Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: [RECENSIONE] New Super Mario Bros. U
.: GBArl.it :. News sulle Console Nintendo - Emulazione - Flash Cards - Trainer > RECENSIONI > Le Vostre Recensioni
Lybra


Ammettiamolo: una consolle Nintendo se non offre al lancio un “Mario” ha qualcosa che stona subito. E’ capitato con il GameCube e non portò fortuna, è capitato anche con Wii e nonostante la consolle sia andata molto bene sul lato vendite altrettanto non possiamo dire che sia stata una consolle “amata fino in fondo” soprattutto dagli appassionati, macchiata da tanti pregiudizi e lasciata colpevolmente morire da Nintendo con troppo anticipo quando poteva ancora dire qualcosa.

Con WiiU si torna alle origini: ai tempi del SNES con una consolle nuova di pacca e un Mario 2D nuovo di pacca, questa volta però non dobbiamo aspettare 2 anni per vederla dalle nostre parti (come successe tra il 1990 e il 1992) ma addirittura possiamo gustarci consolle+gioco in anticipo di una settimana sui nostri colleghi videogiocatori giapponesi, fantascienza 20 anni fa.


Un chiaro rimando a Super Mario World


Ma sarà ancora in forma il nostro idraulico?
Per prima cosa per analizzare il gioco in questione vi chiedo uno sforzo: eliminate qualsiasi pregiudizio che avete nei confronti di Mario e nei confronti del nome del videogioco, molto simile a quello dei capitoli precedenti.
Ragionate in modo indipendente poiché la dicitura “New Super Mario Bros” è sinonimo si di vendite enormi che fanno impallidire titoli ben più blasonati ma è altrettanto vero che col tempo è diventato anche sinonimo di un nuovo modo di fare Mario più sbilanciato verso lo sfruttamento commerciale del brand che verso una sana passione nello sviluppare un bel videogioco.
Ripulite la testa e cercate di giudicare il Mario per Wii U senza giudizi affrettati.

New Super Mario Bros U si pone nel solco della tradizione dei New Super Mario Bros. proponendo quindi fondali, ambientazioni, colori, power-up e stile grafico assolutamente in linea con i precedenti episodi apparsi su DS,Wii e 3DS, il tutto ravvivato da una risoluzione adeguata ai nostri tempi ed un conseguente aumento di dettaglio che contribuiscono a rendere il Regno di Funghi un sogno ad occhi aperti innanzi al videogiocatore, un sogno però riservato solo allo zoccolo duro dei fan Nintendo poiché la massa degli “hardcore” occidentali (o sedicenti tali) viene certamente più attratta da ambientazioni tetre (o dark se volete) ed “adulte” di altri titoli, piuttosto che dalle nuvole “di meringa” o dagli sterminati prati verdi che accompagnano da sempre il primo mondo del nostro amato idraulico.

La struttura è del gioco è sempre la stessa: livelli, livelli e ancora livelli più o meno segreti con più o meno uscite secondarie il tutto contornato da una magnifica World Map che finalmente si dimostra all’altezza della situazione grazie ai mondi collegati fra loro, spesso anche in modo sicuramente innovativo poiché al posto dei soliti cannoni Warp che abbiamo conosciuto nei precedenti episodi qui troviamo uscite segrete con lunghissimi sentieri (o meglio scorciatoie) che ci catapultano da sterminati prati erbosi fino alle rocce più infuocate e permettono sviscerare ogni angolo della meravigliosa World Map. Dicevamo di una mappa finalmente tornata ai fasti di un tempo anche se, nonostante il buon numero di livelli presenti, resta fin troppi lineare e da compiere in sequenza (eccezion fatta per il Mondo 6) soprattutto se paragonata al mai dimenticato Super Mario World dove c’erano livelli segreti, Star Road da raggiungere, passaggi paralleli, ponti da svelare, livelli alternativi, isole che sembravano irraggiungibili ma in realtà non lo erano affatto ecc ecc..

Inutile spiegare come si gioca ad un platform 2D, soprattutto se parliamo di Mario, vale la pena però spendere due parole su un concetto che spesso caratterizza e categorizza tale genere: la difficoltà.
Ricordate i precedenti New Super Mario Bros? Ricordate in particolare il capitolo per 3DS dove vai in giro a fare il cazzone dorato per raccogliere solo 1-Up e monete? Beh qui le cose sono un pochettino differenti.
Sin dall’inizio si nota che c’è un cambio di marcia, fin da subito si ha un deja-vù che profuma lontanamente di anni’90 (cioè di benzine al piombo biggrin.gif ) e già dai primi livelli notiamo come Nintendo non ci voglia più “accompagnare” e farci vedere un bel cartone animato ambientato nel Regno dei Funghi ma introduce da subito elementi di sfida non presenti nei precedenti capitoli.
Ovviamente il concetto di “difficoltà” è assolutamente relativo a seconda della persona e dell’impegno/passione che ci mettiamo in un gioco piuttosto che in un altro ma è innegabile come New Super Mario Bros U prova (riuscendoci) a riallineare il livello di difficoltà su livelli più consoni per il personaggio e la serie a cui appartiene. L’impressione è che il gioco non risulta mai frustrante, a patto però di giocare di impegno e soprattutto alcuni passaggi richiedono la memorizzazione di nemici, piattaforme e pattern…viceversa senza impegno e lanciandosi a caso nel livello forte di un centinaio di vite non servirà assolutamente a niente, sprecherete solo del tempo…a meno di non essere dannatamente fortunati.
Ricordiamoci comunque che Mario non è (e a parer mio non deve) essere un emule di Donkey Kong. I platform dello scimmione sono difficili è vero ma sono anche avvincenti, Mario invece nasce con una difficoltà media ma arrivando ad essere dannatamente bastardo e così è anche in questo capitolo dove più volte vi ritroverete a morire in punti che sembrano banali ma che in realtà per quei pochi, maledettissimi, pixel si dimostreranno una trappola mortale.
A dir poco “esaltante” la mitologica Star Road (e relative stelle da collezionare) con sequenze che si rifanno direttamente ai World superati . La cosa migliore della Star Road è che ogni livello appare difficilissimo, aspro, cattivo ma una volta che lo avrete finito (e fidatevi con tanta caparbietà tutti potete farcela) oltre alla maxi-soddisfazione potrete rifare lo stesso livello e accorgervi che ormai, per voi, è facile quanto attraversare l’ 1-1!!
Se vi piace la sfida a due dimensioni la sola Star Road vale il prezzo del biglietto, garantito.

Il sottoscritto ha completato tutti i livelli, preso tutte le monete, acchiappato il Ruboniglio in tutti i mondi e raggiunte le fatidiche 5 stelle sul profilo in 30h secche…ma godendosi allegramente il titolo e la sua spensieratezza, procedendo per livelli in modo lineare ma tornando anche indietro all’occorrenza ad accumulare un po’ di vite o semplicemente rifare un particolare mondo/livello che lo ha particolarmente colpito.
Viste tutte le scorciatoie segrete non nego che ci sia la possibilità di arrivare davanti a Bowser in una manciata di ore, ma appunto la longevità dipende in larga parte da quello che uno vuole fare col proprio profilo: il mio consiglio è quello di godersi il level design e i fondali belli come sempre ma finalmente in HD, perché anche l’occhio alla vuole la sua parte.

Menzione a parte per le modalità Extra inserite: sorvolo sulle modalità cooperative, caccia alle monete e le varie “partite turbo” che sono più opzioni accessorie pensate molto in un’ottica multiplayer locale. Devo fare un encomio e un grande applauso per la sezione Sfide, veramente una grandissima trovata dove Nintendo vuole mettere davvero alla prova i suoi fan con sfide di abilità tutt’altro che banali. Dovremo fare di tutto: dal raccogliere 40 1-Up semplicemente saltando su nemici senza mai toccare terra (auguri….di cuore) a superare un intero livello senza raccogliere nemmeno una moneta (non crediate che sia facile); 4 modalità di sfide le quali contengono a loro volta più di una decina di missioni selezionate per difficoltà i cui premi sono semplicemente le 3 medaglie olimpiche: oro, argento, bronzo…il bronzo è un po’ il limite verso il basso, se non lo raggiungi devi ripetere la sfida.
Si vince qualcosa prendendo tutte le medaglie d’oro? Ahimé qui il recensore si ferma e ammette che non è ancora arrivato a quel punto ma avendo tutte le sfide sbloccate vi garantisce che è avvincente e stimolante, a patto però di amare veramente il confronto fra sé stessi e la CPU…per tutti gli altri potrà apparire come un’aggiunta accessoria nel mero tentativo di diluire la longevità.

COMMENTO FINALE
New Super Mario Bros U è la metafora di quello che è Wii U e si spera continuerà ad essere Wii U: una consolle che non volta le spalle al casual gaming ma che non considera più tale categoria come target principale. Vuoi tu casualone mio carissimo un Mario 2D? C’è, e c’è pure la guida (volutamente ignorata nel corso della recensione) però non ti aspettare di giocare ad un Mario “addolcito” per te come è stato in passato.
Gran parte dei recensori di mezzo globo si chiede se questo capitolo sia un New Super Mario Bros oppure un Super Mario Bros 4. Domanda (e risposta) difficilissima, anche perché non sappiamo cosa hanno in mente Iwata e Tezuka per il futuro ergo tutto può ancora accadere, ma la volontà di restituire l’antico splendore ad una serie ultimamente vituperata c’è tutta.
La conclusione finale è che se New Super Mario Bros DS era un buon antipasto, con la versione Wii U siamo finalmente arrivati al primo, questo senza togliere ai capitoli per Wii e 3DS che restano buoni platform ma di certo su un livello leggermente inferiore.
Attendiamo secondo e dolce!!!Sperando che non debba passare un altro, lungo decennio.

Mi é piaciuto:
Il Regno dei Funghi non era mai stato così bello e dettagliato
Ottima curva di difficoltà
Geniale la modalità sfide, soprattutto per gli esperti
Per essere un prodotto per l’intrattenimento è capace di intrattenere tantissimo
….é un platform 2D Nintendo, vuoi scherzare?

Non mi é piaciuto:
Il GamePad è utile solo per giocare anche a letto o in bagno, per il resto totalmente superfluo
Un paio di livelli in più nei primi mondi avrebbero allungato longevità e reso meno lineare la mappa

Voto: 9.5
Pie
Son quasi alla fine; Il miglior Mario 2D di sempre a parer mio, e non credo di esagerare.
Mi ci son divertito da pazzi, e le nuove modalità sfida son davvero realizzate alla perfezione.
Bello bello. smile.gif
Prace
E adesso mi vien voglia di prendere un Wii U biggrin.gif
Powt
Concordo con Pie, è il miglior gioco di Mario 2D! biggrin.gif L'ho finito tutto d'un fiato! biggrin.gif

Cmq concordo con la tua recensione e con i tuoi pro/contro smile.gif
Lybra
"Migliore di sempre non lo so"...sicuramente uno dei migliori tenendo conto non solo della serie New ma anche di tutti i titoli 2D del passato.
Giudicare un gioco del 2013 con uno del 1994/1987 comunque é difficile se non impossibile, troppe differenze,troppi parametri da soppesare e valutare ma sopratutto il problema più grande siamo noi....noi e i nostri ricordi.

Personalmente SM World rimarrà il più grande ma non perché il migliore (o forse si....) ma perchè accanto ad un ottimo gioco ci sono ottimi e meravigliosi ricordi di pomeriggi e mattinate estive divise tra i coin-op del bar e il SNES con gli amici...oggi invece la mia personale situazione è totalmente diversa e questo IMHO incide

Fatto sta comunque che per tanti giochi,anche belli, oggi gioco 1/2h poi "mollo" perché mi piacciono...e basta. Questo Mario mi é piaciuto e mi ha preso, ritrovandomi senza accorgermene alle 4 di mattina a giocare ancora....ebbene davanti ad uan cosa del geenre posso dire che è sicuramente un videogioco "speciale"
SinNiji
Imo il migliore della "saga" New.
Ottima review.
Robertino75
miglior Super Mario della serie New, ma globalmente dopo Super Mario World e Super Mario Bros 3 che sono imho nettamente migliori di questo New Super Mario U.
Andrea262
Confermate che quindi è nettamente superiore agli altri due New, in particolare l'ultimo uscito su 3DS?
uriel7
Ma che bella recensione! clap.gif

Esaustiva ma non prolissa, dettagliata ma non tecnica, sentimentale ma obiettiva (almeno così mi pare)... unici due piccolissimi "nei" (ma uno è più una preferenza personale facilissimamente aggirabile):
- comparto audio: non mi pare tu abbia accennato nulla a riguardo...
- voto finale: nulla da dire sul punteggio ottenuto dal gioco (personalmente l'ho solo "provato"), ma come forma di giudizio di un'opera non mi convince (troppo soggettiva, generalizzante e, alle volte, fuorviante)... beh, ho risolto facendo finta non ci fosse! biggrin.gif


Davvero complimenti: per la prima volta ho letto qualcosa che mi abbia incuriosito su questa nuova console! Chapeau! wink.gif
SinNiji
CITAZIONE (Andrea262 @ Tuesday 15 January 2013 - 19:13) *
Confermate che quindi è nettamente superiore agli altri due New, in particolare l'ultimo uscito su 3DS?


Non sono nemmeno paragonabili, secondo me. biggrin.gif Come non lo e' paragonare il New per DS e il New per Wii. wink.gif
Pero' a me e' piaciuto di piu' quello per Wii U se proprio devo fare paragoni diretti.. !
Lybra
CITAZIONE (uriel7 @ Tuesday 15 January 2013 - 19:44) *
- comparto audio: non mi pare tu abbia accennato nulla a riguardo...

Mancanza voluta: ritengo l'audio una cosa troppo personale...e sopratutto troppo variabile a seconda della persona.
Inoltre non ritengo Mario un titolo dove la musica ha una grande importanza, per carità é un accompagnamento ma non è la fondamenta del gioco, se in futuro dovessi recensire Lollipop Chainsaw tranquillo che lì la musica ha un ruolo chiave e quindi ne parlerei tongue.gif

CITAZIONE (uriel7 @ Tuesday 15 January 2013 - 19:44) *
- voto finale: nulla da dire sul punteggio ottenuto dal gioco (personalmente l'ho solo "provato"), ma come forma di giudizio di un'opera non mi convince (troppo soggettiva, generalizzante e, alle volte, fuorviante)... beh, ho risolto facendo finta non ci fosse! biggrin.gif

Fai te che il voto non lo avevo messo biggrin.gif (nota infatti che io stesso ho modificato il messaggio pochi minuti dopo la creazione della discussione) l'ho aggiunto pochi minuti dopo perché pensavo che fosse "obbligatorio" un voto numerico o un giudizio definitivo riassuntivo
IMHO un giudizio va dato, ma preferisco i "voti" come fanno su retrogamer.it "eccelso, pregevole, dignitoso, trash, immenso" piuttosto che gelidi numeri
uriel7
Secondo me anche in Mario l'audio ha molta importanza nel determinare l'esperienza.

Per dire: il jingle eseguito quando si "muore" ha volutamente un tono allegro e fa in modo che il giocatore "termini il tentativo" col sorriso sulle labbra; viceversa un jingle più cupo avrebbe sottolineato una sorta di "punizione"... Tutto questo secondo me è molto importante, quasi quanto la ripetitività dei motivi o la qualità degli stessi. smile.gif
kakarotto
se posso dare anche il mio parere, qualche ripetizione di troppo per i miei gusti ma in globale una buona rece, anche solo perchè si è invogliati a leggerla fino in fondo.
Bene, complimenti happy.gif

PS: con WiiU e NSMB però per il momento passo XD
per altro NSMB non mi ha mai preso granchè
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.
Invision Power Board © 2001-2019 Invision Power Services, Inc.