Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: David Cox: i giorni di Castlevania in 2D sono finiti
.: GBArl.it :. News sulle Console Nintendo - Emulazione - Flash Cards - Trainer > News e Release in Home > News Varie
faxpayne


David Cox, produttore della serie Lords of Shadows, ritiene che i giorni della serie Castlevania in 2D siano giunti al termine. Cox ha confidato al mensile GamesTM. che, nonostante gli hardcore gamers potrebbero apprezzare un nuovo Castelvania in 2D
CITAZIONE
la realtà è che si tratta di un mercato di nicchia e Konami vuole veramente che questa serie sia di nuovo un successo.

Tuttavia non si esclude del tutto l'ipotesi di un titolo completamente in 2D, anche se non da MercurySteam (la software house che ha sviluppato il gioco).
CITAZIONE
Quando si guarda al futuro di PlayStation 4 e Xbox One, non credo che la gente voglia giochi 2D su tali console. Gli hardcore gamers potrebbero ancora volere qualcosa di simile, ma c'è un'aspettativa tra il grande pubblico per i videogiochi grandi, epici.

Siamo proprio sicuri che solo gli hardcore aspettino un Castlevania alla vecchia maniera?
WeirdAlYankovic
CITAZIONE (faxpayne @ Thursday 27 February 2014 - 14:14) *
Siamo proprio sicuri che solo gli hardcore aspettino un Castlevania alla vecchia maniera?


Direi di si...e anche tra i cosiddetti "hardcore gamers" (termine che può significare tutto o niente...) non credo ci sia tutta sta scimmia dell'ennesimo castlevania 2d, o meglio, a parole sono certo che tutti diranno che 2d yee, 3d buu...ma poi al momento di sganciare i soldi...
Ormai quello dei classici giochi bidimensionali e caratterizzati da una difficoltà sostenuta è senza ombra di dubbio un settore destinato a diventare sempre più esclusivo, il limite delle due dimensioni appiattisce per forza il gameplay e costringe gli sviluppatori a puntare su determinate peculiarità per emergere, e puntare fortemente su una caratteristica particolare non fà che spingere le produzioni verso questa o quell'altra nicchia di appassionati...il futuro è del 3d, perchè con quello si becca la fetta più grossa di introiti, inutile girarci attorno, in'oltre (almeno sulla carta) consente molta più libertà in fase di produzione...discorso un pò diverso per gli indie ovviamente, che però nella stragrande maggioranza dei casi esistono solo in quanto quel metodo di produzione/distribuzione limita mostruosamente i costi, e quindi possono permettersi di incassare, anche facendo prezzi bassissimi e vendendo meno copie.
giordiii
Bah, i migliori episodi di Castlevania sono sempre stati bidimensionali, poche storie, i capitoli in 3D non mi sono mai piaciuti.... Un altra Ip che va a farsi benedire :/
Gemini
Personalmente mi frega poco dei Castlevania 3D e di tutto l'outsource che si portano dietro; li ho sempre trovati delle patacche in tutte le salse sia artisticamente che a livello di game play. Ridateci il team di Koji Igarashi, visto che le perle come Symphony of the Night, Aria of Sorrow e Order of Ecclesia sono attualmente tra i migliori esponenti del genere.
sonicco
mha..avrei preferito il classico castlevania 2d con elementi gdr e tanta bella esplorazione...ancora oggi sono stupefatto per il symphony on the night..
il lord of shadow su 360/ps3 non mi piacque per niente..troppo linerare senza parte esplorativa.. anche se gli obiettivi secondari quando si ripeteva quel capitolo smorzavano un po la monotonia
ora hanno detto che il lord of shadow2 avrà la stessa tecnica esplorativa dei capitoli 2d..vedremo,non può fare che bene a loro
Pie
Domanda ed offerta.
Chi fa la domanda oggi nel mondo ludico, che gusti ha? Con che idea di videogioco è cresciuto?
Ecco, appunto. Tutto detto.
oni1
è finito lui con quello schifo di lord of shadow 2 (giudizio personale).
I Castlevania più belli sono in 2d anzi ora inizio Castlevania.Lords.of.Shadow.Mirror.of.Fate su 3ds o 360!
Snakefabri
Beh parliamoci chiaramente. Non posso dar torto a questi utenti che pretendono titoli di questo calibro in 3D. Cioè...Non dimentichiamo che con l'arrivo di ps3 e x360 sono state spalancate le porte dell'era grafica. Non mi ci vedrei più sinceramente a giocare su uno schermo 4K con titoli bidimensionali e che non possono sfruttare a pieno le potenzialità della console ed anche del Televisore o per lo meno...Potrei anche giocarci ma di certo non pagando il titolo in questione 69,90€.
E a dirlo è uno che non ha mai badato alla grafica...Cioè difatti non capisco chi si lamenta dicendo "Castlevania 3d non è alla pari dei vecchi in 2D", il problema non è tanto da attribuire secondo me al design grafico ma bensì ad altri fattori più importanti (gameplay, trama, longevità ecc ecc).
Ottima scelta IMHO fatta secondo me con Batman Arkham Orgins blackgate. Rilasciare il titolo prima su console portatile dove questi titoli possono ancora dire mooooooooooolto e successivamente in DD per home-console a prezzo ridottissimo.
CapRichard
Raga, prendetevi gacamelee con l'humble bundle 11 se volete un metroidvania!

Onestamente è un genere che tra gli indie sta tornando in voga diciamo e ci sono giochi carini improntati sui castlevania 2D del periodo post SNES, come rogue legacy.


CITAZIONE (Snakefabri @ Thursday 27 February 2014 - 14:47) *
Ottima scelta IMHO fatta secondo me con Batman Arkham Orgins blackgate. Rilasciare il titolo prima su console portatile dove questi titoli possono ancora dire mooooooooooolto e successivamente in DD per home-console a prezzo ridottissimo.


Mirror of Fate anche si è preso una versione HD
umibozu
Ragà che dire ormai i giochi questi sò grafica grafica grafica ma privi di contenuto e sono orgoglioso e nostalgico quando giocavo alle vecchie glorie dove ci si spaccava veramente il .... per andare avanti nei giochi.
Se i moderatori mi permettono vi vorrei postare il link di un articolo molto bello che sembra non avere nulla a che fare con quello parlato sopra ma che in realtà è nettamente connessa
La Morte del Game Over
Snakefabri
CITAZIONE (umibozu @ Thursday 27 February 2014 - 16:01) *
Ragà che dire ormai i giochi questi sò grafica grafica grafica ma privi di contenuto e sono orgoglioso e nostalgico quando giocavo alle vecchie glorie dove ci si spaccava veramente il .... per andare avanti nei giochi.
Se i moderatori mi permettono vi vorrei postare il link di un articolo molto bello che sembra non avere nulla a che fare con quello parlato sopra ma che in realtà è nettamente connessa
La Morte del Game Over


Ma appunto! Non è colpa del tridimensionalità del gioco la colpa è del gioco nel suo complesso. Di certo non ritroveremo l'epicità di un tempo nei nostri videogiochi semplicemente chiedendo titoli come Castlevania in 2d.
CapRichard
CITAZIONE (umibozu @ Thursday 27 February 2014 - 16:01) *
Ragà che dire ormai i giochi questi sò grafica grafica grafica ma privi di contenuto


Io sono del parere opposto onestamente. I giochi di oggi sono molto più "contenuto, contenuto, contenuto", piuttosto che "nulla,nulla,nulla,nulla" come in passato.
Ora, ok non faccio di tutta l'erba un fascio, c'è roba bella ora e c'è roba bella indietro, c'è roba brutta ora e roba brutta allora.

Io sono relativamente giovane, con 23 anni, quindi ho iniziato a giocare con la generazione N64/PsX/GBC, però nel tempo ho recuperato e giocato a molta roba per NES e SNES. I giochi considerati classici, belli e quant'altro, onestamente, offrono ben poco se non la sfida stessa. Il gioco era la sfida. Punto. Il resto non contava, o contava poco (ancora, non faccio di tutta l'erba un fascio). Non sto dicendo che siano brutti, anzi, ma solo che le cose sono cambiate davvero tanto.

Però, per tutti gli amanti del passato, c'è sempre flappy bird & cloni laugh.gif

Io, inoltre intendo dire con "contenuto,contenuto,contenuto", tutto l'insieme di roba che si è venuto a creare intorno al gameplay. quindi si, grafica scintillante, ma anche storie, doppiaggio in tante lingue, modalità di gioco varie, achievment, online e via dicendo.
I giochi sono diventate creature più complesse e io personalmente apprezzo molto di più questa complessità, rispetto a dover semplicemente superare un livello, "for the level's sake" per dire.
Ovviamente, in questi ultimi anni si è vista una prevalenza del "contenuto" sul gameplay, poiché il "contenuto" è facile da pubblicizzare, è holliwoodiano, e fa scena e vendite da solo. Io però allo stesso tempo non mi lamenterei troppo. Grazie alla presenza degli indie il mercato dei videogame di oggi è talmente vario che se davvero non si trova qualcosa per i propri gusti, meglio cambiare hobby. Non è indirizzata a nessuno personalmente questa critica, è giusto generale. smile.gif
E sembra che piano piano anche la cosidetta AAA si sta ricalibrando lentamente, visto che i "nuovi bambini" stanno crescendo anche loro....
Lybra
Solo io vedo una contraddizione grande come una galassia?

Il 2D è una nicchia e Konami vuole che sia di nuovo di successo...
Bene analizziamo i due Castelvania.
2D: successo, ha posto le basi per la serie e, diciamocelo, ha creato "il mito"...così come è successo ad esempio per altri brand come Sonic o Prince of Persia
3D: escono giochi su giochi tutti mediocri e tutti si domandano (SEGA compresa per il suo porcospino blu) "come facciamo a far rivivere il successo del passato?"

Attenzione a chiudersi nell'ottusità del "è un gioco vecchio, che si fottano i nostalgici" perché anche un Super Mario, l' IP più forte del mercato videoludico, dopo ottimi giochi 3D dal dubbio successo commerciale era finito un po' nella palude e ne è uscito solo è ri-esploso solo con gli episodi 2D per DS e Wii che hanno avuto dati di vendita che parlano da soli rolleyes.gif
Per cui...non dico che Castelvania debba diventare un New Castelvania U....però non bisogna nemmeno chiudere così drasticamente la porta, una tentativo si potrebbe fare, magari si (ri)scopre un mercato che non sembrava nemmeno esistere.

E poi diciamocelo chiaramente: a parte un certo team di ubisoft...europei ed americani di giochi 2D e Platform non ci hanno mai capito una mazza e non ne hanno mai combinato una giusta, il problema di Mercury Steam è che NON sarebbero capaci di farlo un Castelvania 2D, dovrebbero rimandare lo sviluppo in Konami...magari a qualche sviluppatore sulla cinquantina che ha più idee di tanti 20enni cresciuti solo a texture e pippe mentali sui 60fps
CapRichard
CITAZIONE (Lybra @ Thursday 27 February 2014 - 20:24) *
dovrebbero rimandare lo sviluppo in Konami...magari a qualche sviluppatore sulla cinquantina che ha più idee di tanti 20enni cresciuti solo a texture e pippe mentali sui 60fps


Lord of shadow 2 è l'ultimo Castlevania fatto da Mercury ed infatti ora la serie dovrebbe tornare in mano ai Jappi.
Doc_Samson
daccordissimo...i patacconi in 3d sono belli (alcuni, molto pochi)..cioé se confrontiamo, paragonando le tecnologie di qualche tempo fa( i motori grafici ecc), sono molto piú numerosi i giochi che hanno avuto piu fama e fortuna in 2d, piuttosto che gli attuali 3D.
Poi come al solito de gustibus, adesso torno a giocare ad Awesomenauts nonostante abbia un pc che é in grado di supportare al pieno i giochi 3D di ultima generazione xD
cele
Io sono dell'opinione che un Castlevania 2D alla Rayman Origins con lo stile artistico di Order of Ecclesia farebbe il botto.
Sappo
Se è per questo l'ultimo Castlevania uscito per me è stato Order of Ecclesia, la serie Lords of Shadow sarà stata anche apprezzata (quantomeno il primo) ma per me NON è Castlevania, ne ha solo il nome e nulla più, il gioco nasce come giapponese e tale dovrebbe rimanere, con nulla togliere ai Mercury Steam ma Castlevania non è un gioco alla God of War e anche se ho giocato poco a Mirror of Fate che dovrebbe avere una meccanica simile agli ultimi usciti su console portatile, non mi è piaciuto molto. Sarò un giocatore di nicchia ma preferisco un Castlevania 2D e con il gameplay tipico della serie.
sonicco
non affondiamo nel nostalgico come sempre...come c'erano un tempo ottimi titoli ci sono anche adesso
così come le ciofeche erano anche nelle console del passato..
l'unica disgrazia a cui purtroppo mi sento di dar ragione è il fatto che il gameover in molti anzi,tantissimi giochi è completamente tolto..vada per l'enorme facilità(un esempio i mario) o la presenza di numerosissimi checkpoint(assassin's creed)che ti fanno ripartire dal punto più vicino..esempio pratici ma ce ne sono un enormità
che poi le aziende decidano di prendere uno dei loro titoli di punta e modificarlo di sana pianta senza una logica ragione non me lo spiego neanch'io..
GANASSA
QUOTE (Sappo @ Friday 28 February 2014 - 01:25) *
Se è per questo l'ultimo Castlevania uscito per me è stato Order of Ecclesia, la serie Lords of Shadow sarà stata anche apprezzata (quantomeno il primo) ma per me NON è Castlevania, ne ha solo il nome e nulla più, il gioco nasce come giapponese e tale dovrebbe rimanere, con nulla togliere ai Mercury Steam ma Castlevania non è un gioco alla God of War e anche se ho giocato poco a Mirror of Fate che dovrebbe avere una meccanica simile agli ultimi usciti su console portatile, non mi è piaciuto molto. Sarò un giocatore di nicchia ma preferisco un Castlevania 2D e con il gameplay tipico della serie.

quoto in pieno, sono anni che attendo un altro capitolo di castlevania "a scorrimento".
Molto molto deluso da Lord of shadow ... FAIL

In generale comunque i miei titoli preferiti in assoluto sono giochi di svariati anni fa, le ultime uscite non mi lasciano molto.
CapRichard
CITAZIONE (Sappo @ Friday 28 February 2014 - 00:25) *
Se è per questo l'ultimo Castlevania uscito per me è stato Order of Ecclesia, la serie Lords of Shadow sarà stata anche apprezzata (quantomeno il primo) ma per me NON è Castlevania, ne ha solo il nome e nulla più, il gioco nasce come giapponese e tale dovrebbe rimanere, con nulla togliere ai Mercury Steam ma Castlevania non è un gioco alla God of War e anche se ho giocato poco a Mirror of Fate che dovrebbe avere una meccanica simile agli ultimi usciti su console portatile, non mi è piaciuto molto. Sarò un giocatore di nicchia ma preferisco un Castlevania 2D e con il gameplay tipico della serie.


CITAZIONE (Sonicco @ Friday 28 February 2014 - 02:24) *
che poi le aziende decidano di prendere uno dei loro titoli di punta e modificarlo di sana pianta senza una logica ragione non me lo spiego neanch'io..



Beh... si... però...

cioè...

Allora, Castlevania ha 3 gameplay tipici della serie. I primi 4, sono action a scorrimento lineari. Poi sono andati per lo stile Metroidvania e poi ci sono i giochi in 3D di azione/avventura.
E ricordiamoci che Lament of Innocence, l'han fatto i Giapponesi lo stesso. E così pure Curse of Darkness. E quei due episodi per N64. E sono tutti vecchi 10 anni circa.

Lord of Shadow fa semplicemente parte della marmaglia. Non mi sentirei di fare dichiarazioni eccessive su una saga che ha cambiato direzione più di una volta, soprattutto al ivello di gameplay tipico.

Hanno solo avuto la "sfortuna" di essere inclusi in un genere, il "metroidvania" appunto, ma solo dopo symphony of the night. E quindi si tende ad associarli per lo più con quello che con altro, ma ne han fatti di cambi negli anni!
sonicco
Il punto é che se quel gioco va forte con quello stile e genere perché cambiarlo?
CapRichard
CITAZIONE (sonicco @ Friday 28 February 2014 - 12:25) *
Il punto é che se quel gioco va forte con quello stile e genere perché cambiarlo?


Allora non venire a dire che la Nintendo ricicla i giochi.

Bisogna mettersi d'accordo un po'. O si vuole innovare e cambiare, oppure si rimane sempre sulla stessa cosa. Ora, solo perché a me una cosa piace non vuol dire che non la debbano cambiare e viceversa.

Castlevania non è cambiata ora con Lord of Shadow. é cambiata tra l'1 e Simin quest, per poi tornare indietro alle origini, per poi ricambiare con symphony of the night, per poi dividersi in 2 settori, il portatile in metroidvania ed il fisso in 3D d'azione. E tutt'oggi è rimasto così, con il 3DS che si becca un capitolo in 2D e le console che hanno quello in 3D, come su PS2 e Xbox!

Poi, attento: "se il gioco va forte". Secondo chi? Con che dati? L'ultima cosa detta sui Castlevania è che Lord of Shadow è stato il più venduto in assoluto di tutta l'intera serie. Quindi hanno fatto benissimo a cambiare! Prima andava tutto fuorché forte!
Dalle parole di Konami:

We needed to make a change, so we did. The Castlevania series wasn’t going anywhere, sales were dwindling and it was appealing to only a very small hardcore base of fans. That’s how franchises die. The success of Lords of Shadow proved to everyone that there’s life in the series yet and that people could accept us going in a new direction, and we can do that again. We have to take these risks if Castlevania is to survive, otherwise it’s just going to be like Mega Man.

Gemini
In teoria Lords of Shadow è quello che ha venduto meglio per via del multi piattaforma e perché segue il filone di God of War, diventato così popolare da spronare diversi sviluppatori a creare non più di un clone sulla scia del successo di Kratos. Cioè, in teoria, perché nella realtà dei fatti Symphony of the Night ha venduto abbastanza meglio con tutte le ristampe e le versioni non retail. Resta il fatto che di certo Lords of Shadow non è il capitolo migliore della saga, ergo non è ben chiaro perché abbiano totalmente chiuso i rubinetti a Igarashi, visto che lavorava con budget risicati e riusciva a tirare fuori quasi sempre dei giochi eccellenti (quasi=Harmony of Dissonance, episodio mezza porcata fortunatamente soppiantato da Aria of Sorrow). A proposito di vendite, Mirror of Fate è quello che ha registrato i peggiori risultati di sempre insieme a Curse of Darkness e l'orripilante versione SNES di Rondo.
CapRichard
CITAZIONE (Gemini @ Friday 28 February 2014 - 17:01) *
Resta il fatto che di certo Lords of Shadow non è il capitolo migliore della saga, ergo non è ben chiaro perché abbiano totalmente chiuso i rubinetti a Igarashi, visto che lavorava con budget risicati e riusciva a tirare fuori quasi sempre dei giochi eccellenti


Credo perché alla fin fine il suo lavoro non dava così tanto profitto alla konami intera e negli ultimi anni si sono visti calare gli introiti quindi hanno voluto prendere e svecchiare il marchio per farci su un po' di soldi.

Ora come ora però, con la serie di nuovo alla ribalta dei riflettori, proverei ad intraprendere la doppia strada, con episodi più blasonati per vendere ed altri più "classici" che potrebbero tirare di più visto il risalto del nome. Poi boh.
sonicco
CITAZIONE (CapRichard @ Friday 28 February 2014 - 12:41) *
CITAZIONE (sonicco @ Friday 28 February 2014 - 12:25) *
Il punto é che se quel gioco va forte con quello stile e genere perché cambiarlo?


Allora non venire a dire che la Nintendo ricicla i giochi.

Bisogna mettersi d'accordo un po'. O si vuole innovare e cambiare, oppure si rimane sempre sulla stessa cosa. Ora, solo perché a me una cosa piace non vuol dire che non la debbano cambiare e viceversa.

Castlevania non è cambiata ora con Lord of Shadow. é cambiata tra l'1 e Simin quest, per poi tornare indietro alle origini, per poi ricambiare con symphony of the night, per poi dividersi in 2 settori, il portatile in metroidvania ed il fisso in 3D d'azione. E tutt'oggi è rimasto così, con il 3DS che si becca un capitolo in 2D e le console che hanno quello in 3D, come su PS2 e Xbox!

Poi, attento: "se il gioco va forte". Secondo chi? Con che dati? L'ultima cosa detta sui Castlevania è che Lord of Shadow è stato il più venduto in assoluto di tutta l'intera serie. Quindi hanno fatto benissimo a cambiare! Prima andava tutto fuorché forte!
Dalle parole di Konami:

We needed to make a change, so we did. The Castlevania series wasn’t going anywhere, sales were dwindling and it was appealing to only a very small hardcore base of fans. That’s how franchises die. The success of Lords of Shadow proved to everyone that there’s life in the series yet and that people could accept us going in a new direction, and we can do that again. We have to take these risks if Castlevania is to survive, otherwise it’s just going to be like Mega Man.

che le prime versioni erano diverse o quasi simil a lord of shadow per linearità lo sapevo..hanno modificato il genere con il son per ps1..non sapevo delle scarse vendite
non avevo guardato in effetti su vgchartz..a vedere infatti la serie non faceva numeri ecclatanti..1mln e qualcosa per il symphoni on the night e il primo per nes..
poi tutti sotto il milione mentre il lord of shadow ha piazzato quasi 2 milioni su ps3/360...le versioni ds nemmeno a mezzo milione sono arrivati
non posso che provare vergogna verso il videogiocatore medio..questo gioco meritava buone vendite..o almeno le versioni jrpg
per il riciclo dei giochi nintendo non cambio parere
Muu?
Mario ha rilanciato il suo stile "2D" con un 2.5D ed un level design più semplice e alla portata di tutti.

Konami potrebbe pensare allo stesso metodo: un gioco 2.5D un po' più facile rispetto ai capitoli precedenti, pur dando la possibilità ai giocatori "hardcore" di selezionare la difficoltà originale.
WeirdAlYankovic
CITAZIONE (Muu? @ Friday 28 February 2014 - 20:12) *
Mario ha rilanciato il suo stile "2D" con un 2.5D ed un level design più semplice e alla portata di tutti.

Konami potrebbe pensare allo stesso metodo: un gioco 2.5D un po' più facile rispetto ai capitoli precedenti, pur dando la possibilità ai giocatori "hardcore" di selezionare la difficoltà originale.


Quoto tutto, anche se fortunatamente non ha mai avuto propriamente la necessità di trovare un modo per rilanciarsi...
CapRichard
CITAZIONE (Muu? @ Friday 28 February 2014 - 20:12) *
Konami potrebbe pensare allo stesso metodo: un gioco 2.5D un po' più facile rispetto ai capitoli precedenti, pur dando la possibilità ai giocatori "hardcore" di selezionare la difficoltà originale.


un "Mirrors of Fate" fatto dallo studio originale non sarebbe male. Onestamente io non ho trovato male neanche MoF

CITAZIONE (Sonicco @ Friday 28 February 2014 - 20:09) *
per il riciclo dei giochi nintendo non cambio parere


Allora non farti domande come "se va forte perché cambiarlo?" su ogni altro franchise esistente. Altrimenti son due pesi e due misure.
sonicco
che un gioco riproposto sempre con quel genere venda per me va bene..altrimenti mi lamenterei per ogni titolo
il punto è che va bene quando il genere non cambia,ma almeno la storia in un gioco o propio propio i protagonisti o gli ambienti un cambiamento devono averlo
spesso e volentieri cammuffano la ripetività...è una cosa che nintendo non gli è mai riuscita molto bene in alcuni dei suoi giochi
Gemini
CITAZIONE (sonicco @ Friday 28 February 2014 - 20:09) *
non avevo guardato in effetti su vgchartz..a vedere infatti la serie non faceva numeri ecclatanti..1mln e qualcosa per il symphoni on the night e il primo per nes..

Quelle sono le sole vendite su PlayStation. Andrebbero considerate anche quelle su Saturn (pochine, ma ci stanno nonostante il port fosse un rattoppo orribile con due extra osceni), XBox Live e PSN.

CITAZIONE (Muu? @ Friday 28 February 2014 - 20:12) *
Konami potrebbe pensare allo stesso metodo: un gioco 2.5D un po' più facile rispetto ai capitoli precedenti, pur dando la possibilità ai giocatori "hardcore" di selezionare la difficoltà originale.

In teoria Dracula X Chronicles ci va molto vicino, ma ha totalizzato vendite non altissime più o meno in linea con gli altri capitoli GBA (Circle of the Moon escluso). Mirror of Fate è l'altro che è stato creato con questa idea di base, ma lì le vendite sono state catastrofiche.
DNIN
per me il 2d e' e restera' per sempre IMMORTALE
CapRichard
CITAZIONE (Gemini @ Friday 28 February 2014 - 21:03) *
Quelle sono le sole vendite su PlayStation. Andrebbero considerate anche quelle su Saturn (pochine, ma ci stanno nonostante il port fosse un rattoppo orribile con due extra osceni), XBox Live e PSN.


Non credo che quelle si XBL e PSN possano essere state tante onestamente. forse un 200k a piattaforma? Forse anche di più, ma recentemente, più vedo dati di vendita e più mi stupisco di come giochi che sono vociati molto su internet in realtà finiscono a pochissime persone.
Lybra
CITAZIONE (Gemini @ Friday 28 February 2014 - 17:01) *
In teoria Lords of Shadow è quello che ha venduto meglio per via del multi piattaforma


Rammento a tutti che anche Resident Evil 6 è stato il maggiore successo commerciale della saga...eppure si sono lette solo critiche biggrin.gif
Per N motivi non si possono confrontare i numeri di vendita di oggi con quelli di 20 anni fa rolleyes.gif i supporti sono diversi, esiste il multipiatta come dice giustamente GEMINI, i cambi delle valute sono diversi (di conseguenza anche i prezzi), la tecnologia è diversa, le aziende sono diverse...e 20 anni fa non svendevano i giochi con l'80% di sconto dopo pochi mesi.
Però ritorno a RE6: Capcom soddisfattissima delle vendite...i fan no...chi ha ragione? Il problema dell'industria dei videogame di oggi è tutto qui

Gemini
Oddio, in effetti Resident Evil 6 rende benissimo il paragone del rapporto qualità-vendite. :S Ancora mi domando che l'ho comprato a fare.
CapRichard
CITAZIONE (Gemini @ Friday 28 February 2014 - 21:36) *
Oddio, in effetti Resident Evil 6 rende benissimo il paragone del rapporto qualità-vendite. :S Ancora mi domando che l'ho comprato a fare.


A me è piaciuto tutto sommato. è di quella qualità Z che fa piacere. A 5€ massimo.

CITAZIONE (Lybra @ Friday 28 February 2014 - 21:11) *
Per N motivi non si possono confrontare i numeri di vendita di oggi con quelli di 20 anni fa


Onestamente, ne basta 1 IMO: costi di sviluppo. Prima ce la si faceva anche con poco perché I numeri in gioco erano pochi. Ora ci vuole tanto perché i numeri in gioco sono tanti. Credo che la differenza sia principalmente in quello.

Però, i dati di vendita almeno un confronto lo fanno percepire in modo invariato: la penetrazione di un gioco rispetto all'installbase e quindi quanto effettivamente sia popolare su tutta la popolazione di giocanti.
tafero
Non confondiamo le cose.
Non possiamo dire che questa generazione ha fatto totalmente schifo perchè non ci sono titoli validi come ai vecchi tempi.
Le console di oggi hanno giochi bellissimi e divertenti.. il problema è che dobbiamo dividere le cose.
Non possono prendere vecchie IP con uno stile di gioco e, cambiandolo, sperando che venda un botto perchè la massa preferisce così.. mi pare logico che poi quelli che han giocato alle vecchie versioni poi girano le cosiddette. Un Castlevania in 3D non è un Castlevania .. è come prendere Need for Speed e renderlo alla GTA.. secondo voi sarebbe ancora Need for Speed? "Eh ma alla massa piacciono i giochi alla GTA" .. bene create nuove IP con quello stile di gioco e non rovinate IP vecchie. Questo è quello che le SH dovrebbero capire.
Comunque come han detto molti qui dentro la serie di Castlevania è morta dopo Order of Ecclesia... quanto rimpiango la figaggine di Portrait of Ruins..
ultra82
@Gemini
> e l'orripilante versione SNES di Rondo.

A me di quello non mi sono piaciute due cose:
1) Omino lento per i standard della serie
2) Comandi non modificabili a piacimento come in Castlevania 4 su SNES

Per il resto è carinissimo e le BGM spaccano di brutto.

> (quasi=Harmony of Dissonance, episodio mezza porcata fortunatamente soppiantato da Aria of Sorrow)

Quoto... Harmony of Dissonance l'ho trovato un pò bruttarello a livello di animazioni dei boss.
Aria of Sorrow è forse il Castlevania portatile che mi è piaciuto di più.

Circle l'ho trovato troppo complicato per la presenza delle carte, anche se devo dire che mi è piaciuto solamente perchè è l'unico ep 2D della serie dove puoi correre.

@DNIN
> per me il 2d e' e restera' per sempre IMMORTALE

VERISSIMO. Ma se sfruttato bene, anche i giochi poligonali possono essere belli tosti. Esempio: io gioco ANCORA a Mario64. Lo trovo MOOOOLTO più dinamico e veloce rispetto ai due Galaxy su Wii laugh.gif
Poi sulla PS3 ho Metal Gear Rising, che da quando provai la demo (proprio i primi 3 secondi del tutorial), me ne INNAMORAI.
Nota: ci gioco sia senza BGM che senza VOCI (vedo i FMV stile film muti con i sottotitoli ahahah), ma resta un gioco STUPENDO. Motivo: sistema di parata INTEGRATO nel sistema di attacco.
Nonchè un sistema di QTE perfettamente integrate nel gameplay (di solito le odio smile.gif)
Nota: anche se imo dovevano semplificare/limitare un pò di più il Zandatsu

@tafero
> Non possiamo dire che questa generazione ha fatto totalmente schifo perchè non ci sono titoli validi come ai vecchi tempi.

Vero anche a te: questa generazione ha sfornato (relativamente pochi) titoli bellissimi, tra cui il sopracitato Metal Gear Rising (denigrato solo per la durata di gioco e i suoi relativamente pochi momenti nella quale giochi), e DmC (anche questo denigrato solo perchè c'è un Dante giovane), poi abbiamo avuto TPS bellissimi come Binary Domain.
Anche ai "nostri tempi" uscivano sia capolavori che DISASTRI a livello sia di progettazione (interfaccia, ecc...), che di controlli.

Tornando IT, l'ho provato Lords of Shadow su PC... mah, la telecamera limitata me l'ha fatto sembrare un pochetto legnoso

Stranamente l'ep che odio più di tutti è proprio il blasonatissimo Symphony of Night per tre ragioni:
1) Metroidvania: alla fine si riduce al stare in un area e a grindare il più possibile
2) DUE tasti di attacco
3) Quando crepi, ti scaraventa alla schermata del titolo PRIMA di caricare la tua partita, al posto di dare la possibilità di continuarla dal punto di salvataggio (visto nei video di AVGN)

Ah, gioco anche sia il 3 su NES (meraviglioso) e il Bloodlines su Mega Drive.
CapRichard
CITAZIONE (ultra82 @ Saturday 1 March 2014 - 01:50) *
Tornando IT, l'ho provato Lords of Shadow su PC... mah, la telecamera limitata me l'ha fatto sembrare un pochetto legnoso


LoS2 a dire il vero ha sofferto un po' dal feedback utenti diciamo.

Il primo LoS aveva telecamera fissa ed era lineare. Risultato: sempre grande azione, sempre ambienti diversi. Praticamente era come un Castlevania pre SoN.

Poi però molti (a quanto sembra) volevano la telecamera mobile e il backtracking, et voilat! aggiunti in LoS 2, e l'han reso peggio per questo! Telecamera sì mobile, ma "clunky" e sì al backtracking... che porta a rivisitare gli stessi ambienti di nuovo e di nuovo, dando un tocco di noia in più.

OT: MGR è una truzzata unica come poche. laugh.gif
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.
Invision Power Board © 2001-2019 Invision Power Services, Inc.