Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: C'è agitazione all'interno della dirigenza Nintendo?
.: GBArl.it :. News sulle Console Nintendo - Emulazione - Flash Cards - Trainer > News e Release in Home > News Varie
rdaelmito


Secondo un report del sito giapponese Business Journal, inizia ad esserci una certa agitazione all'interno dello staff dirigenziale di Nintendo.

Purtroppo sono note a tutti le vendite non esaltanti di 3DS e, soprattutto, Wii U. Molti spingono per un approdo di Nintendo sugli smartphone / tablet, in un periodo in cui pare nessuno possa farne a meno. Il presidente dell'azienda Satoru Iwata, però, ha sempre rinnegato questa possibilità, sostenendo che la forza di Nintendo è nello sviluppo unificato della piattaforma hardware e del software.

Seppur nessuno sembra in grado di contrastare la leadership di Iwata, le voci sui malumori della sua gestione sono sempre più insistenti. Pare che le discussioni interne non siano soltanto per i risultati degli ultimi anni, ma anche a livello culturale ci sarebbero dirigenti che non riescono ad accettare l'ascesa di un "esterno" - Iwata ha iniziato la sua carriera come programmatore alla HAL Laboratory (storico second-party della casa di Kyoto) a cavallo degli anni '80, entrando in Nintendo solo nel 2000 per poi diventarne il presidente già nel 2002. Altro punto della discordia, in diversi non accettano che Iwata continui ad essere anche uno sviluppatore, invece di occuparsi solo e soltanto degli incarichi dirigenziali. Lo accusano, inoltre, di non ascoltare pareri e consigli degli altri dirigenti.

I detrattori di Iwata pare vogliano al comando il primogenito di Hiroshi Yamauchi, lo storico presidente scomparso nel 2013 e che lasciò il suo ruolo nel 2002 favorendo lo stesso Iwata.

Si ringrazia alucard86 per la segnalazione.
Lok88
Favorire il figlio Hiroshi?
Ma anche no rolleyes.gif

Iwata ha salvato la Nintendo e su questo non ci piove, poi come e cosa è diventata è un altro discorso, ma almeno non ha fatto la fine di SEGA.

Non vedo il motivo di queste lamentele, secondo me stanno facendo un buon lavoro e nell'ultimo periodo si stanno dando da fare, certo, non mi fanno impazzire tutte le uscite ritardate 2015&co
Però ci vuole tempo.

Pure le altre console non se la passano alla grande, poi non capisco cosa pretendano dal 3DS, sta vendendo benissimo e ci sono tante (troppe) terze parti.
Per wiiU, va bene anche così, che si aspettavano? lo stesso successo di Wii?

uriel7
I realtà 3Ds non sta "vendendo benissimo": vende meno delle previsioni ribassate. wink.gif

E si, probabilmente (almeno all'inizio) si aspettavano di ripetere i numeri di Wii e Ds.

Che poi non sia tutta " colpa loro" che tali previsioni siano state malamente sbagliate ( ma anche di: crisi, mobile, marketing della "console fatta con polvere di fata", ecc...) è un altro paio di maniche, ma tant'è... happy.gif
Card N'FoRcE
CITAZIONE (rdaelmito @ Monday 4 August 2014 - 14:25) *
ma anche a livello culturale ci sarebbero dirigenti che non riescono ad accettare l'ascesa di un "esterno" - Iwata ha iniziato la sua carriera come programmatore alla HAL Laboratory (storico second-party della casa di Kyoto) a cavallo degli anni '80, entrando in Nintendo solo nel 2000 per poi diventarne il presidente già nel 2002.

In pratica stanno rosicando che qualcuno sia più bravo di loro?
CITAZIONE (rdaelmito @ Monday 4 August 2014 - 14:25) *
Altro punto della discordia, in diversi non accettano che Iwata continui ad essere anche uno sviluppatore, invece di occuparsi solo e soltanto degli incarichi dirigenziali.

What. Ma questo non dovrebbe essere un pregio?
CITAZIONE (rdaelmito @ Monday 4 August 2014 - 14:25) *
Lo accusano, inoltre, di non ascoltare pareri e consigli degli altri dirigenti.

Forse perché guarderà dio più i feedback degli utenti? Non lo so, ma è una intuizione.
CITAZIONE (rdaelmito @ Monday 4 August 2014 - 14:25) *
I detrattori di Iwata pare vogliano al comando il primogenito di Hiroshi Yamauchi, lo storico presidente scomparso nel 2013 e che lasciò il suo ruolo nel 2002 favorendo lo stesso Iwata.

Lol. Cioè vogliono l'erede di una persona che ha lasciato il suo posto, VOLUTAMENTE, a quella già in carica?

Non so se è tutto scritto così volutamente, ma Iwata esce solo in maniera positiva da quest'articolo. laugh.gif
AlphaWeapon
Si sta seminando panico per nulla. Con i numeri che hanno tirato dentro con le vendite hardware di Wii e DS (per non parlare di quelle software, anche di giochi "riciclati" come Super Mario Bros Wii/Wii U) si possono perfettamente permettere di avere un periodo non così splendente. Il 3DS tutto sommato vende bene e il WiiU è sulla via di riprendersi.

Non so se cambiare la dirigenza aiuterebbe molto, secondo me si rischia di fare più danni che altro. Nintendo ha sempre avuto il pregio di non essere un semplice produttore di videogiochi che guarda soltanto le statistiche, e il fatto che Iwata sia coinvolto nello sviluppo nonostante sia presidente riflette questa mentalità. Cacciarlo via e rimpiazzarlo con il figlio dell'ex presidente.... perché Siamo tornati ai tempi feudali che c'è la successione ereditaria? laugh.gif Capirei mettere qualcuno con un nome forte, riconosciuto dai videogiocatori come Miyamoto (ma non mi pare il tipo) oppure Sakurai... Poi hey, magari c'è un'altra ragione oltre al fatto che era il primogenito. E magari la situazione è davvero più disastrosa di quella che sembra.
CapRichard
CITAZIONE (uriel7 @ Monday 4 August 2014 - 14:47) *
Che poi non sia tutta " colpa loro" che tali previsioni siano state malamente sbagliate ( ma anche di: crisi, mobile, marketing della "console fatta con polvere di fata", ecc...) è un altro paio di maniche, ma tant'è... happy.gif


Leggendo i loro resoconti del Q1 del 2013 e 2014 si nota come vendite sono state paragonabili (in termini di ricavi), ma nel 2013 hanno avuto soldi in più dal cambio favorevole con lo yen e nel 2014 invece ne hanno perso a causa di quello, portando il Q1 2013 a ifnire in positivo solo per quel fattore ed il Q1 2014 a finire in negativo quasi solo per quello!

è un po' pazzesco.
Nigg
Quando le cose non vanno come ti aspetti e le vendite non sono come qualche anno fa è normale puntare il dito sulla dirigenza e sulle scelte che questa ha fatto in questi anni.

Certo che effettivamente buttarsi anche nel mobile per risanare i conti e magari investire qualche ricavo nel lato software/hardware non sarebbe una brutta idea...
michaelp
Iwata ha sbagliato più e più volte ... ma non lo cambierei mai con il primo che capita !!!
cmq ... SPERO VIVAMENTE ... di NON vedere mai su mobile giochi Nintendo !!!
Lybra
Chissà perchè queste notizie colpisono sempre la Nintendo..mah...
Comunque vedo che ormai anche i giapponesi di onore ne hanno ben poco: Iwata non sta passando un momento facile a livello di salute personale e questi cosa fanno? Approfittano della sua debolezza per pugnalarlo e tentare di disarcionarlo con questi rumor "ad hoc"

Qui gli smartphone non ci azzeccano nulla, purtroppo per noi appassionati Nintendo, la dirigenza Nintendo e le "menti" Nintendo sono ormai vecchie e ad oggi non abbiamo ancora visto il ricambio generazionale che prima o poi dovranno fare: se questi sono i presupposti ho davvero paura per il futuro
rkc
Nintendo nel mercato mobile?nah ..non ci credo
Pak_Gatsu
Speriamo non accada mai...
kaiser76
Certamente come società quotata in borsa, deve rendere agli investitori che hanno dato pecunia per aumentarla e non perdercela, il profitto è l'indice della saluta di una azienda! E di questi tempi andare sotto le previsioni più pessimistiche.complice un rilancio mezzo zoppo del WiiU ,han fatto uscire i malumori presenti,non sono esenti anche i competitor da simili problemi!
Virtual Boy
Sono anni che sostengo che il declino della Nintendo sia cominciato con l'arrivo di Iwata.
Infatti sono più di dieci anni che la Nintendo fa cazzate e si culla sui suoi brand dalle vendite sicure.
Ma la pacchia sta per finire, per fortuna.
CapRichard
CITAZIONE (Virtual Boy @ Tuesday 5 August 2014 - 22:11) *
Infatti sono più di dieci anni che la Nintendo fa cazzate e si culla sui suoi brand dalle vendite sicure.


vendendo a sfracielo con DS e Wii?

Casomai è l'incontrario. Nintendo è Dal N64 che non ne azzecca uno salvo il Wii nelle fisse.
Nelle portatili capitolo a se.
deadflower81
QUOTE (Virtual Boy @ Tuesday 5 August 2014 - 23:11) *
Sono anni che sostengo che il declino della Nintendo sia cominciato con l'arrivo di Iwata.
Infatti sono più di dieci anni che la Nintendo fa cazzate e si culla sui suoi brand dalle vendite sicure.
Ma la pacchia sta per finire, per fortuna.


Credo che uno dei difetti più grandi dell'essere umano sia quello di modificare il passato a nostro piacimento, scordando ad esempio gli eventi positivi per ricordare esclusivamente quelli che, ai nostri occhi, sono gli eventi negativi...e viceversa.

In quelli che definisci "dieci anni di cazzate" sono usciti anche DS e Wii. Pensa solo a quanti soldi ha fatto la Nintendo con queste due console, o a titoloni del calibro di Mario Galaxy.

Il 3DS sta andando più che bene e il Wii U, finalmente grazie ai diversi titoli in esclusiva, inizia a diventare sempre più appetibile.

Sicuramente si poteva fare moooooolto di più, ma siamo certi che ad esempio creare una console che fosse stata alla pari con quelle di Microsoft e Sony, sarebbe stata una scelta saggia?

Siamo sicuri che vedere titoli dedicati ad un pubblico adulto servirebbe a qualcosa? Basti pensare a Disaster Day of Crysis o a Madworld...e a quanto hanno venduto!

Bayonetta 2 cambierà qualcosa? Io credo di no.

Quanto a me, io non faccio testo. Datemi titoli come Pikmin, Mario 3D, Zelda o i più recenti e promettenti Splatoon e Captain Toad e sarò felice. smile.gif
CapRichard
CITAZIONE (deadflower81 @ Tuesday 5 August 2014 - 23:18) *
Siamo sicuri che vedere titoli dedicati ad un pubblico adulto servirebbe a qualcosa? Basti pensare a Disaster Day of Crysis o a Madworld...e a quanto hanno venduto!


I titoli devono essere anche buoni oltre che maturi eh!

CITAZIONE (deadflower81 @ Tuesday 5 August 2014 - 23:18) *
Sicuramente si poteva fare moooooolto di più, ma siamo certi che ad esempio creare una console che fosse stata alla pari con quelle di Microsoft e Sony, sarebbe stata una scelta saggia?


Una cosa è certa: la Nintendo NON sa competere. Mai. Con Nulla. Va avanti a culo, cioè: quando gli avversari fanno peggio. Nel momento che gli altri fanno meglio, lei non sa assolutamente rimediare, da un punto di vista meramente economicco/vendite intendo dire. Appena Sony (infinitamente più competente di Sega) è entrata in scena la Nintendo ha continuato a fare la sua cosa ogni santa volta. Cioccando 3 volte (si includo la WiiU anche se è ad inizio vita) e prendendone 1.
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.
Invision Power Board © 2001-2019 Invision Power Services, Inc.