Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: [AMIIBO] Le carte amiibo? Un salasso!
.: GBArl.it :. News sulle Console Nintendo - Emulazione - Flash Cards - Trainer > News e Release in Home > News Multipiattaforma Nintendo > News amiibo
rdaelmito


> TOPIC UFFICIALE - AMIIBO <


Già in vendita in Giappone, dal 2 ottobre 2015 le carte amiibo (nello specifico la serie Animal Crossing) saranno disponibili anche in Occidente.

Nel corso delle ultime settimane abbiamo imparato che Nintendo prevede 4 serie a tema Animal Crossing da 100 carte l'una, sarà disponibile un raccoglitore ufficiale, in Giappone vanno a ruba e (come solito) Nintendo ha sottostimato il potenziale successo (con primi stock insufficienti)... mancava giusto il prezzo.

In Giappone le carte amiibo sono vendute in confezioni da 3 pezzi al prezzo di 300 yen (poco più di 2€).
In Nord America la catena Walmart le ha messe in preordine a 5,96 dollari, con la differenza che i pacchetti conterranno 6 carte invece di 3.
E in Europa? Purtroppo... sarà un salasso. È possibile effettuare il preordine sullo store ufficiale di Nintendo UK al prezzo di 3,49 sterline, ovvero quasi 5€!!! Pacchetto da 6? Ovviamente no, come già annunciato in Europa le carte amiibo di Animal Crossing saranno vendute in pacchetti da 3.

Se si ha la fortuna di non beccare doppioni, la serie completa da 400 carte costerà poco meno di 470 sterline (circa 650€). Un affare...
The Fil
allora cari ragazzi.... se le tengono!!!

Alla fine ho visto che fine ha fatto la collezione di kid icarus, spesi un botto di soldi per nulla, non ha nessun valore perché nessuno se la filava (se non alcuni di noi)

Queste dubito fortemente che facciano successo, poi mai dire mai però....
Sappo
Già non ci vedo questa utilità poi le mettono anche a un prezzo improponibile. Che dire se non scemo chi ci casca? biggrin.gif
CapRichard
Per i collezionisti sarà un dramma per il portafoglio..... prevedo buone entrate
GioB
il prezzo giapponese non è male, io qualche mese fa 3 tag nfc le ho pagate poco meno quindi è giustificabile

è quello europeo, più del doppio, che è assurdo

inoltre consideriamo che qui, a differenza degli amiibo normali, non te li scegli, compri una busta e speri, e sono certo che ci saranno carte comuni e carte rare, quindi iniziare una collezione del genere è caldamente sconsigliato, decisamente meglio gli amiibo normali, che messi in una vetrina o in una mensola fanno la loro figura
Lybra
Ripeto quanto già detto con gli amiibo: ma questi pensano ancora di essere negli anni'90 in cui il nipotino andava con la nonna a comprare 50.000 lire di figurine della Panini e dell' NBA perché ne parlava Uan a Bim Bum Bam?
Io vorrei proprio sapere chi, a parte i pochi collezionisti, comprerà mai 400 carte (QUATTROCENTO), anzi già sfido a scoprire chi sarà a conoscenza di questa iniziativa perché ricordo bene che anche ciò che collezionavo ai tempi ne venivo a conoscenza per la pubblicità in TV o perché era una collezione che facevano anche i miei amici, non di certo perché un videogioco mi diceva "colleziona tutte le carte"
Boh, gli amiibo potevano avere un senso, gestiti meglio, con maggiore qualità e con un numero nettamente inferiore...ma qui siamo proprio al ridicolo, almeno in Italia eh...poi mi immagino che in Giappone esistano catene o mega-negozi che allestiranno pareti intere e mercatini di scambio per queste card, ma in Italia/Europa lo vedo una follia in partenza.

Aggiungo inoltre che è tristissimo come Nintendo, la mia Nintendo, stia diventando più un'azienda produttrice di collezionabili che di videogiochi. Non voglio e non posso credere che la positività dei conti di Nintendo sia dovuta, forse, anche e soprattutto ad iniziative come gli Amiibo e queste card. A quel punto meglio i pay2win mobile...
Wise Yuri
CITAZIONE (Lybra @ Thursday 13 August 2015 - 23:13) *
Ripeto quanto già detto con gli amiibo: ma questi pensano ancora di essere negli anni'90 in cui il nipotino andava con la nonna a comprare 50.000 lire di figurine della Panini e dell' NBA perché ne parlava Uan a Bim Bum Bam?
Io vorrei proprio sapere chi, a parte i pochi collezionisti, comprerà mai 400 carte (QUATTROCENTO), anzi già sfido a scoprire chi sarà a conoscenza di questa iniziativa perché ricordo bene che anche ciò che collezionavo ai tempi ne venivo a conoscenza per la pubblicità in TV o perché era una collezione che facevano anche i miei amici, non di certo perché un videogioco mi diceva "colleziona tutte le carte"
Boh, gli amiibo potevano avere un senso, gestiti meglio, con maggiore qualità e con un numero nettamente inferiore...ma qui siamo proprio al ridicolo, almeno in Italia eh...poi mi immagino che in Giappone esistano catene o mega-negozi che allestiranno pareti intere e mercatini di scambio per queste card, ma in Italia/Europa lo vedo una follia in partenza.

Aggiungo inoltre che è tristissimo come Nintendo, la mia Nintendo, stia diventando più un'azienda produttrice di collezionabili che di videogiochi. Non voglio e non posso credere che la positività dei conti di Nintendo sia dovuta, forse, anche e soprattutto ad iniziative come gli Amiibo e queste card. A quel punto meglio i pay2win mobile...

Concordo su come la cosa sia gestita quasi volutamente male per lucrare sui collezionisti e parenti (pressapoco), ma ora non diciamo cose di cui ci potremmo pentire....
Per quanto mi riguarda, gli amiibo - in qualsiasi forma - se li può tenere la Nintendo, troppo costosi sti nuovi Mini Boglins.
Lybra
CITAZIONE (Wise Yuri @ Friday 14 August 2015 - 10:03) *
Concordo su come la cosa sia gestita quasi volutamente male per lucrare sui collezionisti e parenti (pressapoco), ma ora non diciamo cose di cui ci potremmo pentire....

Guarda..francamente preferisco vedere Nintendo guadagnare con qualche giochetto mobile, piuttosto che vederla trasformata in un'azienda creatrice di piccole Barbie mariesche. L'accessorio e il collezionabile ci sta, fidelizza pure il cliente, ma qui è chiaro che Nintendo ha creato una linea di business parallela al software...e se continuiamo a vendere più amiibo che software non so quanto roseo sarà il futuro
uriel7
Io invece sono meno catastrofista: gli alti introiti degli amiibo&co copriranno quelli bassi dell'hardware&software (più il primo)... sia mai che con questo "salvagente" si sentano di poter rischiare qualcosina in più coi futuri hardware. happy.gif
WeirdAlYankovic
Per come la vedo io, chi compra queste robe in un certo senso merita ogni genere di pratica scorretta, sembra scontato ma a volte ce lo dimentichiamo...Il prezzo non lo fa Nintendo ma chi compra, gli "omni-collezionisti" (che poi mi devono ancora spiegare che gusto c'è nel collezionare qualcosa che è stato concepito per esserlo...) non mi faranno mai pena per le cifre che gli vengono spremute...Fosse per me li spremerei come lo stato fa con i fumatori, così se non si tolgono il vizio beh, almeno gli altri ci guadagnano qualcosa XD.
Lybra
CITAZIONE (uriel7 @ Friday 14 August 2015 - 10:41) *
Io invece sono meno catastrofista: gli alti introiti degli amiibo&co copriranno quelli bassi dell'hardware&software (più il primo)... sia mai che con questo "salvagente" si sentano di poter rischiare qualcosina in più coi futuri hardware. happy.gif

Questo sarebbe un sogno.... ohmy.gif
CapRichard
Ma Nintendo non aveva iniziato facendo carte?

Beh qui il cerchio si chiude!
Kiyomaru
La situazione sembra anche peggiore del previsto. Su Amazon la prevendita è a €7,99 per un pacchetto da 3 carte, 1 speciale + 2 normali (venduto e spedito da Amazon, non da terzi, quindi il prezzo potrebbe essere ufficiale). Non capisco perché questa linea di condotta riservata all'Europa. In Giappone e in America il prezzo è commisurato all'offerta, da noi è semplicemente un furto. Avrei potuto capire 6 carte come Walmart ma così prevedo un bel tonfo.
rdaelmito
Che siano un salasso purtroppo si è capito, ma il prezzo di Amazon mi pare messo giusto per evitare qualsivoglia sorpresa. 8€ sono davvero un'esagerazione e stronca la vendita ancora prima di partire, visti gli altri mercati è probabile che il prezzo finale sia intorno a 5€ - che rimane comunque un'enormità.
manuel93
http://www.amazon.it/gp/product/B012TK388O...r_gw_d20_g63_i6

Peggio delle aspettative devo dire

EDIT:non mi ero accorto che due post più su già si parlava del prezzo di amazon laugh.gif
DNIN
quando usciranno pure qua da noi prevedo pagine e pagine nel 3d acquisti videoludici con gente che si "bulla" con buona pace di chi sta scrivendo in questo 3d
Marcutyo
Stanno a 4,98€ su GameStop.
A me non interessano, ma comunque segnalo il prezzo ad Amazon.
~Blastø
Io ho già dato con gli amiibo. Completata la SSB collection acquisterò solo qualche altro amiibo che mi piace, delle carte di AC ho intenzione di prenderne 2-3 bustine e mi fermo lì (ovviamente se costeranno 5 euro o meno).
Astro86
Io acquisto gli amiibo più per le statuine in se che per ciò che fanno (potenziamenti, sblocco personaggi, ecc)... ma sinceramente sti pezzi di cartoncino per me non hanno alcun valore collezionistico (poi chi piace collezionare carte ci andrà pure pazzo è) ma non è il mio caso.
Pak_Gatsu
Anche amazon si è adattato al prezzo ufficiale. Ora le carte sono in vendita a 4.98 euro.
rdaelmito
Oltre al prezzo esorbitante... non ci sono manco gli stock! Da MediaWorld non le ho viste, mentre i GameStop nella mia zona hanno giusto qualche pacchetto.

Auguri a chi vuole collezionarle, abbiamo comunque aperto un topic per gli scambi
http://www.gbarl.it/index.php?showtopic=102029
almeno cerchiamo di non regalare troppi soldi a Nintendo biggrin.gif.
Pak_Gatsu
Secondo il sito del Gamestop le carte non risultano disponibili in nessun negozio, possibile? O_o
Con l'acquisto online invece sembrano disponibili... che sia un modo per spingere a prenderle solo tramite sito?
rdaelmito
In negozio ci sono, è la mappa non aggiornata... però pochissimi pacchetti, io ho chiesto in due GameStop e ne avevano rispettivamente 3 e 5 pacchetti... una miseria, considerando che se si è baciati dalla fortuna servono almeno 34 pacchetti per completare la prima serie.

Quindi sì, forse vogliono spingere la vendita online.
Pak_Gatsu
Dopo il lavoro passo a ritirare la collection di Fallout e mi informo sulle carte, comunque anche su amazon sono disponibili senza problemi.
KhORNy
dopo essermi fatto due conti... ho deciso per la prima volta di rinunciare ad animal crossing... tra carte e amiibo... ci vogliono tanti soldi pari ad almeno 5/6 giochi nuovi per cercare di farne uno solo! per me non è più concepibile!
Pak_Gatsu
C'è anche da dire che le carte non sono necessarie per godersi il gioco, secondo me il problema è il titolo in se che da come ho letto non ha preso volti altissimi. Sicuramente è un bell'esperimento ma alla lunga potrebbe stancare più di un titolo classico della serie.
KhORNy
CITAZIONE (KhORNy @ Friday 2 October 2015 - 12:57) *
dopo essermi fatto due conti... ho deciso per la prima volta di rinunciare ad animal crossing... tra carte e amiibo... ci vogliono tanti soldi pari ad almeno 5/6 giochi nuovi per cercare di farne uno solo! per me non è più concepibile!



CITAZIONE (Pak_Gatsu @ Friday 2 October 2015 - 13:08) *
C'è anche da dire che le carte non sono necessarie per godersi il gioco, secondo me il problema è il titolo in se che da come ho letto non ha preso volti altissimi. Sicuramente è un bell'esperimento ma alla lunga potrebbe stancare più di un titolo classico della serie.


a me la cosa che potrebbe dar fastidio alla lunga è che rinunciando a tutto questo putiferio di gadgetSsSs poi si rischi di compromettere un titolo futuro della serie che troverà la sua consacrazione anche attraverso questo... io oggi sarei andato a ritirare il gioco, solo solo per prendere il lettore incluso e tenerlo dentro casa per i prossimi giochi... ma una prima serie da 100 carte, ogni pacchetto 5 euro per 3 carte... gli amiibo poi non li vogliamo mettere che sicuramente si sfruttano in più titoli... poi ci saranno altre serie di carte.... ed io non ho più la possibilità come un tempo di avere amici che potrebbero assecondarmi in questa follia manco per fare scambio di doppioni... insomma secondo me se la sono pensata male... terranno a distanza una serie di appassionati come me che non vogliono stare al passo con tutto questo e solo per avere delle piccole ricompense in game... peccato!
rdaelmito
CITAZIONE (KhORNy @ Friday 2 October 2015 - 14:45) *
... non vogliono stare al passo con tutto questo e solo per avere delle piccole ricompense in game... peccato!

Premesso che non ancora provo il gioco... ma appunto, le carte amiibo dovrebbero servire a sbloccare piccole cose, di certo non influiscono sull'esperienza di gioco. Solo le carte speciali sono necessarie per chiamare i personaggi principali della serie che altrimenti non arriverebbero mai in città, ma non sono per nulla cruciali ai fini del gioco.

Sull'esperienza di gioco se ne può discutere non essendo un titolo classico, però non va evitato come la peste pensando che siano necessari amiibo e carte amiibo smile.gif.
Dude®
Ma di cosa vi lamentate come bambini?
Da quando Nintendo regala cose?
Parliamo dei vestiti di super smash bros come DLC a 9 o 19 euro ?
Collezionavo figurine da quando avevo 12 anni. Esistono beni di prima necessità, beni di consumo, beni di lusso e collezionismo.
E' chiaro che non è indispensabile acquistarle, ed è chiaro che è una forma di introito a gratis per nintendo.
Io mi preoccupo di più per il titolo in se', ha avuto voti imbarazzanti, è uno spin off, venduto a prezzo pieno.
rdaelmito
CITAZIONE (Dude® @ Friday 2 October 2015 - 14:54) *
Ma di cosa vi lamentate come bambini?

Sì, però diamoci una calmata, non serve a nessuno intervenire così quando si stava discutendo molto pacatamente. Si poteva esprimere lo stesso pensiero con parole decisamente più serene, ok? smile.gif
Dude®
CITAZIONE (rdaelmito @ Friday 2 October 2015 - 14:58) *
CITAZIONE (Dude® @ Friday 2 October 2015 - 14:54) *
Ma di cosa vi lamentate come bambini?

Sì, però diamoci una calmata, non serve a nessuno intervenire così quando si stava discutendo molto pacatamente. Si poteva esprimere lo stesso pensiero con parole decisamente più serene, ok? smile.gif


No, perdonami ma non ho offeso nessuno.

...ci vogliono tanti soldi pari ad almeno 5/6 giochi nuovi per cercare di farne uno solo! per me non è più concepibile!

Spiegami sta frase, con tanto di conti fatti.
Forse non è chiaro che si chiama "collezionismo"... dry.gif


KhORNy
CITAZIONE (Dude® @ Friday 2 October 2015 - 14:26) *
CITAZIONE (rdaelmito @ Friday 2 October 2015 - 14:58) *
CITAZIONE (Dude® @ Friday 2 October 2015 - 14:54) *
Ma di cosa vi lamentate come bambini?

Sì, però diamoci una calmata, non serve a nessuno intervenire così quando si stava discutendo molto pacatamente. Si poteva esprimere lo stesso pensiero con parole decisamente più serene, ok? smile.gif


No, perdonami ma non ho offeso nessuno.

...ci vogliono tanti soldi pari ad almeno 5/6 giochi nuovi per cercare di farne uno solo! per me non è più concepibile!

Spiegami sta frase, con tanto di conti fatti.
Forse non è chiaro che si chiama "collezionismo"... dry.gif


lo chiarisco subito... io colleziono videogames da sempre, e per me è inconcepibile cominciare a collezionare oggetti extra solo per restare al passo con un paio di giochi (senza discutere sulla qualità di questi ultimi)... ovviamente non discuto chi vuole mettersi a collezionarli, semmai ponevo l'accento sul fatto che, in rapporto al prezzo, non aggiungono cose fondamentali all'esperienza di gioco...
poi i miei conti sono questi:
  • per portarsi a casa la prima serie di carte, ammesso di essere fortunati, servono almeno 34 pacchetti, quindi 34 x 5 = 170€;
  • il gioco per 3ds compreso di lettore per amiibo e carte viene 60€;
  • se uno vuole comprarsi tutti gli amiibo di animal crossing deve spendere mediamente 15 x 8 = 90€.

il totale qui è di 320€, pari a 8 giochi per 3DS pagati 40€ (avevo detto 5/6 perchè pensavo ai giochi di altre piattaforme e possono costare di più... sui 60/70€ tongue.gif )
questo tipo di collezionismo non fa per me... tutto qua... mi limiterò prendermi gli amiibo di Totakeke e Tanukichi che per me non possono mancare e spero in futuro di potermi godere dei giochi dove poterli sfruttare assieme agli altri amiibo che per me sono fondamentali wink.gif

ultima cosa anche se è un pò OT: cmq su 3DS a parte questi Happy Home Designer e Smash Bros per ora non c'è altro di interessante che sfrutti questi amiibo... ripeto... spero in meglio per il futuro biggrin.gif
Sir Double M
Effettivamente ultimamente NIntendo non si sta proprio regolando con questi "DLC fisici", sarebbero davvero da boicottare, invece di sicuro venderanno tantissimo...
Lybra
CITAZIONE (KhORNy @ Friday 2 October 2015 - 14:45) *
a me la cosa che potrebbe dar fastidio alla lunga è che rinunciando a tutto questo putiferio di gadgetSsSs poi si rischi di compromettere un titolo futuro della serie che troverà la sua consacrazione anche attraverso questo...

Fondamentalmente hai ragione...penso agli amiibo: inizialmente nati come un "in più" per Super Smash, subito dopo divenuti importanti in alcuni giochi a tal punto da aggiungere e modificare l'esperienza di gioco (tipo il secondo Yoshi in Yoshi'w Wooly World) senon comunque trasformarsi in "DLC viaggianti" adattabili a più titoli.
Ed è altrettanto vero che, purtroppo, Nintendo non ha la politica della Disney o di Activision dove inonda qualsiasi punto vendita di totem espositivi pieni di pupazzetti.
Francamente io credo che l'amiibo di Kirby o quello di King Dedede resteranno rari a vita...piuttosto faranno altre serie ma quelli della serie Super Smash Bros. ormai sono andati e non torneranno, anche se dicono il contrario.
Anche io ho comprato Fox e Falco sapendo e sperando in una compatibilità con StarFox Zero...e visto che è pure stato rimandato ho come l'impressione che se non compravo Fox ora (che è trovabile) e non prenotavo Falco arrivavo al 2016 con il gioco che sfruttava gli amiibo ma senza amiibo.

L'unica speranza è che, dato il successo, gli amiibo andranno avanti anche oltre il 3DSe il WiiU e che dopo queste "ondate" corpose sopratutto l'anno scorso si arrivi ad una situazione di tranquillità dove bene o male chi voleva collezionarli...ci è riuscito

CITAZIONE (KhORNy @ Friday 2 October 2015 - 14:45) *
ed io non ho più la possibilità come un tempo di avere amici che potrebbero assecondarmi in questa follia manco per fare scambio di doppioni...
insomma secondo me se la sono pensata male..

Quello che stupisce anche me è che l'idea della figurina, del collezionabile, dello scambio di doppioni è roba da anni'90...tempi nei quali ci scambiavamo le figurine dell' NBA e donavamo mezzo rene per il raccoglitore.
L'idea di uscire oggi con dei toy-to-life per me era aberrante, però ha avuto successo tutto sommato e non solo con Nintendo.
Forse hanno però sbagliato il target: non vengono collezionati dai bambini delle elementari come si sarebbe fatto 20/30 anni fa, ma sono i bambini delle elementari di allora, oggi adulti, a fare i collezionisti biggrin.gif da qui tutte le incazzature perché parliamoci chiaro: chi ha mai finito, non aiutato dai genitori, un album di figurine? Pochi...soprattutto quando te ne mancavano due e dovevi fartele spedire per posta, qui stessa storia: quale bambini si lamenterebbe se non trova l'amiibo di Duck Hunt o non finisce le figurine di Animal Crossing? Nessuno. Però il bambino degli anni'80, oggi adulto, ha la possibilità economica di finire tutte le collezioni che vuole attingendo la roba attraverso più canali distributivi e se non ci riesce...giustamente si infervora biggrin.gif
Dude®
CITAZIONE (KhORNy @ Friday 2 October 2015 - 16:16) *
CITAZIONE (Dude® @ Friday 2 October 2015 - 14:26) *
CITAZIONE (rdaelmito @ Friday 2 October 2015 - 14:58) *
CITAZIONE (Dude® @ Friday 2 October 2015 - 14:54) *
Ma di cosa vi lamentate come bambini?

Sì, però diamoci una calmata, non serve a nessuno intervenire così quando si stava discutendo molto pacatamente. Si poteva esprimere lo stesso pensiero con parole decisamente più serene, ok? smile.gif


No, perdonami ma non ho offeso nessuno.

...ci vogliono tanti soldi pari ad almeno 5/6 giochi nuovi per cercare di farne uno solo! per me non è più concepibile!

Spiegami sta frase, con tanto di conti fatti.
Forse non è chiaro che si chiama "collezionismo"... dry.gif


lo chiarisco subito... io colleziono videogames da sempre, e per me è inconcepibile cominciare a collezionare oggetti extra solo per restare al passo con un paio di giochi (senza discutere sulla qualità di questi ultimi)... ovviamente non discuto chi vuole mettersi a collezionarli, semmai ponevo l'accento sul fatto che, in rapporto al prezzo, non aggiungono cose fondamentali all'esperienza di gioco...
poi i miei conti sono questi:
  • per portarsi a casa la prima serie di carte, ammesso di essere fortunati, servono almeno 34 pacchetti, quindi 34 x 5 = 170€;
  • il gioco per 3ds compreso di lettore per amiibo e carte viene 60€;
  • se uno vuole comprarsi tutti gli amiibo di animal crossing deve spendere mediamente 15 x 8 = 90€.

il totale qui è di 320€, pari a 8 giochi per 3DS pagati 40€ (avevo detto 5/6 perchè pensavo ai giochi di altre piattaforme e possono costare di più... sui 60/70€ tongue.gif )
questo tipo di collezionismo non fa per me... tutto qua... mi limiterò prendermi gli amiibo di Totakeke e Tanukichi che per me non possono mancare e spero in futuro di potermi godere dei giochi dove poterli sfruttare assieme agli altri amiibo che per me sono fondamentali wink.gif

ultima cosa anche se è un pò OT: cmq su 3DS a parte questi Happy Home Designer e Smash Bros per ora non c'è altro di interessante che sfrutti questi amiibo... ripeto... spero in meglio per il futuro biggrin.gif



Condivido tutto in pieno.
Ma quanti di voi hanno speso soldi fin'ora con i DLC dei giochi ?

Secondo me è un esperimento, gli amiibo costano produrli e con le carte hanno un margine di guadagno disumano.
fast83
QUOTE (Lybra @ Friday 2 October 2015 - 17:13) *
Quello che stupisce anche me è che l'idea della figurina, del collezionabile, dello scambio di doppioni è roba da anni'90...tempi nei quali ci scambiavamo le figurine dell' NBA e donavamo mezzo rene per il raccoglitore.
L'idea di uscire oggi con dei toy-to-life per me era aberrante, però ha avuto successo tutto sommato e non solo con Nintendo.
Forse hanno però sbagliato il target: non vengono collezionati dai bambini delle elementari come si sarebbe fatto 20/30 anni fa, ma sono i bambini delle elementari di allora, oggi adulti, a fare i collezionisti biggrin.gif da qui tutte le incazzature perché parliamoci chiaro: chi ha mai finito, non aiutato dai genitori, un album di figurine? Pochi...soprattutto quando te ne mancavano due e dovevi fartele spedire per posta, qui stessa storia: quale bambini si lamenterebbe se non trova l'amiibo di Duck Hunt o non finisce le figurine di Animal Crossing? Nessuno. Però il bambino degli anni'80, oggi adulto, ha la possibilità economica di finire tutte le collezioni che vuole attingendo la roba attraverso più canali distributivi e se non ci riesce...giustamente si infervora biggrin.gif


Un attimino però: io ho (vaghi) ricordi delle collezioni di figurine, e ce n'erano diverse, da quelle normali adesive a quelle in cartoncino lucido, e la differenza di prezzo c'era eccome: mi pare di ricordare 500 lire per le prime e 1500 per le seconde, e parliamo sempre di bustine con 5/8 figurine dentro eh.
Quello che mi ricordo distintamente però sono MONTAGNE di figurine doppie, per cui non so se davvero rapportando tempi e valuta ci fosse davvero tutto sto risparmio... e mi ricordo anche che l'ordine delle 3 figurine mancanti lo facevano in pochi, tutti gli altri giù a spendere soldi per trovare tutte doppie.
Parlando di tempi, è anche vero che la collezione di figurine è andata parecchio scemando, e se tiriamo in mezzo anche crisi ecc, adesso un genitore non spenderebbe mai centinaia di euro per pezzi di carta adesiva. Ho visto genitori comprare ciofeche assurde per Psp e DS solo perché prezzate a 2.98 da Gamestop, capiamoci.

Poi eh, io l'ho presa (la versione col lettore incluso) sulla fiducia, ma soprattutto per mia figlia, in quanto sarà sicuramente lei ad usarlo mooooolto più di me.
Che ci siano carte (delle quali mi frega zero) o Amiibo (dei quali ne ho 9 giusto perché 7 erano prezzati 5 euro e gli ultimi due erano in Bundle con giochi) poco importa.

Nintendo qui, secondo me, ha toppato (parliamo per il pubblico medio, il collezionista o il genitore pieno di soldi ci saranno sempre) perché poteva ridurre di brutto il costo (sia delle carte che degli Amiibo) e venderne uno sfacelo in più.
Nello specifico, se un Amiibo costa a mamma N 3 euro (stando larghi), una carta? 5 cent? Dai su, piazzavano gli stessi pacchetti a 2.50 euro, magari con 5 carte l'uno, li mettevano in vendita OVUNQUE, trattando le carte come una vera collezione di figurine, che IN PIÙ ha anche funzioni per eventuali giochi.
Poi con pubblicità in TV giornali prima e dopo i cartoni animati avrebbero fatto faville.

Secondo me gli è andata così di c*lo con gli Amiibo che hanno pensato bene "se ce l'abbiamo fatta con le statuine, vuoi che non ce la facciamo anche con le carte???", frase che mi ricorda, per gli amanti di Top Gear, il buon Clarkson che diceva, all'inizio di sfide impossibili, "How hard can it be?", facendo finire immancabilmente tutto a donnine. pinch.gif

P.s.andate poi a vedere quanto costano i mazzi di Yu Gi Oh o di Magic, e chiedete a chi gioca quanto ci spende...biggrin.gif
Pak_Gatsu
CITAZIONE (Pak_Gatsu @ Friday 2 October 2015 - 13:24) *
Dopo il lavoro passo a ritirare la collection di Fallout e mi informo sulle carte, comunque anche su amazon sono disponibili senza problemi.

Oggi sono passato nel negozio vicino casa ed ho visto che avevano una decina di pacchetti di carte esposti. Inoltre ho visto su amazon che il prezzo è salito misteriosamente a quasi 8 euro. O_o
Lybra
CITAZIONE (fast83 @ Friday 2 October 2015 - 21:39) *
Un attimino però: io ho (vaghi) ricordi delle collezioni di figurine, e ce n'erano diverse, da quelle normali adesive a quelle in cartoncino lucido, e la differenza di prezzo c'era eccome: mi pare di ricordare 500 lire per le prime e 1500 per le seconde, e parliamo sempre di bustine con 5/8 figurine dentro eh.
Quello che mi ricordo distintamente però sono MONTAGNE di figurine doppie, per cui non so se davvero rapportando tempi e valuta ci fosse davvero tutto sto risparmio... e mi ricordo anche che l'ordine delle 3 figurine mancanti lo facevano in pochi, tutti gli altri giù a spendere soldi per trovare tutte doppie.
Parlando di tempi, è anche vero che la collezione di figurine è andata parecchio scemando, e se tiriamo in mezzo anche crisi ecc, adesso un genitore non spenderebbe mai centinaia di euro per pezzi di carta adesiva. Ho visto genitori comprare ciofeche assurde per Psp e DS solo perché prezzate a 2.98 da Gamestop, capiamoci.

Non ho mai voluto fare un paragone economico tra le figurine ieri ed oggi, però dicevo che ieri le figurine erano uno status symbol, un mezzo diffuso, un qualcosa che addirittura io scambiavo in campagna con ragazzi di 30/35 anni che ogni tanto tra l'album dei calciatori o quello della Ferrari qualcosa collezionavano anche loro.
Oggi non so quanto sia furbo uscirsene con sta storia delle figurine collezionabili, soprattutto se poi hai evidenti problemi distributivi rolleyes.gif e tra l'altro oggi non so nemmeno quanto possa essere efficace una campagna di "collezionabili"
Sulle scelte dei genitori poi non mi esprimo: effettivamente come dici tu spendere 5€ per tre figurine in croce scoccia, però è anche vero che poi sono gli stessi genitori che regalano tablet/smartphone al figlio di 6 anni (cosa che io non farei MAI e non farò quando sarò genitore) da magari 400/500€ oppure vestono i figli con vestiti firmati anche li da parecchie centinaia di €€€
ATTENZIONE!! Non dico che TUTTI i genitori sono così wink.gif anzi spero siano una minoranza, però genitore/bambino alla fine seguono le mode...e oggi comprare delle figurine è una cosa non di moda, vecchia, ecco perché flopperà al di fuori dei pochi appassionati

CITAZIONE (fast83 @ Friday 2 October 2015 - 21:39) *
Nintendo qui, secondo me, ha toppato (parliamo per il pubblico medio, il collezionista o il genitore pieno di soldi ci saranno sempre) perché poteva ridurre di brutto il costo (sia delle carte che degli Amiibo) e venderne uno sfacelo in più.
Nello specifico, se un Amiibo costa a mamma N 3 euro (stando larghi), una carta? 5 cent? Dai su, piazzavano gli stessi pacchetti a 2.50 euro, magari con 5 carte l'uno, li mettevano in vendita OVUNQUE, trattando le carte come una vera collezione di figurine, che IN PIÙ ha anche funzioni per eventuali giochi.

Ultimamente leggo spesso questa teoria che "se l'azienda X regalasse la roba venderebbe uno sfacelo" si certo ma fallirebbe biggrin.gif
Hanno presentato i nuovi Nexus e giù polemiche per i prezzi europei e cosa ho letto più spesso "se costava come negli USA avrebbe venduto uno sfacelo"
Il fatto è che oggi dei "numeri" frega relativamente alle aziende, interessa giusto a Sony perché è un'azienda ferma agli anni'90 a livello imprenditoriale e, PS4 a parte, si vede in che stato comatoso sono finiti, persino giganti come Samsung ormai da certi prodotti vogliono togliersi perché non ci guadagnano nonostante siano leader del mercato.
Meglio poco ma con tanto guadagno...soprattutto poi nel caso in cui come con gli amiibo la produzione non sta dietro alle vendite, i canali distributivi sono inadeguati oppure meglio in casi proprio come gli amiibo o le amiibo card c'è un picco di domanda all'inizio che poi va a scremare lasciando parecchi invenduto nei negozi.
Oggi rispetto a 20 anni fa i prodotti nascono e muoiono con una rapidità impressionante per cui le aziende hanno tutto il vantaggio a fare relativamente pochi pezzi (rispetto alla domanda) venderli tutti, subito, a prezzi gonfiati e poi passare al prodotto successivo...perché uno smartphone venduto sottocosto o a prezo ribassato dopo 6 mesi è solo una perdita nel bilancio dell'azienda e anche milioni di amiibo a 5€ sarebbero più un danno che un successo per Nintendo

Tornando a Nintendo mi dici che se le figurine costavano la metà e le distribuivano ovunque avrebbero avuto un successo stellare, ne sei convinto? Io per niente. Anzitutto Nintendo distribuendole attraverso i suoi canali classici e non nelle librerie/edicole ha risparmiato nuovi accordi, nuovi intermediari, nuovi distributori....in secondo luogo non sono sicuro che avere queste figurine al supermercato o alla gelateria del parchetto avrebbe giovato, anzi Nintendo probabilmente tra 6 mesi avrebbe dovuto ritirare parecchio invenduto

CITAZIONE (fast83 @ Friday 2 October 2015 - 21:39) *
Poi con pubblicità in TV giornali prima e dopo i cartoni animati avrebbero fatto faville.

Cartoni animati? Che io sappia in Italia con i cartoni animati siamo nel più totale de profundis biggrin.gif non esiste più uno (o più) "contenitori per ragazzi" attraverso cui veicolare un messaggio pubblicitario. I pochi cartoni rimasti vengono trasmessi su canali con tipo lo 0,1% di share e di fatti sono sempre meno seguiti con regolarità.
E anche altrove non credo vada meglio visto che la crisi di manga/anime/videogames è iniziata proprio in Giappone dove hanno finito le idee già da qualche tempo o si sono troppo seduti sugli allori.
Nahh anche qui andava bene 20 anni fa in cui durante bim bum bam o l'albero azzurro potevi martellare quello che volevi, soprattutto in autunno, e il successo natalizio arrivava...ora i ragazzi non sai cosa guardano/seguono: c'è chi guarda la TV, c'è chi usa solo Angry Birds, c'è chi va su facebook a 6 anni, abbiamo troppi "contenitori" ecco perché,mi costa dirlo, approvo tutto sommato la politica del mobile gaming: se serve davvero come pubblicità innovativa ed adatta ai tempi odierni allora ben vengano
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.
Invision Power Board © 2001-2019 Invision Power Services, Inc.