadi, due di tris e due di Backgammon, questo solo nella prima categoria. Sembrerebbe quasi un espediente per arrivare alla soglia dei 50 giochi promessi più velocemente, guardando, come sempre, la quantità prima della qualità. Confesso però che è la prima volta che vedo qualcuno che lo faccia in una maniera così subdola!
In generale, la grafica dei giochi si rileva molto scarna e poco curata, degna di programmi amatoriali per PC sviluppati ad inizio millennio. L'audio non è da meno, sia la musica che gli effetti sonori. Si rileva tutto molto dozzinale e poco curato. L'effetto 3D è pressoché inutile perché i giochi vengono giocati sullo schermo inferiore.
Ma il profilo creato all'inizio del gioco a cosa serve? Solo a segnare i giochi già giocati e quelli giocati frequentemente, that's all. Niente salvataggi all'interno delle partite, niente leaderboards, niente partite online, niente di niente. Le funzionalità sono ridotte all'osso, così come tutto il resto. Addirittura, quando si seleziona un gioco, si viene immediatamente catapultati in esso, senza conferme o altro. Se si sta per giocare ad un gioco con un tempo limite bisogna essere preparati fin da subito!


La lista dei giochi:

» Clicca per leggere lo Spoiler! «
GIOCHI DA TAVOLO

8 Regine
In questo "classico da tavolo" bisogna posizionare 8 regine sulla scacchiera, in modo che nessuna si trovi nella posizione di mangiare l'altra. Valgono le regole degli scacchi. Sì, una volta trovata la soluzione è pressoché inutile giocare di nuovo.
Addizioni
Abbiamo un numero, nello schermo superiore, e una griglia di numeri, nello schermo inferiore. Dobbiamo selezionare i numeri nella griglia che formino la somma del numero sovrastante. Il punteggio viene dato a seconda della velocità e lo schermo superiore è come se mi urlasse "pigrizia".
Backgammon
Un classico. Il gioco è molto basilare e viene rovinato dalle pedine microscopiche che risultano difficili da usare col touchscreen. Niente scelta della difficoltà.
Combinazione a dadi
Si lanciano i dadi e si segna cosa si ha fatto, poi si associa il punteggio. Si gioca con un altro CPU. Ancora, niente scelta della difficoltà né numero di giocatori.
Dadi da Casinò
Una specie di roulette, ma al posto della pallina si tirano i dadi. Si inizia con 1500 crediti e si può scommettere su numeri da 1 a 12, fino a 500 crediti.
Dama Coreana
Chi non ha mai giocato questo classico? Come la Dama Cinese, bisogna andare dall'altra parte del campo con le proprie pedine, muovendosi in diagonale. Niente scelta della difficoltà.
Diecimila
Si lanciano i dadi e si vede che tipo di punteggio si è fatto. Praticamente uguale a "Combinazione a dadi". Si gioca in due, niente selezione difficoltà.
Haima-Solitario
32 pallini disposti a forma di croce. Bisogna eliminarli "mangiandoli" come a dama il più presto possibile, e se ne rimane qualcuno la partita è persa. Dovevo dirlo io perché il gioco non fa distinzione tra vittoria e sconfitta.
Mahjong
Il primo gioco della lista che ha livelli, per l'esattezza 300. Come Backgammon, il gioco è molto basilare ma nel complesso funziona. Ancora, le pedine sono minuscole e giocarci su un 3DS normale risulterà difficoltoso. L'immagina nello schermo superiore è un fiore rosso che non cambia mai, e non è 3D.
Mancala
Variante del Backgammon, con i sassolini. I controlli risultano più umani, ma neanche qui c'è una selezione di difficoltà.
Roulette
Classica Roulette. Nello schermo superiore c'è la roulette, mentre nello schermo inferiore si può scommettere. La pallina ci mette un'eternità a scendere sul numero ogni volta e non si può scommettere più di 500 crediti.
Scacchi
Incredibilmente, ci viene data la possibilità di scegliere una difficoltà tra facile, medio e difficile. Non c'è indicazione che la CPU sta pensando o la scelta di colori tra bianco e nero, si userà sempre il bianco.
Tris
Quello che tutti giocavamo tra i banchi di scuola alle medie perché per gli insegnanti era ok! Qui però si gioca con delle brutte formine in 3D e la CPU è troppo forte. Non ci starebbe da lamentarsi, ma viste le limitazioni di questo gioco una selezione di difficoltà ci stava tutta.
Tris 3D
Una variante del Tris normale, con 3 tavole che interagiscono tra loro. Vale la stessa regola del primo, riguardo la difficoltà, che qui si riduce a "vince chi gioca per primo".

GIOCHI DI CARTE

Black Jack
Ci viene data la possibilità di giocare contro 1, 2 o 3 avversari. Si inizia con 1500 crediti e vince chi rimane al tavolo. I modelli 3D dei giocatori sembrano i manichini usati negli empori d'abbigliamento durante i saldi.
Freecell
Nel tempo limite di un'ora dobbiamo lottare contro il touchscreen per permetterci di selezionare le carte, che questa volta per motivi di spazio sono piccole come formiche. Nello schermo superiore è presente un ingrandimento delle slot dove andranno le carte scartate.
Hearts
Come i computer dell'era Windows 95, Hearts è un gioco di carte dove si gioca per forza in 4 e si cerca di fare meno punti possibili per vincere. Era presente in 42 Classici Senza Tempo, ma lì non era stata fatta la scelta infelice di dare una carta alla volta a tutti e 4 i giocatori, facendo durare gli inizi un'eternità. I modelli 3D delle carte che si vedono nello schermo superiore sono abominevoli.
Mau-Mau
Un altro classico che tutti avranno sicuramente giocato nella loro infanzia, Mau-Mau ha le stesse meccaniche del gioco dell'Uno, tranne il fattore divertimento.
Omaha Hold'Em Poker
Chiamato anche "Poker Tradizionale", è un semplice poker a 4 carte. Si può scegliere se giocae con 1, 2 o 3 avversari.
Solitario Klondike
Classico solitario Windows, dove si può decidere se pescare una o tre carte alla volta. Come in Freecell, si ha un tempo limite di un'ora.
Texas Hold'Em Poker
Stesse regole per gli altri poker. Un classico.

AZIONE

Air Hockey
L'Hockey che si trova nei bar che non vogliono mollare gli anni '80. Stranamente divertente e con controlli fluidi, rovinato dal fatto che, come sempre, non si può scegliere la difficoltà.
Allenamento di Tennis
In questa brutta versione di Pong bisogna colpire 100 palle che arrivano verso di noi e abbiamo 4 possibilità di sbagliare.
Bolle di Fuoco
Un clone orripilante di Puzzle Bobble, con "ben" 10 livelli di gioco. Notare l'eccellente traduzione italiana che traduce la prossima palla da sparare come "Successiv".
Freccette
Gioco delle freccette dove si può selezionare la difficoltà e basta. Si comincia con 301 punti e chi arriva per primo a 0 vince. Si gioca solo in 2, e i controlli sono anche qui molto scoordinati.
Gioco delle Conchiglie
Detto anche "carta vince carta perde", per gli italiani che frequentano cattivi marciapiedi. Bisogna indovinare che conchiglia ha la perla, scommettendo.
Identico
Vecchio gioco per palmari dove si eliminano le palline che si trovano nella stessa posizione. Solo tre tipi di palline.
Match 3
E poteva mancare un clone di Bejeweled? Si può scegliere la difficoltà e si ha 5 minuti di tempo per riempire i cilindri dello schermo superiore, che rappresentano i diversi colori delle palline che si andranno a far esplodere.
Pescatore!
Gioco dove si utilizza la croce direzionale e i tasti ABXY. Nello schermo inferiore è presente la pulsantiera e si dovrà premere a seconda di dove appare il pesce viola, ma se appare un pesce verde non bisogna premere altrimenti si perde una vita. Nello schermo superiore è presente un'immagine gentilmente fornita da Paint, che di 3D ha solo le bolle che salgono.
Slot Machine
Una scarnissima slot machine vecchio stampo. I premi sono bassi e c'è poca scelta.
Tennis
Un brutto clone di Pong, ma versatile quanto Air Hockey.

PUZZLE

9x9
Bisogna formare la figura dello schermo superiore spostando le righe dello schermo inferiore. Questo è uno dei pochi rompicapo degni di chiamarsi così, ma i tasti incredibilmente piccoli e la scarsità dei livelli (cinque) lo rende mediocre come tutto il resto.
Angoli
Si tracciano dei quadrati in modo che gli angoli abbiano lo stesso colore. Anche qui la vastità dei livelli è incredibile: ce ne sono (ben) nove.
Battaglia Navale
Una versione molto economica del classico gioco da tavolo. In una griglia 6x10 bisogna mettere 4 navi e sfidarsi con la CPU. Anche qui, nessun segno di scelta della difficoltà.
Fiammiferi
Il gioco che si fa durante le cene di matrimonio quando tutti sono sotto l'effetto del vino. Rompicapo molto interessante e creativo, che chiede la soluzione ad operazioni matematiche e geometriche muovendo dei fiammiferi, rovinata dai controlli molto più imperdonabili del solito e dalla troppa vastità dei livelli (dieci).
Le Torri di Hanoi
Classico gioco della Chicco dove abbiamo una torre di sassi e dobbiamo spostarla sulla terza pedana, spostando solo un sasso alla volta. I livelli sono solo cinque, ma bastano e avanzano per capire quanto sia facile il gioco e quanto sia stato inutile portarlo su console.
Magazzino
Clone di Sokoban, con la differenza che i livelli sono solo 20 e tutto è messo in diagonale, confondendo molto le idee del giocatore.
Magic Square
Un puzzle, ma bisogna spostare i pezzi uno alla volta. Lo stesso gioco che era famoso negli anni '80, ma con i numeri. Qui ci sono 20 immagini e tre livelli di difficoltà.
Memo
Gioco del Memory, ma non si può scegliere la quantità delle carte a disposizione.
Nim
Ci sono delle biglie sul campo e bisogna prenderle tutte, a turno, e chi rimane con una biglia alla fine ha perso. Un altro gioco stile "il primo che gioca ha vinto".
Puzzle
Stessa cosa del Magic Square, ma più classico.
Puzzle a quadrati
Stessa cosa del Puzzle, ma più stupido.
Puzzle a scambio
Stessa cosa del Magic Square, 1:1.
Puzzle a scivolamento 1
Puzzle a scivolamento 2
Puzzle a scivolamento 3

Tutte varianti del Magic Square.
Puzzle a strisce
Stessa cosa del Puzzle, ma a strisce. Non ci sono commenti.
Sudoku
Versione molto basilare del Sudoku, dove non appaiono neanche i livelli.
Tangram
Si montano dei pezzi nello schermo inferiore per creare la figura dello schermo superiore. 20 livelli.
Trova le differenze
14 immagini dove si trovano le differenze, da schermo superiore a schermo inferiore.


Una nota particolare: mentre giocavo a Solitario ho chiuso la console e ho risposto al telefono. Alla riapertura i comandi non rispondevano più e il tasto Home non dava segni di vita, quindi ho dovuto forzare lo spegnimento. Oltre ad essere fatto male a livello di gioco lo è anche di programmazione.

Gameplay: 4
Molti dei giochi a disposizione sono noiosi a prescindere, ma qualcuno si riesce a salvare, come il sempreverde gioco degli scacchi e i puzzle, benché scarsi di livelli. Tuttavia, in un gioco che promette "1300 livelli di infinito divertimento" sono imperdonabili lacune del genere. Non si becca lo zero per i veri classici che sono presenti, e perché sono anche presenti le istruzioni dei giochi, ma mettere 8 volte lo stesso gioco (Puzzle) e poi chiamarlo 50 Classic Games è pubblicità ingannevole.
Controlli: 5
Talvolta i comandi dal touchscreen si muovono a fatica. Non aiuta il fatto che, su 3DS normale, molti giochi hanno le carte e i pulsanti troppo piccoli.
Audio: 2
Dozzinale e fastidioso. Il peggiore che abbia mai sentito in un gioco del genere. Non si becca lo zero spaccato perché fortunatamente si può levare.
Grafica: 4
Così come l'audio, la grafica si presenta dozzinale e fastidiosa. Meglio dell'audio perché non è troppo fastidiosa da farti smettere di giocare, ma poco ci manca.
Longevità: 5
Nonostante abbiano fatto di tutto per allungare il brodo, in una giornata si può tranquillamente giocare a tutto. Solo in alcuni giochi sono presenti dei livelli, solitamente molto pochi.

TOTALE: 3/10

Conclusione

Quante volte avete sentito di utenti lamentarsi nel web di giochi talmente brutti da sembrar d'essere fatti in fretta e furia e in meno di una settimana? Questa è la sensazione principale che 50 Classic Games dà. Perché non solo non si tratta di 50 giochi classici, né di 50 giochi differenti, in alcuni casi neanche di veri e propri giochi, ma l'insieme di tutto dà troppo la sensazione di lavoro frettoloso e poco curato, per questo ho deciso di togliere un punto dalla valutazione complessiva. Questo è un brutto gioco, e lo spaventoso price-cut non ne giustifica l'acquisto. Non è neanche un gioco divertente da prendere in giro come poteva esserlo Action 52 o Big Rigs, ma è qualcosa che assolutamente non va supportato in nessun modo. Sembrava il risultato di uno di quei scarnissimi homebrew beta che nell'era hacking del DS popolavano il web, ed è inconcepibile che un gioco del genere fosse venduto in retail fino alla sua apparizione nell'eShop.


--------------------
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
frankbel
messaggio Friday 29 March 2013 - 22:56
Messaggio #2

Guru GBA/NDS
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 5.021
Iscritto il: Fri 12 March 2004 - 00:53
Da: Messina - Reggio Calabria
Utente Nr.: 237
Feedback: 1 (100%)

Codice Amico:
4382-2014-9234



La Torre di Hanoi (e non Hanai) è un rompicapo matematico del 1800 mica un gioco della Chicco (cmq diverse case di giocattoli lo propongono).
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Virpe
messaggio Friday 29 March 2013 - 22:59
Messaggio #3

Guru GBA/NDS
Gruppo icone

Gruppo: Banned
Messaggi: 5.523
Iscritto il: Mon 27 July 2009 - 15:23
Utente Nr.: 39.209
Feedback: 8 (100%)




Lo so, ma ho usato molta ironia e sarcasmo nella descrizione dei giochi tongue.gif se noti ho fatto i complimenti per l'incredibile numero di livelli a quasi tutti i giochi che li avevano, quando solo Mahjong ne aveva un numero decente.
Corretto il titolo!

Messaggio modificato da Virpe il Friday 29 March 2013 - 23:00


--------------------
 Go to the top of the page
 
+Quote Post

Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: Fri 24 May 2019- 09:51

.: GBArl.it :. Copyright © 2003-2015, All Rights Reserved.
Loghi, documenti e immagini contenuti in questo Sito appartengono ai rispettivi proprietari,
e sono resi pubblici sotto licenza Creative Commons

Creative Commons License
.::.