IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

Seguici su:    
 
Closed TopicStart new topic
> [Recensione] CycloDS iEvolution
Gid
messaggio Friday 4 February 2011 - 00:13
Messaggio #1

Cool cool cool.
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 11.738
Iscritto il: Tue 7 August 2007 - 23:58
Da: Pescara
Utente Nr.: 20.432
Feedback: 6 (100%)

Codice Amico:
1633-4229-1407



CycloDS iEvolution




Link utili
Sito ufficiale: http://www.cyclopsds.com/
Forum di supporto: http://www.teamcyclops.com/forum/

I nostri ringraziamenti vanno al Team Cyclops per averci fornito il sample utilizzato per la recensione.

Arrivati ormai quasi alla fine dell'era Nintendo DS (e con il colosso 3DS sempre più vicino), il panorama flashcard per la console Nintendo a due schermi vanta numerosissimi esemplari adatti alle più svariate necessità dell'acquirente finale. Un vero e proprio boom per la scena flashcard fu quello occorso durante il passaggio dai primi due modelli di DS, Ciccio e Lite, al Nintendo DSi, che come molti dei lettori sapranno portò con sè varie migliorie dal punto di vista hardware e software, tanto che anche a causa della serrata politica Nintendo anti-pirateria fu necessario produrre e distribuire nuove card appositamente adibite per essere utilizzate sul nuovo restyle (tra cui purtroppo anche le miriadi di cloni e fake R4, ancora ad oggi perfetti soprammobili ma pessime flashcard).

Proprio quando ormai non sembrava esserci molto altro da aggiungere nel panorama DS grazie anche a dispositivi come la completissima SuperCard DSTWO, il Team Cyclops autore di una delle migliori flashcard per Nintendo DS (parliamo ovviamente della CycloDS Evolution) decise durante la fine del 2010 di annunciare l'ultimo stadio dell'evoluzione dei suoi prodotti sbarcando ufficialmente nella scena DSi con la CycloDS iEvolution. Ancora una volta, dopo quasi 4 anni dal lancio della Evolution, i ragazzi del Team Cyclops cercano quindi di rivoluzionare l'esperienza di gioco introducendo per primi la possibilità di fare libero uso della DSi Mode, cioè quella speciale modalità avviata solo in presenza di giochi DSi-only (o di speciali funzioni DSi, presenti anche nei giochi ibridi) che sfrutta feature come l'aumento di RAM, la maggior velocità della CPU e molto altro, il tutto garantendo la serietà e efficenza ben tangibile dai possessori di CycloDS Evolution. Siamo quindi di fronte ad una nuova frontiera nel panorama flashcard DSi? Il team sarà riuscito a mantenere le alte aspettative creatasi nel corso dei mesi? Terminiamo subito qui con le domande e tuffiamoci in un'accurata disamina su ciò che questa card ha da offrirci!

Introduzione & Caratteristiche


Dopo l'annuncio avvenuto nel corso di Novembre 2010 e in seguito a un modesto numero di slittamenti (la card doveva inizialmente essere in vendita già per metà Dicembre, un ritardo del tutto indolore in confronto a quello della OpenPandora), finalmente i primi sample della CycloDS iEvolution sono stati distribuiti, in attesa della produzione degli stock diretti al pubblico: sin dal primo contatto con la confezione la sensazione è quella di trovarsi di fronte ad un modello di Evolution per DS Ciccio e Lite, a partire dalla ormai famosa custodia metallica e passando per il sobrio design della card, sino ad arrivare alla lista della funzionalità rilasciata dal produttore, ben impressa sul retro della confezione.



Prima di passare all'analisi vera e propria flashcard alla mano, spendiamo quindi come di consueto due parole su ciò che la iEvolution ha da offrirci, tramite le caratteristiche rilasciate dal produttore:

CITAZIONE
  • The first and only device to operate in DSi mode, unlocking various DSi specific features such such as dual cameras, faster CPU speed, additional RAM, improved WiFi support and more
  • Advanced DSi mode compatibility layer, allowing both standard NDS titles and older "DSi unaware" homebrew software to operate in DSi mode while enjoying the inherent performance advantages
  • User friendly, skinnable, feature rich user interface supporting advanced features such as bookmarks, cheat codes and file management
  • 100% game compatibility, supports clean ROM's
  • RealTime Save, allowing you to save and restore the state of gameplay at any time
  • Stealth Mode which enables the use of anti-tamper protected games
  • In-game text reader, allowing you to view FAQ’s and guides at any time during gameplay
  • Full NDS download play support, including problem games such as Mario Kart DS
  • Wii connectivity in games such as Pokemon Diamond/Pearl is supported
  • Homebrew soft reset, allowing you to reset back to the iEvolution GUI from almost any homebrew software with a simple button combination
  • Battery saving function which allows you to enjoy your handheld for longer between charges
  • Action Replay compatible cheat code engine, comes bundled with cheat codes for over 330 games!
  • Uses MicroSD card, both FAT16 and FAT32 supported
  • Supports the MicroSDHC specification, allowing for high capacity memory cards
  • Save type is automatically detected, no need for a save type database
  • Save directly to MicroSD rather than onboard flash
  • Multi-lingual user interface
  • "Enhanced Mode" which provides powerful, unique features during game play. Enhanced features are activated through an in-game menu. Enhanced mode features include:
    - RealTime Save which allows you to save and restore the state of gameplay at any time
    - In-game text reader
    - Adjust LCD brightness during game play
    - SlowMotion mode which can be used to slow down game play to make fast paced action sequences easier to master
    - Return to iEvolution Menu (aka soft reset)
  • Excellent homebrew compatibility with DLDI auto-patching
  • Autoboot mode which when activated will directly boot into the last ROM or homebrew application executed
  • Moonshell included to provide media playing functionality, soft-reset is supported
  • Gameboy Advance software support with GBA ROM auto-patching (NDS/DSLite only)
  • PassMe function (boot from slot 2) (NDS/DSLite only)
  • Supports rumble and memory expansions (NDS/DSLite only)


Ad un primo sguardo e osservando la card dall'esterno potrebbe sembrare di trovarsi di fronte a ben poco di nuovo: funzioni come la connettività tra DS e Nintendo Wii per i titoli supportati, la possibilità di usare microSDHC sino a 32GB, il sistema operativo presente in numerose lingue (ovviamente italiano compreso), il supporto al Download Play, la presenza del Real Time Save così come della modalità Slow Motion e molto altro sono ormai una prerogativa dei prodotti del Team Cyclops per Nintendo DS, tutte vero fiore all'occhiello della CycloDS Evolution e di conseguenza una presenza quasi obbligatoria in questa nuova card.
Discorso diverso per la disponibilità di una memory on-board da 8 Megabit (quella presente sulla Evolution ne ha soli 2) e tutta una serie di feature introdotte tramite una nuova GUI, inizialmente creata proprio in occasione della iEvolution ma recentemente distribuita in versione stabile anche per la CycloDS classica, grazie al firmware 2.0.
A differenza della particolare SuperCard DSTWO, che monta una seconda CPU integrata nell'hardware stesso della flashcard, il Team Cyclops ha deciso inoltre di battere una strada ancora inesplorata, e cioè quella della DSi Mode: come già brevemente accennato essa permette di appoggiarsi direttamente all'hardware extra presente su qualunque modello di DSi e DSi XL. Ciò apre quindi le porte ad un forte numero di funzionalità e rende possibile l'utilizzo non solo di una RAM più potente e una maggiore velocità di CPU ma anche dello slot SD e delle fotocamere, il tutto a piena disposizione per software amatoriali e funzioni multimediali. Per concludere, già dal lancio della flashcard è possibile fare uso delle funzioni DSi per i giochi ibridi (i cosidetti titoli DSi enhanced, normalmente utilizzabili anche su Ciccio e Lite ma che dispongono di funzioni esclusive per DSi), previa corretto dumping dalla propria cartuccia. Queste sono solo alcune delle capacità di utilizzo della DSi Mode, che a conti fatti rappresenta una vera e propria rivoluzione nella scena DS vista l'incapacità (almeno nel momento in cui viene scritta questa recensione) da parte di qualunque altra flashcard di potervi accedere.

Cos'altro aggiungere in questa breve introduzione? A ben vedere le potenzialità della flashcard sono senz'altro presenti, rimane solo da accertarsi che l'esperienza di gioco con una CycloDS iEvolution sia altrettanto valida.
Particolare menzione da fare è infine quella sull'ancora acerba esplorazione della DSi Mode, che essendo una vera e propria novità nel panorama DSi è ancora in fase di sviluppo e testing da parte dello stesso Team Cyclops (e quindi soggetta ad eventuali bug e prestazioni non ancora al massimo delle potenzialità). Nel corso della recensione sarà dunque presente un'intera sezione dedicata alla modalità DSi con vari testing effettuati utilizzando parte del materiale ad oggi disponibile, nel tentativo di tirare le prime somme su questa nuova frontiera dell'hacking DSi: senz'altri indugi spolveriamo quindi il tavolo da lavoro e entriamo nel vivo della recensione.


--------------------
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Gid
messaggio Friday 4 February 2011 - 00:15
Messaggio #2

Cool cool cool.
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 11.738
Iscritto il: Tue 7 August 2007 - 23:58
Da: Pescara
Utente Nr.: 20.432
Feedback: 6 (100%)

Codice Amico:
1633-4229-1407



Primo Contatto




Finalmente ci siamo: aperto con cura (ma anche un pizzico di esaltazione, c'è da ammetterlo) il plico FedEx troviamo al suo interno un involucro di carta a bolle che protegge la confezione della iEvolution. Anche in seguito all'apertura del solo pacchetto FedEx sono state subito ben chiare le dimensioni della scatola contenente il kit d'utilizzo, ancora una volta di minime dimensioni e molto compatto, così come fu per la CycloDS Evolution.



Come da tradizione la confezione dei prodotti CycloDS si presenta come una piccola scatola metallica dallo stile molto semplice ma d'effetto, al contrario dei soliti package disponibili per la stragrande maggioranza della concorrenza (se non tutta) che si affida a "semplici" confezioni cartonate. Già ad un primo sguardo si ha quindi la sensazione di trovarsi di fronte ad un prodotto di qualità e realizzato con cura, il che non è di certo poco trattandosi pur sempre di un dispositivo di hacking amatoriale.
La parte frontale della scatola non sfoggia nient'altro che il logo della CycloDS iEvolution, una rivisitazione dell'illustrazione ormai famosa che rappresenta l'evoluzione dell'uomo: questa volta tuttavia l'ultimo stadio è rappresentato dalla lettera "i", simbolo del Nintendo DSi così come di tutte quelle flashcard per essa concepite. In tal caso la lettera assume tuttavia un significato ancora maggiore, vista la peculiarità della card di poter aprire nuove porte verso l'utilizzo amatoriale della console Nintendo DSi.
Anche sul retro della confezione è presente giusto lo stretto necessario per presentare la card; nella parte centrale è impressa una versione stringata delle feature list già presentata in sede di recensione, per terminare con un link al sito ufficiale dove ottenere supporto, informazioni e, cosa ancora più importante, i file necessari per l'avvio della card (che come vedremo a breve dovranno essere per forza reperiti online già al primo utilizzo della iEvolution).
Ah, non dimentichiamoci infine nella parte alta il reminder per quanto riguarda la possibilità di utilizzo della card sui vari modelli di DS, che come i più navigati sapranno è confermata per tutte le quattro versioni uscite.



Apriamo quindi la scatola e togliamo il sottile velo poliuretanico per poter osservare il contenuto del kit speditoci, costituito dalla flashcard, dal microSD reader e dall'updater dongle (da una curiosa forma circolare), quest'ultimo indispensabile per aggiornare il bootstrap della card e sul quale spenderemo due parole più tardi. Anche questa volta la confezione non contiene manuali di istruzioni o eventuali CD con su il materiale di utilizzo; il primo è infatti disponibile in formato digitale sul sito ufficiale (in particolare, la prima versione del manuale per la iEvolution è uscita proprio recentemente ed è disponibile QUI) mentre il secondo non è presente per una motivazione ben precisa legata a manovre di precauzione contro l'illegalità della card: come è ormai risaputo tutte le flashcard compatibili con DSi e DSi XL utilizzano una fake signature per poter superare il check del firmware ufficiale installato sul Nintendo DSi, utilizzando apertamente materiale coperto da copyright. A differenza delle flashcard concorrenti che vengono vendute con il firmware già pre-installato, per evitare spiacevoli inconvenienti il Team Cyclops ha deciso di mettere in commercio la card completamente vuota, tanto che provando ad inserirla in un DS (di qualunque modello esso sia) appena tolta dalla scatola essa non verrà rilevata in alcun modo dalla console. E' quindi indispensabile collegarsi al sito ufficiale per mettere mano ai file necessari al fine del primo avvio della card, procedura sulla quale ci soffermeremo nella sezione seguente.





Andiamo ad analizzare subito con molta brevità l'oggetto più problematico tra quelli presenti nella confezione, difetto che purtroppo è stato ereditato dalle passate revisioni di CycloDS Evolution (non che sia estremamente importante in fin dei conti, per nostra fortuna): il lettore di microSD.
Identico in tutto e per tutto a quello fornito con le passate flashcard Cyclops il reader ha una forma a pendrive e supporta lo standard 2.0, inoltre una volta inserita la microSD essa sporgerà leggermente dal lato esterno, come è possibile vedere in foto. Purtroppo non abbiamo avuto grandi possibilità di constatarne il funzionamento causa frequenti difficoltà di riconoscimento del lettore stesso sui nostri PC, il che è già indice della qualità del reader: più volte esso non è stato rilevato da varie porte USB, e anche in caso di rilevamento sono stati incontrati occasionali problemi con la gestione dei dati. Il nostro consiglio è ovviamente il solito, cioè di procurarsi un lettore alternativo (magari universale, ormai li vedono a pochi euro) e tenere accuratamente nella scatola quello fornito, giusto per non lasciare uno spazio vuoto insieme al resto del kit.



Passiamo quindi al piatto forte, la flashcard. Abbandonata la tonalità nera utilizzata per la scocca nella revisione 1.1 della CycloDS Evolution, la iEvolution è completamente bianca, sia fronte che retro, di ottima intonazione con il bianco di un DS Lite o DSi. L'unica eccezione è per l'adesivo posto sulla faccia frontale (non proprio dei migliori visto che con l'uso è andato scolorendosi leggermente in alcuni punti), il quale reca anch'esso il logo identificativo della card già presente sulla scatola metallica. Esattamente in linea con tutte le flashcard Slot1 la card ha le stesse dimensioni di una comune cartuccia DS. Osservando con cura l'adesivo frontale si nota, anche senza tastare con mano, una parte della componentistica interna che non è protetto completamente dalla scocca (è visibile anche in foto), soluzione adottata purtroppo anche sulla SuperCard DSTWO e che "impone" una certa cura nel maneggiare la card.
Degni di nota per la descrizione del retro della card sono solo il classico logo che indica dove inserire la microSD e la piccola griglia di protezione posta sui contatti, senz'altro una comodità in più.



Lo slot di inserimento della microSD è disposto come al solito nella parte superiore, e come la Evolution anche questa volta viene utilizzato un sistema ad incastro, non meno comodo di quello a molla (anzi, a dirla tutta evita che la molla si rompa lasciandovi a piedi). Una volta inserita la microSD essa sporge in minima parte dal lato superiore della card, questo perché lo slot della SD è leggermente disallineato rispetto al resto della flashcard: il team ha assicurato che tale problema è presente su tutti i sample spediti a coder e siti di review (come quello qui utilizzato), proprio perché facenti parte dello stock pre-produzione, e che pertanto il difetto non sarà presente nelle unità in vendita al pubblico. E' da notare che nella busta a bolle contenente la CycloDS era presente una lettera che avvertiva di questo piccolo problema fugando immediatamente ogni dubbio.
Nonostante i materiali siano di discreta qualità potrebbe capitare qualche piccola imperfezione, per dirne una il sample che abbiamo ricevuto aveva un piccolo difetto della scocca nella parte superiore sinistra, come se essa non potesse chiudersi del tutto. Nulla che una piccola goccia di Attak non abbia potuto risolvere, ma è sempre qualcosa da far notare! Pertanto, anche vista la mancanza di una scocca che copra del tutto la componentistica interna come prima menzionato, è sempre consigliata una leggera attenzione nel maneggiamento della card.



Prima di passare all'aspetto software terminiamo questo primo contatto con l'updater dongle, oggetto inedito per i prodotti CycloDS. Non c'è molto da dire in realtà, dato che il dongle viene utilizzato per dare alimentazione alla card giusto al primo avvio della flashcard e per eventuali aggiornamenti del bootstrap, indispensabili in caso Nintendo decida di bloccare (di nuovo) le flashcard tramite un aggiornamento ufficiale dell'OS DSi. A livello estetico ha una forma circolare (a differenza di quello per SuperCard DS-Onei) ed è anch'esso completamente bianco come la iEvolution, fatta eccezione per il piccolo led rosso scuro posto al centro che reca l'illustrazione rappresentativa della card. La flashcard va inserita nel dongle spingendo senza troppa difficoltà fino a sporgere per circa metà della sua grandezza. Quanto al funzionamento nudo e crudo molti feedback citano malfunzionamenti circa il riconoscimento del dongle su PC oppure nel flashing del bootstrap: i nostri test non hanno tuttavia rilevato alcun problema, abbiamo avuto modo di aggiornare il bootstrap più di una volta e come si suol dire, tutto è andato liscio come l'olio.

Analizzato tutto ciò presente nella scatola e con dongle e flashcard alla mano cominciamo quindi ad addentrarci nel funzionamento vero e proprio della CycloDS iEvolution, a partire proprio dal flashing del boostrap e dall'installazione del firmware.


--------------------
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Gid
messaggio Sunday 6 February 2011 - 00:27
Messaggio #3

Cool cool cool.
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 11.738
Iscritto il: Tue 7 August 2007 - 23:58
Da: Pescara
Utente Nr.: 20.432
Feedback: 6 (100%)

Codice Amico:
1633-4229-1407



Preparare la Card


Come già accennato nelle ultime righe, a differenza della vecchia CycloDS Evolution (che appena acquistata conteneva già al suo interno una versione del kernel nella memoria flash) la nuova iEvolution viene venduta e distribuita del tutto vuota: è questo il caso del sample pervenutoci e lo sarà anche per tutte le unità in vendita nelle prossime settimane. Il perché di questa mossa è la necessità di mettere sul mercato una flashcard per DSi completamente legale al momento dell'acquisto, cosa che finora non vale interamente per nessuna delle altre card Slot1 compatibili con DSi e DSi XL. Appena estratta la card dalla scatola essa non verrà quindi riconosciuta da alcun modello di DS; per poter porre rimedio e godere finalmente della nostra nuova flashcard è quindi necessario effettuare la cosidetta installazione del bootstrap. Al contrario degli altri team che offrono sul loro sito ufficiale i file già preparati per poter aggiornare il firmware/fireware della card (parliamo di quella parte del software che permette di superare il controllo del sistema operativo di un qualunque DSi), il Team Cyclops ha reso disponibile un semplice programma che l'utente stesso deve utilizzare per poter creare il file avviabile dalla iEvolution, a partire da un dump DS ed uno DSi Enhanced.

Cominciamo col materiale necessario per poter portare a termine la creazione e installazione del bootstrap (i software sono disponibili sul sito ufficiale):
  • CycloDS iEvolution;
  • Updater Dongle;
  • iEvolution Bootstrap (rilasciata sino ad oggi solo la v1.0), presente in due versioni: USA e EUR.
Vista la necessità per poter creare il bootstrap di utilizzare anche un dump DSi enhanced, questo particolare titolo (così come gli altri giochi facenti parti della stessa tipologia) si porta dietro oltre alle feature DSi anche il tanto temuto region-lock, cioè l'impossibilità di avviare il suddetto gioco su console di regioni diverse: per fare un esempio, My Healthy Cooking Coach in verione americana contiene al suo interno delle sezioni DSi che consentono l'avvio su soli DSi e DSi XL americani, ma non su quelli giapponesi o europei (per quanto riguarda DS Ciccio o Lite non ci sono invece problemi, essendo le sezioni DSi del tutto disattivate). Il region-lock in questione non si applica tuttavia ai dump avviati regolamente dalla flashcard in DSi Mode, ma solo al backup utilizzato durante la creazione del bootstrap.
Fatta questa premessa è dunque necessario prima di tutto, in caso si possieda un DSi/DSi XL, controllare a quale regione esso appartenga in modo da scaricare l'iEvolution Bootstrap adatto tra quelli USA ed Eur. Per farlo basta andare in Impostazioni di sistema dalla home del DSi e controllare quindi in basso a destra nello schermo superiore: la lettera presente accanto alla versione del firmware indicherà la regione del DSi, sapendo che:
  • E = Europa
  • U = USA
  • J = Giappone
  • K = Korea
Nel nostro caso una parte dei test effettuati è stata fatta su un DSi 1.4.1E, di conseguenza abbiamo scaricato l'iEvolution Bootstrap v1.0 Eur. C'è da menzionare che al momento è possibile installare bootstrap appositi solo per DSi USA e Eur, non è ancora presente nessun software per i modelli Jap/Kor a causa della mancanza di dump adatti per quelle regioni.
I possessori di DS Ciccio/Lite avranno invece qualche fastidio in meno non essendoci di fatto alcuna regione da controllare che sia legata alla console: abbiamo avuto modo di effettuare dei test anche su un DS Lite ed è andato tutto liscio sia usando un boostrap USA che Eur (è quindi indifferente quale dei due scegliere).

Recuperato il materiale dal sito ufficiale passiamo quindi alla creazione del boostrap:

1) Come specifica anche il ReadMe è necessario innanzitutto utilizzare due dump per poter creare il bootstrap, uno DS ed uno rigorosamente DSi enhanced. I giochi in questione non sono casuali ma ben precisi, e diversi per i due tipi di boostrap.
Per il bootstrap Eur:
  • Mech Assault: Phantom War (USA, DS)
  • Mon Coach Personnel: Mes Recettes Plaisir et Ligne (Francese, DSi enhanced)
Per il bootstrap USA:
  • Mech Assault: Phantom War (USA, DS)
  • My Healthy Cooking Coach (USA, DSi enhanced)

2) Una volta creati correttamente i dump possiamo scompattare l'archivio dell'iEvolution Bootstrap e avviare il software iEVOBootTool, che ci offrirà questa schermata:



3) Riempiamo quindi i campi disponibili in questo modo:
  • Source firmware: carichiamo il file .bin presente nell'archivio dell'iEvolution Bootstrap, chiamato ievo-bootstrap-1.0-XXX (dove al posto di XXX sarà presente USA o EUR a seconda di quale bootstrap stiamo creando);
  • DS Lite ROM: selezioniamo Mech Assault: Phantom War;
  • DSi ROM: selezioniamo il dump DSi enhanced, cioè Mon Coach Personnel: Mes Recettes Plaisir et Ligne per il bootstrap Eur o My Healthy Cooking Coach per quello USA.

Cliccando su Process verrà creato nella cartella il file BOOTUPDT.EVO necessario per il resto dei passaggi, da effettuare con flashcard, microSD e dongle alla mano.

4) Connettiamo la microSD al PC tramite un adattatore e copiamo il file BOOTUPDT.EVO nella root (o directory principale) della scheda.

5) Inseriamo prima la CycloDS iEvolution nel dongle (assicurandoci che la iEvolution non abbia nessuna microSD inserita al suo interno) e poi il dongle in una porta USB del PC: attendiamo quindi finché un led nella parte superiore della CycloDS si accenderà di rosso.

6) A tal punto, tenendo sempre il dongle e la iEvolution collegati al PC, inseriamo la microSD nello slot superiore della CycloDS. In caso tutto sia andato secondo i piani la luce rossa dovrebbe spegnersi, segnalando che l'installazione del bootstrap è in corso. Se il led dovesse rimanere rosso fisso oppure cominciare a lampeggiare ciò sarà indice di qualche errore nella lettura della iEvolution, in tal caso basterà togliere dongle e flashcard dal PC e ripetere il procedimento (errore che comunque non abbiamo riscontrato in molteplici installazioni del bootstrap).

7) Passati circa 3/4 minuti il led ritornerà rosso, segnale che l'installazione è andata a buon fine. Possiamo quindi scollegare dongle e iEvolution: siamo quasi pronti!

Come confermato anche dal Team Cyclops i procedimenti qui descritti dovranno essere effettuati solamente al primo avvio della card, o nel caso in cui in futuro Nintendo decidesse di rilasciare un nuovo firmware ufficiale per DSi rendendo necessario l'update di un bootstrap più recente. A scelta è possibile però ripetere il procedimento anche più di una volta, per correggere eventuali errori oppure per cambiare da bootstrap USA a Eur.
L'installazione del bootstrap è stata testata più volte in sede di recensione e non sono stati riscontrati problemi degni di nota (in verità non sono stati riscontrati affatto); il procedimento potrebbe sembrare leggermente più macchinoso rispetto a quello offerto da altre card, anche se fa senz'altro piacere notare la volontà del team Cyclops di mettere sul mercato un prodotto del tutto e per tutto legale.

Prima di poter finalmente inserire la CycloDS iEvolution nello Slot1 del DS e testare il software è indispensabile infine installare il kernel della iEvolution, procedura (come da tradizione) estremamente rapida ed indolore.
Per fare ciò scarichiamo quindi la versione 2.1 del kernel (l'ultima disponibile) dalla nostra Area Files o dal sito ufficiale del produttore e inseriamo nella directory principale della microSD il file boot.ievo. Non è necessario nient'altro, davvero! Avviando la card su un DS verranno infatti create in automatico le cartelle necessarie per il funzionamento della flashcard: niente di più semplice.





Terminati i preparativi tecnici possiamo collocare la microSD nello slot apposito e la iEvolution nel nostro modello di DS: una volta inserita la card con una certa pressione assicurandosi di aver sentito l'inconfondibile suono del sistema a molla dello Slot1, la CycloDS si presenta salda e perfettamente in linea con le dimensioni standard di una qualunque cartuccia DS. Unico piccolo difetto è il già menzionato disallineamento della microSD (che, ripetiamo, affligge solo gli stock pre-produzione e non quelli in vendita per il pubblico), il quale tuttavia non ha creato alcun fastidio a livello di utilizzo vero e proprio della flashcard: la microSD rimane tenacemente nel suo slot senza muoversi nemmeno nei momenti più concitati.

Accendiamo quindi il DS ed addentriamoci nel sistema operativo della CycloDS iEvolution.


--------------------
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Gid
messaggio Sunday 6 February 2011 - 11:25
Messaggio #4

Cool cool cool.
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 11.738
Iscritto il: Tue 7 August 2007 - 23:58
Da: Pescara
Utente Nr.: 20.432
Feedback: 6 (100%)

Codice Amico:
1633-4229-1407



GUI & Sistema Operativo




Terminate le analisi dell'hardware e preparata a puntino la card passiamo quindi al cuore della iEvolution, il sistema operativo. Prima di proseguire precisiamo che ovviamente, discorso che equivale per tutte le flaschard DSi, la iEvolution è perfettamente compatibile con tutti i modelli di DS, sia i vecchi Ciccio e Lite che i più recenti DSi e DSi XL.

Anche la CycloDS iEvolution (così come ogni altro kit per DSi) non presenta la comoda feature che permette di superare l'health screen Nintendo all'avvio della console, tutto a causa della necessità di presentare una fake signature per aggirare la tecnologia RSA BSAFE™ alla base delle console DS: proprio per questo motivo se la card sarà avviata in DS Mode verrà visualizzata l'icona del gioco utilizzato nella creazione del bootstrap, cioè Mech Assault: Phantom War. Utilizzando invece la DSi Mode la card "fingerà" di avviarsi come Mon Coach Personnel: Mes Recettes Plaisir et Ligne o My Healthy Cooking Coach, a seconda di quale bootstrap sia installato.



Selezionata la lingua al primo avvio della card e superati i pochi secondi di caricamento apparirà il menu principale dell'OS Cyclops, come al solito molto semplice e pulito. L'ultima versione dell'OS disponibile da noi utilizzata è la 2.1, che presenta la cosidetta nuova GUI introdotta proprio di recente. In realtà almeno esteticamente parlando c'è ben poco di nuovo: i cambiamenti principali riguardano infatti proprio la schermata principale da cui si accede alle diverse funzioni della card, che ora presenta una colorazione più chiara (ma senza abbandonare le solite tonalità verdognole), delle nuove icone e l'immagine di un DSi sullo sfondo del touch screen. Sullo schermo superiore campeggia invece il logo della iEvolution.
L'icona che rappresenta un joystick chiamata Giochi / Homebrew permette, come recita il nome stesso, di accedere alle varie directory della microSD per poter avviare backup di giochi o homebrew vari, mentre l'icona centrale Bookmarks / Media avvia in alternativa o una lista delle applicazioni impostate come segnalibri (in modo da poter accedere in pochissimo tempo ai propri giochi/homebrew preferiti) oppure il riproduttore audio/video Moonshell, il quale tuttavia deve essere precedentemente scaricato dal sito ufficiale ed installato sulla microSD. L'ultima icona è infine chiamata Impostazioni / Varie e dà la possibilità di modificare e/o impostare una lunga serie di funzioni extra che a breve esamineremo una per una.



Ma andiamo per ordine, partendo dal menu dei giochi. Selezionando la prima icona e premendo A (oppure con un semplice tocco sul touch screen) accederemo al cuore della schedina posta dentro la card, potendo visualizzare tutte le cartelle da noi create così come una comoda lista dei giochi e software amatoriali inseriti nella microSD. Le quattro frecce del D-Pad e il tasto A sono adibiti alla selezione di cartelle o applicazioni, anche se possono essere sostituiti dal comodo uso dello stilo. Premendo il tasto B torneremo di volta in volta alla cartella precedente, oppure al menu principale dell'OS in caso esso venga premuto durante l'accesso alla root. Anche i tasti L ed R vengono utilizzati rispettivamente per scorrere velocemente su o giù nella pagina. Tramite il tasto X è possibile cambiare la modalità di visualizzazione e organizzazione dei file, passando da File che ordina i software in base al nome impostato dall'utente via PC, a ROM che visualizza le applicazioni in base al nome inserito nel codice stesso del gioco/homebrew (feature molto comoda per il recensore stesso, maniaco della precisione nel nominare i giochi e che comporta una situazione problematica nel caso siano presenti doppi punti). L'ultima modalità di visualizzazione è infine Recent che ordina il materiale a seconda della frequenza d'utilizzo, partendo dai software avviati più recentemente.
Spuntando un'apposita dicitura nel menu Impostazioni è anche possibile cambiare la dimensione delle icone delle applicazioni, scegliendo tra grandi e piccole.



Tramite lo stesso menu, oltre a poter curiosare tra i nostri file, grazie alla nuova GUI viene fornita la possibilità di accedere ad un'utile schermata a pop-up che permette di effettuare diverse operazioni su software e cartelle. Questo menu è chiamato Context Menu ed è richiamabile semplicemente premendo Y oppure il tasto Menu posto in basso a sinistra del touch screen: approfondiamo quindi una per una le varie voci presenti.

- Info: fornisce diverse informazioni sull'oggetto selezionato tra cui nome, peso, tipo di save slot utilizzato, presenza o meno di cheat attivati, eccetera.
- Set as bookmark/Clear bookmark: inserisce o rimuove il gioco/homebrew dalla lista dei segnalibri.
- Enable/Disable cheats: attiva o disattiva i cheat per il gioco selezionato (in caso essi siano presenti). Prima di poterli usare è indispensabile avere il file user.evocheats nella cartella CycloDS all'interno della microSD. Installando il firmware della iEvolution sarà già presente un file default.evocheats il quale conterrà già i codici di pochi giochi, ma è decisamente vecchio e ben poco aggiornato: per rimediare basta scaricare quindi il file user.evocheats aggiornato, oppure lasciar fare tutto all'homebrew UsrCheatUp del nostro fido Giovannin. Ultima opzione, più scomoda, è usare un software compreso nel pacchetto Evolution Tools v1.0 BETA2 tramite il quale creare da sè il proprio evocheats.
- Select cheats: una volta abilitati i cheat per un gioco specifico, utilizzando questa voce è possibile accedere direttamente alla lista dei codici scegliendo quali abilitare e quali tenere disattivati.
- Settings: in questo menu troviamo alcune impostazioni più specifiche per il file selezionato, diverse a seconda che si tratti di un gioco o di un homebrew.
Per i dump di giochi commerciali:
  • ROM Save slot: conosciuta come funzione Multisave, dà la possibilità di selezionare fino a 10 slot diversi dove effettuare i salvataggi, feature comodissima e di certo conosciuta dai possessori di SuperCard.
  • ROM Save Size: permette di selezionare manualmente la dimensione del file di salvataggio creato all'avvio del gioco, solitamente grande 512K ma che può anche avere dimensioni anomale per alcuni giochi particolari (ad esempio WarioWare: Do It Yourself! o Jam with the Band). I formati disponibili sono 512K, 1, 2, 4, 8, 16 e 32MB, tuttavia è fortemente consigliato tenere l'opzione sulla voce Auto, che lascerà fare alla flashcard tutto il lavoro.
  • Create RTS: voce fondamentale per tutti coloro i quali volessero usare l'ottima funzione Real Time Save, che permette di salvare in qualunque momento del gioco tramite il menu extra richiamabile durante la partita. Visto il peso del file di storage delle informazioni che si aggira intorno ai 4MB esso dovrà infatti essere creato manualmente gioco per gioco, per ovvie ragioni che evitano di ritrovarsi con la microSD satura in poco tempo e contro la volontà del giocatore. Una volta creato il file la voce cambierà in RTS Enabled: fatto ciò la funzione Real Time Save è completamente utilizzabile.
    Menzione obbligata è circa l'impossibilità, almeno per il momento, di utilizzare la funzione RTS con la DSi Mode attivata, rendendola di fatto fruibile solo in DS Lite Mode. Si spera ovviamente che il Team Cyclops riesca a porre presto rimedio!
Per gli homebrew invece la voce disponibile è unica:
  • DSi compat layer: permette di impostare manualmente l'attivazione o disattivazione del DSi compatibility layer, utilizzato in DSi Mode per avviare tutti quegli homebrew compilati basandosi sulle "vecchie" libnds che non offrivano ancora il supporto alla DSi Mode. Tramite questo speciale layer infatti una console in DSi Mode "simula" di essere nella modalità DS Lite durante l'avvio di un hb non ancora supportato, evitando di dover spegnere la console per cambiare tra le due modalità. Tramite questa voce nel menu è possibile abilitare, disattivare o impostare in automatico l'utilizzo del layer per uno specifico homebrew.
Terminiamo la nostra analisi del Context Menu con le classiche operazioni di gestione dei file, di certo non nuove a chi usa giornalmente (o anche meno) un computer:
  • Copy
  • Move
  • Delete
  • Paste here
Purtroppo come si è soliti constatare con kit simili le suddette operazioni possono essere utilizzate solo per un file alla volta, ma sono senz'altro una comodità non da poco per evitare di dover spostare, copiare o cancellare qualche file in fretta e furia senza dover passare indispensabilmente per il proprio computer.



Torniamo al menu principale e tocchiamo l'icona nel centro per accedere ad un'altra sezione del sistema operativo. In caso non sia stato impostato nessun segnalibro l'icona ci condurrà direttamente all'avvio di Moonshell, riproduttore di filmati e file audio che dovrà essere precedentemente installato sulla microSD. Per farlo basta semplicemente scaricare l'archivio apposito dal sito ufficiale e copiare nella root della scheda la cartella moonshl2. In caso Moonshell non sia ancora installato l'OS ci presenterà un messaggio di errore invitandoci a visitare il sito ufficiale per rintracciare il materiale necessario.
La stessa icona del menu principale può essere tuttavia utilizzata anche per accedere alla lista dei propri bookmarks, cioè giochi, homebrew o cartelle inseriti tra i preferiti attraverso il Context Menu (come abbiamo già avuto modo di vedere): attivando dalle Impostazioni la modalità List l'indice dei bookmarks sarà infatti accessibile tramite l'icona Media. I comandi sono qui in tutto e per tutto identici a quelli del menu Giochi / Homebrew, compresa la presenza del Context Menu.
Oltre alla modalità List è inoltre presente un'altra modalità specifica per i segnalibri chiamata Main Menu, che integra il catalogo dei preferiti con il menu principale dell'OS Cyclops inserendo le icone di gioco in alto e in basso nello schermo inferiore (fino ad un massimo di 14). In questo modo una volta avviata la card avremo a disposizione in un batter d'occhio tutti i nostri software preferiti del momento!



Presi in esame i due menu probabilmente più interessanti e corposi per un giocatore che si rispetti passiamo infine alle impostazioni, vero e proprio covo dove trovare tutto ciò di indispensabile per personalizzare a puntino la propria card secondo le proprie esigenze e preferenze.
Il menu non si discosta quasi per nulla da quello presentato anni fa con i vecchi firmware della CycloDS Evolution: ciò che cambia è il numero di voci presenti, molto maggiore e che già ad una prima occhiata rende bene l'idea della mole di funzioni disponibili: passiamole quindi in rassegna.

- Torna al Menu Principale: senza bisogno di spiegazioni, riconduce alla home del sistema operativo.
- Avvio da Slot 2/Switch to DSi mode: le due voci saranno presenti rispettivamente su un DS Ciccio/Lite (per far partire eventuali dispositivi presenti nello Slot GBA, come cartucce o periferiche) e su un DSi/DSi XL (per cambiare in DSi Mode). Le due opzioni occupano lo stesso slot nella pagina, cambiando a seconda del modello di DS su cui è avviata la card.
- Icon Size: permette di cambiare la dimensione delle icone dei file visualizzati nel menu Giochi e Bookmarks, cambiando tra Small e Normal. Utile per non doversi ritrovare a scorrere per troppo tempo pagine particolarmente ricche di contenuti mentre si è alla ricerca di uno specifico oggetto.
- Bookmarks: cambiando tra Main Menu e List è possibile decidere la modalità di visualizzazione dei propri segnalibri, come precedentemente descritto.
- Save Mode: per tutti coloro i quali preferiscono tenere ben distinti i dump dei giochi dai rispettivi save basta cambiare questa voce da Normal (impostazione di default) ad Alternative, in modo da far creare alla card un'apposita cartella SAVE dove depositerà automaticamente i salvataggi dei prossimi giochi avviati.
- Battery Saver: una delle funzioni più comode della card e di certo ben conosciuta dai possessori di CycloDS Evolution. Essa permette di diminuire il consumo della batteria, vera e propria salvavita quando si è lontani da una presa elettrica e l'allarmante led rosso del DS ci ricorda di avere i minuti contati per giocare. Di default la funzione è disattivata dato che potrebbe creare problemi con alcuni giochi, è bene usarla quindi giusto quando necessario per evitare ogni sorta di fastidio.
- Luminosità LCD: classica funzione disponibile anche nella schermata iniziale della console, tramite la quale si può cambiare la luminosità degli schermi scegliendo tra 4 livelli di illuminazione. L'opzione risulta non disponibile su DSi e DSi XL in quanto esse presentano già una combinazione di tasti (SELECT+Volume) direttamente sull'esterno della console.
- Lingua: noi abbiamo preferito testare la lingua nostrana, ma tramite questo menu è possibile cambiare in ogni momento l'idioma utilizzato nell'OS.
- Skin: se sono disponibili delle skin alternative propriamente "installate" sulla microSD, con questa voce è possibile selezionare quale utilizzare per abbellire i menu del proprio sistema operativo. Oltre a ciò sono disponibili due funzioni che lasciano alla card il compito di selezionare la skin di mese in mese oppure cambiandola casualmente ad ogni accensione. Per installare correttamente una skin è necessario creare una cartella apposita (intitolata a proprio piacimento) nella directory CycloDS/skins della propria microSD (la cartella skins può essere creata manualmente se non presente): al suo interno basterà posizionare il file .xml e i file .bmp del tema.
- Rumble: disabilita o abilita la funzione di vibrazione scegliendo tra 3 diversi gradi di intensità: Low, Medium e High. Ovviamente per poter fruire di questa feature è indispensabile avere nello Slot GBA un Rumble Pack o una flashcard Slot2 compatibile.
- 24-Hour Clock: permette di visualizzare l'orario in basso a destra del touch screen secondo il tipico formato a 24 ore invece di quello a 12 ore.
- Last Played Bookmark: se abilitata inserisce in automatico tra i segnalibri, come primo della lista, l'ultimo gioco/homebrew attivato. Sfortunatamente abbiamo notato che utilizzando questa funzione in combinazione con la modalità di visualizzazione Main Menu e avviando come ultimo gioco un software già presente tra i segnalibri esso sarà presente due volte nella lista, "rubando" uno slot a qualche altro potenziale bookmark. In tal caso sarebbe stato senz'altro più furbo e comodo spostare semplicemente l'icona del gioco, ma è un difetto di poco conto e che potrebbe essere corretto facilmente dal team con un update del firmware.
- Old Cheat Prompt: disattivata di default, una volta spuntata fa in modo che subito prima dell'avvio di un qualunque gioco appaia un pop-up nello schermo inferiore chiedendo se attivare o meno i cheat per quel titolo. Con a disposizione la possibilità di decidere se fare uso o meno dei cheat tramite il Context e l'Enhanced Menu si tratta di una funzionalità opzionale, da utilizzare a seconda della comodità dell'utente.
- Show All Files: permette di rendere visibili anche quei file normalmente nascosti come i save o i .rts, che contengono le informazioni di salvataggio del Real Time Save. In questo modo è possibile fare pulizia nella propria microSD con facilità spostando o cancellando anche .sav o file simili.
- Delete Related Files: una volta abilitata consente, cancellando un qualunque gioco, di rimuovere automaticamente anche tutti i file ad esso correlati, tra cui .sav e .rts.
- Enhanced Menu Buttons: di norma premendo in-game la combinazione di tasti L+R+A+B+X+Y accederete all'Enhanced Menu, che offre una serie di opzioni da attivare senza dover ritornare al sistema operativo della card. Già da qualche versione è stata tuttavia introdotta la possibilità di cambiare la combinazione di tasti necessaria per richiamare il menu, modificabile a scelta tramite questa voce.
Prima di proseguire con le ultime impostazioni vediamo come l'Enhanced Menu è composto e cosa offre:



  • Torna al Gioco: chiude il menu avanzato e riporta al gioco in corso.
  • Text Reader: permette di accedere ad un file .txt associato al gioco in riproduzione. La funzione Text Reader è ormai una vera garanzia per i prodotti Cyclo, introdotta tramite vecchie versioni del firmware e recentemente migliorata per poter essere sfruttata anche durante la navigazione del sistema operativo, potendo aprire come fosse un homebrew un qualunuque file di testo contenente ad esempio guide o soluzioni per i giochi più ostici (una mano che fa sempre comodo). Per poterne usufruire è necessario creare un file .txt rinominato esattamente come la ROM del gioco allegato: per fare un esempio con un gioco chiamato Pokémon.nds rinomineremo il file di testo Pokémon.txt. Inseriamo quindi il file nella stessa directory del backup oppure in una cartella TEXT creata manualmente nella root della microSD.
    Anche con la iEvolution è presente il fastidioso problema del limite di caratteri per riga che potrebbe infastidire la lettura, causato purtroppo dalla modesta risoluzione degli schermi LCD del DS. Per rimediare basterà formattare il testo ad hoc tramite un'applicazione Java programmata appositamente chiamata LineBreaker, scaricabile QUI.
  • Azioni al Rallentatore: scegliendo tra 3 livelli di intensità (0, 25, 33, 50%) rallenta l'azione di gioco, dando magari la possibilità di superare una sessione particolarmente ostica.
  • Luminosità LCD: stessa opzione presente anche nel menu Impostazioni, tramite la quale si può scegliere tra 4 livelli di illuminazione degli schermi. Soluzione rapida ed indolore per risparmiare lievemente sulla batteria senza dover ritornare al sistema operativo.
  • Cheat Code: attiva o disattiva l'utilizzo dei cheat.
  • Salvataggio/Caricamento in Tempo Reale: da qui è possibile caricare o sovrascrivere su un file .rts precedentemente creato per il gioco in corso. Come da manuale le funzioni sono utilizzabili in ogni momento, altrimenti che salvataggio in tempo reale sarebbe?
  • Torna al menu principale: chiude il gioco e porta direttamente alla schermata principale dell'OS.

Last Played Buttons: modifica la combinazione di tasti da usare durante l'accensione della card per avviare immediatamente l'ultimo gioco o homebrew utilizzato. Di default la combinazione è L+R, ma con le ultime versioni del firmware è stata inserita la possibilità di personalizzarla.
Sort Ignore Number: se attivata, fa in modo che visualizzando i giochi secondo il nome del file vengano ignorati eventuali numeri all'inizio.
GBA Support: permette di lanciare giochi GBA direttamente dalla GUI della iEvolution, sempre in caso si abbia una flashcard Slot2 compatibile nel vano GBA del DS.

Nota speciale per un'opzione inserita tramite l'ultimo firmware del sistema, il 2.1, ma non disponibile nella GUI: parliamo della Screen Capture Option, tramite la quale è possibile creare degli screencap del menu della iEvolution. Per attivarla è indispensabile aprire il file config.xml (si trova nella cartella CycloDS sulla microSD, dopo il primo avvio della card) e trovare il codice

CODICE
<enableScreenCapture>0</enableScreenCapture>

Sostituiamo quindi lo 0 con un 1 e l'opzione sarà attiva! D'ora in poi premendo il tasto SELECT nel menu verranno creati degli screenshot della GUI stessa (purtroppo del solo schermo inferiore), in formato .raw. Per convertire le immagini in formati più comuni si può fare uso di programmi appositi tra cui il gratuito IrfanView (è necessario prima scaricare il plugin formats per garantirne la lettura).

Tutti i possessori di CycloDS Evolution che passeranno eventualmente ad una iEvolution non noteranno grandissime differenze rispetto alla loro vecchia card, almeno dal punto di vista del sistema operativo: ancora una volta la ricchezza di feature extra offerte dal team Cyclops ha ben pochi eguali tra le flashcard rivali, anche grazie ai recenti update che hanno introdotto funzionalità tra cui il Multisave, i segnalibri o il Context Menu. Il vero passo avanti fatto con la iEvolution rappresenta tuttavia la capacità di godere di queste funzioni (oltre ovviamente all'avvio di backup DS e homebrew) anche su un Nintendo DSi, "difetto" della CycloDS Evolution (non imputabile al Team Cyclops quanto alle ormai non tanto blindate difese del DSi) che ne precludeva l'acquisto a una bella fetta di utenti affacciatasi al mondo DS con uno degli ultimi restyle.
Parlando dunque di avvio di giochi e homebrew, la iEvolution manterrà le promesse anche con le tipiche prove sul campo? E' arrivato il momento di stressare la card circa le performance di gioco, sia con la DS Mode che per l'inesplorata DSi Mode.


--------------------
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Gid
messaggio Sunday 13 February 2011 - 20:10
Messaggio #5

Cool cool cool.
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 11.738
Iscritto il: Tue 7 August 2007 - 23:58
Da: Pescara
Utente Nr.: 20.432
Feedback: 6 (100%)

Codice Amico:
1633-4229-1407



Compatibilità e Performance


Conclusa la nostra analisi su quello che la iEvolution offre a livello di hardware e software, prepariamo homebrew e giochi commerciali per immergerci nelle nostre consuete prove sul campo: testeremo prima di tutto le performance per la DS Mode, cioè la classica modalità già esplorata in lungo e in largo nel corso degli ultimi anni; in secondo luogo ci soffermeremo sulla DSi Mode, ancora alle sue prime settimane di vita ma con già qualche asso nella manica. Questa la lista dell'hardware utilizzato nei test:

  • Nintendo DSi (firmware 1.4.1E)
  • Nintendo DS Lite v7 (firmware originale)
  • CycloDS iEvolution (firmware 2.1, bootstrap Eur)
  • MicroSD Sandisk 2GB
  • MicroSD Trascend 4GB
  • MicroSD A-Data Class 6 4GB




Prima di passare ai risultati delle prove ci preme ricordare che esse sono aggiornate (salvo future aggiunte) alla data di pubblicazione della recensione, nota da tenere bene a mente in particolare per le performance della modalità DSi, che ad oggi ha ancora un basso supporto e come vedremo a breve è pertanto soggetta ad una compatibilità non ottimale e prime difficoltà di utilizzo. Ma prima, soffermiamoci sul più classico supporto alla DS Mode.

DS Mode: Giochi DS

A partire dalla compatibilità con i titoli commerciali per Nintendo DS le nostre prove hanno interessato giochi di recente uscita e non, in modo da avere la sicurezza che il supporto sia al passo coi tempi senza però deludere per materiale più antiquato. Proprio per tale motivo i test sono stati condotti anche su giochi dalle caratteristiche particolari che hanno saputo creare diverse problematiche su un gran numero di flashcard, e questa volta non ci riferiamo solo alle poco raccomandabili R4 cloni.
Ricordando sempre che il colore indica la compatibilità, la lista è la seguente:

  • Mario Kart DS
  • 42 Classici senza Tempo
  • Osu! Tatakae! Ouendan
  • Lunar Knights
  • Hotel Dusk: Room 215
  • Jump! Ultimate Stars (provato con e senza patch italiana)
  • Puzzle League
  • Castlevania: Dawn of Sorrow
  • Final Fantasy III
  • Castlevania: Portrait of Ruins
  • Geometry Wars: Galaxies
  • Final Fantasy XII: Revenant Wings
  • Bangai-O Spirits
  • Pokémon Diamante/Perla
  • Castlevania: Order of Ecclesia
  • Big Bang Mini
  • Trauma Center: Under the Knife 2
  • The World Ends with You
  • Disgaea DS
  • GTA: Chinatown Was
  • Phoenix Wright: Ace Attorney - Trials and Tribulations
  • The Legend of Zelda: Spirit Tracks
  • Mario & Luigi: Viaggio al Centro di Bowser
  • Pokémon Versione Oro: HearthGold
  • WarioWare: Do It Yourself
  • Ace Attorney Investigations: Miles Edgeworth
  • Trackmania Turbo
  • Dragon Quest IX: Le Sentinelle del Cielo
  • Sonic Classic Collection
  • Il Professor Layton e il Futuro Perduto
  • Golden Sun: L'Alba Oscura
  • Last Window: Il Segreto di Cape West
  • Kingdom Hearts Re:coded

Giudizio senz'altro positivo quindi! La iEvolution si è comportata benissimo con tutti i titoli utilizzati, anche quelli più rognosi: Castlevania: Portrait of Ruins non ha causato freeze casuali nemmeno con la microSD Sandisk (non proprio il massimo della velocità) sempre a patto di disattivare il Battery Saver; tutto ok anche per giochi come WarioWare (che richiede un salvataggio da 32MB) o, per citare alcuni nomi tra più recenti, Layton e il Futuro Perduto, Golden Sun e Kingdom Hearts Re:coded.
Tramite i test sulla compatibilità DS sopraggiunge però una mancanza tra le feature della iEvolution, sottolineata ancora di più (per contrasto) vista il grande numero delle restanti feature: arrivati ormai a inizio 2011 diverse flashcard per DS tra cui la SuperCard DSTWO, l'Acekard 2/2i (tramite gli ultimi update del kernel AKAIO) e la EZ Flash Vi dispongono della cosidetta AAP, un sistema di "anti-anti-protezione" che permette di superare le difese inserite dagli sviluppatori nei vari giochi senza bisogno di update specifici del firmware, il tutto grazie all'AAP stessa che simula l'utilizzo di una cartuccia originale.
Per i più interessati trovate nelle prossime righe una breve spiegazione del funzionamento:

CITAZIONE
Ad oggi, per il 99% dei giochi è stato utilizzato sempre lo stesso metodo per differenziare una flashcard da una cartuccia originale. Le schede ufficiali, infatti, impediscono al codice del gioco la lettura dei primi 8000 byte della ROM, a differenza delle flashcard: Nintendo, accortasene, ha cominciato a implementare controlli antipirateria (in breve, il gioco prova ad accedere a questa parte della ROM, se ci riesce vengono attuate le "contromisure" più svariate). Ci sono due modi per ovviare a ciò:

1) il codice del gioco può essere modificato "al volo" prima di essere eseguito dalla card, rimuovendo i controlli del tutto. Nonostante sia più semplice da mettere in pratica, in questo modo quasi sempre è necessario sviluppare patch diverse per ogni singolo gioco. Tale metodo è utilizzato ad esempio dall'autopatcher della CycloDS e dai firmware della stragrande maggioranza della card.
2) la flashcard può simulare il comportamento delle card originali, senza rimuovere i controlli dal gioco. Questo metodo è più pulito, e oltre che dalla DSTWO è attualmente messo in pratica dalla EZ Vi e dall'AceKard 2i con l'ultimo AKAIO.

Come è possibile quindi dedurre la iEvolution non dispone, almeno allo stato attuale, di un sistema simile per poter agevolare la compatibilità con i titoli DS senza dover obbligatoriamente attendere un update funzionante. Vista la sua consistenza sarebbe stato probabilmente meglio (e senza dubbio più comodo) tentare di inserire la feature prima del rilascio ufficiale; essendo tuttavia stata inclusa anche in una flashcard come Acekard 2 (kit che non brilla di certo a livello di feature e hardware) il Team Cyclops dovrebbe avere le capacità per aggiungerla in futuro. Come si suol dire, attendiamo trepidanti possibili sviluppi!

DS Mode: Homebrew

Proseguiamo quindi con i software amatoriali, o i cosidetti homebrew (tradotto letteralmente "fatti in casa"). Sono ormai passati i tempi in cui il supporto delle flashcard era tutto fuorché eccellente e per utilizzare a dovere gli homebrew era necessario eseguire manualmente il patching delle DLDI. Ormai ogni flashcard che si rispetti, anche quelle più scadenti, dispongono di un sistema di auto-patch delle DLDI (in poche parole si occupa di tutto la card) e almeno in genere non sono presenti difficoltà di utilizzo e/o grossi problemi di compatibilità. Ciò nonostante non fa di certo male testare in prima persone le capacità della iEvolution con alcuni tra gli homebrew più conosciuti per Nintendo DS, spaziando tra emulatori fino ad applicazioni ed utility varie. Ricordando che ancora una volta il colore indica il risultato proponiamo di seguito la lista del materiale testato:

  • Animanatee
  • Pocket Physics
  • Lameboy
  • NewDictS
  • PicoDrive DS
  • DS85
  • ScummVM
  • NesDS
  • Colors!
  • DSlibris
  • SNEmulDS
  • NeoDS
  • DSOrganize
  • LoneWolfDS
  • Project Pokémon Save Editor DS


La predominanza di colore vedere parla da sè e non lascia molto altro da aggiungere: supporto agli homebrew promosso a pieni voti!

DSi Mode: Giochi DS e DSi enhanced




Arriviamo dunque a dare ben più di uno sguardo alla DSi Mode, la vera novità introdotta dalla CycloDS iEvolution. Come già sottolineato più di una volta in sede di recensione, essa permette di accedere completamente al materiale introdotto con l'arrivo del Nintendo DSi: aumento di RAM, CPU più veloce, fotocamera, slot SD, compatibilità con la chiave di cifratura Wi-Fi WPA; tutte aggiunte che almeno sulla carta, con il supporto adeguato, potrebbero portare una ventata di aria fresca nella scena hacking e homebrew DS (così come dare il via ufficiale a quella DSi). Inoltre, avendo accesso alla DSi Mode è possibile usufruire delle funzioni extra DSi per i titoli DSi enhanced, feature finora non presente per nessuna fashcard disponibile sul mercato: anche disponendo di una ROM dumpata correttamente (requisito fondamentale, come vedremo tra poco) l'accesso alla DSi Mode è per ora blindato su tutti i kit che non siano una iEvolution. Si fa notare che attualmente è impossibile anche con una iEvolution avviare dump di giochi DSi-only (quei pochi messi in vendita) e dei titoli DSiWare, in quanto nonostante siano dumpabili si tratta di ROM non ancora decriptate e quindi non funzionanti.

Per accedere alla DSi Mode è ovviamente indispensabile utilizzare un DSi o un DSi XL, avendo cura di controllare che la regione del bootstrap installato sia in linea con quella della console. I nostri test sono stati condotti su un DSi turchese aggiornato al firmware ufficile 1.4.1E. Andando nel menu Impostazioni e selezionando l'opzione Switch to DSi mode un messaggio di avviso chiederà di riavviare la console tramite il tasto Power: una volta premuto la card verrà riconosciuta dal DS come il DSi enhanced utilizzato per la creazione del bootstrap, quind Mon Coach Personnel: Mes Recettes Plaisir et Ligne o My Healthy Cooking Coach (tanto che all'avvio campeggerà per un attimo nello schermo inferiore il logo Ubisoft, ma per nostra fortuna il gioco utilizzato non è un Giulia Passione).

Per cominciare sono state effettuate delle accurate prove con un gran numero di giochi DSi enhanced, in modo da valutare la bontà della compatibilità con le funzioni extra. Come già accennato un requisito fondamentale per l'utilizzo è che si disponga di dump 1:1 rispetto all'originale, non dovranno infatti mancare le sezioni DSi (indispensabili per l'avvio dei giochi in questa modalità). In presenza di un DSi enhanced non dumpato correttamente la console impedirà infatti l'avvio proprio per la loro mancanza: lo stesso gioco avviato invece in DS Mode viene eseguito senza problemi, questo perché la console non effettua alcun check circa la presenza delle suddette sezioni. Proprio per questo motivo inseriremo nella valutazione solo i giochi testati che sono stati avviati correttamente a partire dal menu della card, sempre premettendo che l'impossibilità di avviare ROM non perfette è da imputarsi non alla flashcard, quanto ai vari check effettuati dalla console DSi. Ricordiamo infine che non tutti i DSi enhanced hanno necessariamente funzioni extra per DSi, sempre più spesso capita infatti che gli sviluppatori inseriscano sezioni DSi con il solo scopo di rendere region-locked un certo gioco oppure di rendere disponibile il supporto alla chiave WPA: in ogni caso abbiamo deciso di testare anche i giochi facenti parte di questa categoria, dato che danno la possibilità di delineare con maggiore precisione la compatibilità della DSi Mode.

Questi i titoli utilizzati, con tanto di specificazione della regione di appartenenza del gioco:

  • Camp Rock: The Final Jam, Euro - Funziona, non presenta tuttavia feature DSi.
  • Girls Life, Euro - Funziona, non presenta tuttavia feature DSi.
  • Imagine: Dream Resort, Euro - Parte, ma si blocca con white screen durante l'avvio.
  • iCarly 2: iJoin The Click, Euro - Parte, ma si blocca al primo save automatico del gioco (poco dopo l'avvio).
  • Imagine: Fashion Paradise, Euro - Funziona, non presenta tuttavia feature DSi.
  • James Cameron's Avatar The Game, Euro - Funziona, non presenta tuttavia feature DSi.
  • My Healthy Cooking Coach, Euro - Funziona, disponibile e testato con successo l'utilizzo della fotocamera DSi.
  • New Carnival Funfair Games, Euro - Funziona, non presenta tuttavia feature DSi.
  • Pokémon Bianco/Nero, Japan - Funzionano entrambi, capita tuttavia che il gioco si blocchi durante i primi salvataggi. Non abbiamo purtroppo avuto modo di provare la videochiamata abilitata solo in wireless locale, dovendo necessariamente disporre di almeno 2 DSi. Selezionando tuttavia la voce nel menu principale per impostare la connessione Wi-Fi appare un messaggio di errore che invita a configurarla direttamente tramite DSi, prova quindi che le sezioni DSi vengono lette correttamente (allo stesso modo viene supportata la chiave di cifratura WPA).
  • Shrek: Forever After, Euro - Funziona, non presenta tuttavia feature DSi.
  • Sonic Classic Collection, Euro - Funziona, il gioco non presenta alcuna feature DSi ma se avviato in DSi Mode pare sfruttare in minima parte l'hardware potenziato della console. Abbiamo avviato il gioco nelle due modalità in sequenza e i movimenti di Sonic sembrano leggermente più fluidi nella prova fatta in DSi Mode.
  • Spongebob's Boating Bash, Euro - Funziona, è inoltre possibile scattare foto per imprimerle in seguito su dei background predefiniti forniti dal gioco, perfettamente funzionante su iEvolution.
  • The Last Airbender, USA e Euro - Funziona, disponibile e funzionante la possibilità di scattare foto tramite un'opzione presente nel menu Extra.
  • The Penguis of Madagascar, Euro - Funziona, non presenta tuttavia funzioni DSi.
  • TouchMaster 4 Connect, Euro - Funziona, anche qui perfettamente utilizzabile la fotocamera DSi per scattare le foto.
  • Toy Story 3, Euro - Funziona, non presenta tuttavia funzioni DSi.
  • TRON: Evolution, Euro - Funziona, sfruttata con successo la fotocamera DSi tramite la voce apposita nel menu Extra.
  • Zhu Zhu Pets Featuring The Wild Bunch, Euro - Funziona, non presenta tuttavia funzioni DSi.




Fatta eccezione per due titoli che sono afflitti da freeze del gioco (per fortuna non si tratta proprio di killer application) e il particolare caso di Pokémon Black/White la compatibilità risulta quantomeno discreta, inoltre (se presenti) le funzionalità DSi sono state sfruttate con successo, esattamente come promesso dal team.
Prima di proseguire poniamo due ulteriori aspetti all'attenzione del lettore: in primis è confermato che il region-lock presente sulle cartucce dei DSi Enhanced non viene trasferito nel dump, che può essere eseguito senza problemi anche su console di regione diversa. Sono un esempio The Last Airbender in versione USA e Pokémon Black/White in versione giapponese, che utilizzati su cartuccia con un DSi europeo presenterebbero già all'avvio un messaggio di errore. In secondo luogo è da menzionare la mancanza allo stato attuale di alcune funzioni speciali in DSi Mode: sono un esempio l'Enhanced Menu per giochi e homebrew (testato su vari titoli DSi ma senza successo) e la funzione di Real Time Save.

I test sono proseguiti mettendo alla prova vari giochi "normali" per DS, per intenderci tutti quelli che non presentano né funzioni speciali e né particolarità a livello di compatibilità DSi. Un po' per comodità e un po' per poter effettuare un confronto diretto sono stati utilizzati alcuni dei titoli già testati precedentemente in DS Mode e quindi funzionanti:

  • Mario Kart DS
  • 42 Classici senza Tempo
  • Osu! Tatakae! Ouendan
  • Jump! Ultimate Stars (provato con e senza patch italiana)
  • Pokémon Diamante/Perla
  • Castlevania: Order of Ecclesia
  • The World Ends with You
  • Trackmania Turbo
  • Dragon Quest IX: Le Sentinelle del Cielo
  • Sonic Classic Collection
  • Il Professor Layton e il Futuro Perduto (si blocca con white screen all'avvio, subito prima del logo Nintendo)
  • Kingdom Hearts Re:coded

La pecora nera del gruppo è il terzo capitolo di Layton, che non siamo riusciti a far partire in alcun modo. Il resto dei test è stato tuttavia positivo, si spera comunque che arrivi qualche update del firmware per correggere i pochi problemi di compatibilità.

DSi Mode: Homebrew

Per quanto concerne il lato homebrew, la verà novità introdotta dalla DSi Mode è la possibilità di sfruttare l'hardware della console per creare software dalle migliori prestazioni e che facciano uso di elementi quali lo slot SD o le due fotocamere: purtroppo trattandosi di un settore di recente esplorazione non sono ancora disponibili homebrew realizzati appositamente per la DSi Mode e con tali caratteristiche in mente, lasciandoci con poco materiale da testare.
Poche ore dopo il rilascio dei primi firmware stabili per la iEvolution sono state distribuite anche le prime libnds compatibili con la DSi Mode, da utilizzare per compilare tutti quegli homebrew che volessero avere un supporto per questa modalità senza pericolo di malfunzionamenti. Il numero dei software ricompilati è ancora molto esiguo, ma abbiamo lo stesso avuto modo di farci un'idea: di seguito la lista dei programmi ricompilati (e quindi funzionanti in DSi Mode) passati al setaccio dalla redazione.

  • Homebrew Menu - Si tratta di un semplice loader alternativo di file .nds, ricompilato ultimamente per garantire il supporto in DSi Mode. Non sono stati riscontrati problemi di sorta.
  • Zoomx - Software che permette di effettuare uno zoom nello schermo superiore di un'immagine disponibile nel touch screen a grandezza scalata. Avviando l'hb in DSi Mode il cursore che seleziona la zona da ingrandire è risultato leggermente più veloce da spostare rispetto all'avvio in DS Lite Mode.
  • DSx86 v0.24- Trattasi di un emulatore DOS divenuto discretamente famoso nei pochi mesi di rilascio (è infatti relativamente recente). L'ultima versione, la 0.24, è stata ricompilata anch'essa con le ultime libnds: avviato l'homebrew in modalità DSi la velocità di emulazione è circa il doppio rispetto alla comune DS Mode (20MHz invece di 10MHz), come anche certifica l'analisi condotta dallo stesso autore:


    Anche i nostri test hanno confermato che l'emulatore viene eseguito senza problemi e con una maggiore performance.
  • Moonshell v2.10 - Non potevamo tirarci indietro dal mettere alla prova anche il fidato Moonshell, in una versione 2.10 un po' speciale in quanto rilasciata dallo stesso team Cyclops e adattata per poter girare in DSi Mode. Apparentemente non sono state apportate altre modifiche volte a sfruttare direttamente l'hardware extra, in ogni caso abbiamo avuto modo di provare file audio e video (tra cui anche FLAC, non proprio leggerissimi da digerire per i nostri cari DS) rilevando un corretto funzionamento nella modalità DSi.

Per il resto degli homebrew non ancora ricompilati il team Cyclops ha deciso tuttavia di non precluderne l'utilizzo alla sola DS Mode inserendo il cosidetto DSi compatibility layer, che come visto permette agli homebrew non ancora aggiornati di essere avviati in DSi Mode. Di norma il layer si abilita in automatico per tutti quei software che ne hanno bisogno (in seguito ad un check della iEvolution), ma può essere impostato a piacimento dell'utente per essere eseguito solo su determinati homebrew.
Anche in questo caso abbiamo quindi selezionato una parte del materiale già funzionante per la DS Mode in modo da metterlo alla prova nella nuova modalità.

  • ScummVM (black screen all'avvio)
  • SNEmulDS
  • Lameboy (l'emulatore funziona, l'unico problema è la totale assenza di audio)
  • Animanatee (black screen all'avvio)
  • NeoDS (si blocca durante il caricamento di qualunque gioco)
  • Pocket Physics
  • Project Pokémon Save Editor DS (si blocca durante il caricamento di un save)
  • NewDictS
  • DS85

Purtroppo i risultati non sono dei migliori: la metà degli homebrew provati non ha mostrato difetti alcuni, tuttavia i restanti quattro presentano evidenti problemi quali freeze o bug di esecuzione. E' anche vero che il DSi compatibility layer è di recentissima creazione e (si spera) in aggiornamento continuo da parte del team, nel frattempo non può però non sopraggiungerci l'idea che forse sarebbe stato meglio perfezionare questo così come altri aspetti della DSi Mode prima del rilascio ufficiale della card. Nonostante ciò, trattandosi almeno in questo caso di homebrew che di fatto non sfruttano nessuna caratteristica peculiare della modalità DSi, è consigliato continuare ad utilizzarli nella più classica DS Mode almeno fino a nuovi update del DSi layer e/o degli homebrew stessi.

Download Play e Connettività Wii-DS

Spendiamo infine qualche parola su due caratteristiche offerte nativamente da ogni DS ma utilizzate da un ristretto numero di giochi, cioè il Download Play e la connettività tra Wii e DS. I nostri test hanno riguardato entrambe le funzioni, che secondo la feature list rilasciata dal produttore sono perfettamente supportate dalla iEvolution. D'altronde in questo caso non possiamo fare altro che concordare: sfruttando una cartuccia originale di Pokémon Versione Argento: SoulSilver in combo con il dump di Pokémon Diamante avviato sulla iEvolution siamo stati in grado di connetterci a Pokémon Battle Revolution su Wii per poter effettuare una sfida tra i due giochi per DS. Giudizio decisamente positivo anche per il Download Play, che già la CycloDS EVolution riusciva a gestire perfettamente.


--------------------
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Gid
messaggio Friday 18 February 2011 - 13:40
Messaggio #6

Cool cool cool.
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 11.738
Iscritto il: Tue 7 August 2007 - 23:58
Da: Pescara
Utente Nr.: 20.432
Feedback: 6 (100%)

Codice Amico:
1633-4229-1407



Conclusioni


Siamo così giunti al termine di questa recensione, che coincide con il momento di tirare le somme su questo nuovo prodotto. Si spera che la maggiorparte dei lettori sia riuscita ad arrivare fino a queste ultime righe nonostante la vistosa lunghezza, tuttavia un po' per piacere e un po' per necessità ci è sembrato giusto dedicare la giusta attenzione a ciò che distingue la iEvolution dal resto delle flashcard per Nintendo DS e DSi.
Il giudizio che scaturisce dalla nostra analisi è complessivamente positivo, tutto sommato in linea con la fama che il team Cyclops e i suoi prodotti si portano dietro.

La forza e la comodità delle innumerevoli funzioni speciali già presenti nella CycloDS EVolution sono ancora lì, intatte e perfino migliorate grazie alla presenza della nuova GUI che porta con sè elementi come il Multisave, il Context Menu o l'opzione Screen Capture, questa volta a completa fruizione anche dei possessori di Nintendo DSi. Il tutto confezionato in un elegante package che contiene (quasi) tutto il necessario per poter usufruire della card: la completa mancanza al suo interno di software e istruzioni per avviare il kit potrebbe farsi sentire per gli utenti meno avvezzi all'uso di internet, nonostante si tratti di una soluzione presa nell'ottica di garantire lunga vita al prodotto; inoltre la pessima qualità del reader di microSD in dotazione rappresenta una piccola nota dolente in confronto al resto del kit. Anche la stessa flashcard rimane infatti su un discreto livello in termini di materiali d'utilizzo, sebbene qualche possibile difetto strutturale (nulla di estremamente compromettente per fortuna) e l'infelice scelta di non coprire la componentistica più sensibile obblighi l'acquirente a porre una certa cura nell'utilizzo.

A livello di compatibilità è necessario operare un distinguo: il supporto con giochi DS, homebrew e caratteristiche varie quali il Download Play o la connettività Wii sono fruibili perfettamente (seppur la presenza di un'AAP avrebbe fatto comodo), anche grazie alla larga esperienza creatasi nella scena hacking degli ultimi anni. D'altro canto la neonata DSi Mode presenta ancora alcuni bug e difficoltà di utilizzo causati dai pochissimi passi fatti nelle ultime settimane, sebbene possieda sulla carta delle potenzialità non da poco. L'utilizzo dei giochi DSi enhanced così come quello degli homebrew supportati possono dirsi promossi (segno che la modalità non è di certo abbandonata a sè stessa); discorso diverso purtroppo per la maggiorparte dei software amatoriali rilasciati, non ancora al passo coi tempi e non perfettamente supportati dal DSi compatibility layer. Difetti che sono in ogni caso perdonabili visti i tempi non ancora maturi della iEvolution e di ciò che porta di nuovo, nonostante come al solito sia compito del lettore quello di decidere se sono in grado o meno di minare quella che è a tutti gli effetti una flashcard di tutto rispetto.

Come da tradizione terminiamo quindi con un riassunto dei pro e contro:

Pro
+Compatibilità con tutti i modelli di DS
+La prima flashcard a sfruttare l'hardware potenziato del DSi
+Supporto alle funzioni DSi dei titoli DSi enhanced
+Confezione metallica dallo stile semplice ma curato
+Compatibilità totale con giochi e homebrew DS
+Updater Dongle per aggiornare direttamente da PC il firmware della card contro eventuali contromisure Nintendo
+GUI intuitiva e in grado di permettere una facile gestione dei propri file grazie ai Context e Enhanced Menu
+Possibilità di personalizzare a propria scelta il menu e la skin utilizzata
+Comoda funzione per i segnalibri in modo da avere tutto il necessario a portata di mano
+Battery Saver per risparmiare batteria nei momenti necessari
+Le funzioni di Multisave e Real Time Save aumentano le possibilità di gioco
+Text Reader dall'effettiva comodità, specialmente in-game
+Possibilità di immortalare screen del menu con l'opzione Screen Capture


Contro
-Mancanza all'interno della confezione di software o istruzioni dettagliate sul primo utilizzo
-MicroSD Reader in dotazione decisamente scadente
-La scocca non è della migliore qualità, delegando al solo adesivo il compito di coprire parte della componentistica interna della card
-AAP per bypassare con facilità la maggiorparte delle protezioni non ancora disponibile
-DSi Mode non ancora al top della compatibilità, che non supporta alcuni giochi/homebrew e feature quali l'Enhanced Menu o il Real Time Save


Packaging
Materiali
Compatibilità
Funzioni Speciali

Recensione scritta da Gid per GbaRL.it. Si ringrazia Davi92 per il prezioso aiuto offerto durante la recensione. La riproduzione della stessa, senza il consenso dell'autore, è severamente vietata al di fuori del NetworkRL.


--------------------
 Go to the top of the page
 
+Quote Post

Closed TopicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: Tue 29 July 2014- 09:38

.: GBArl.it :. Copyright © 2003-2014, All Rights Reserved.
Loghi, documenti e immagini contenuti in questo Sito appartengono ai rispettivi proprietari,
e sono resi pubblici sotto licenza Creative Commons
Creative Commons License
.::.