IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

Seguici su:    
 
Closed TopicStart new topic
> Recensione: DS-Link TF Adapter
Evrain
messaggio Wednesday 6 September 2006 - 13:34
Messaggio #1

The Evra Powwah! (Pirla)
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 10.824
Iscritto il: Fri 24 December 2004 - 19:38
Da: Nosgoth
Utente Nr.: 3.467
Feedback: 0 (0%)




DS Link microSD/TF Adapter


Link Utili
Homepage: www.ds-link.net


Come tutti sapete, le flashcard per Nintendo DS hanno subito una brusca svolta dalle "vecchie" soluzioni di backup quando, grazie ad una migliore comprensione dei meccanismi hardware del Nintendo DS, sono state annunciate card capaci di eseguire codice non firmato (ovvero non autorizzato da Nintendo) direttamente dallo Slot 1, quello utilizzato dalle normali cartucce DS. Questo tipo di flashcard fa saltare subito all'occhio non solo il vantaggio delle dimensioni, potendo dire addio alle ingombranti M3 o Supercard prima generazione, ma anche quello di poter usare nativamente funzioni come il GBA Union o accessori come il Rumble Pack o l'Expansion Pack utilizzato da Opera DS.

La prima tra queste nuove card ad essere annunciata è stata proprio la DS Link, prodotta dalla cinese EDIY, adattatore per memorie di tipo microSD/TransFlash (basate su standard miniSD e quindi utilizzabili su altri dispositivi). Grazie ad un accordo con il produttore stesso, GbaRL.it è riuscito ad ottenere un campione di prova, la prima parte della cui recensione è quella che vi presentiamo qui.
  • Introduzione
La DS Link, come già detto, offre sulla carta caratteristiche piuttosto interessanti:
  • Funzionamento da Slot 1
  • Compatibilità con tutte le varianti del DS in commercio
  • Uso di memorie ultracompatte microSD/TransFlash
  • Capacità da 128Mb fino a 2Gb (capacità massima delle microSD)
  • Memoria Flash in parallelo con una EEPROM da 4Mb entrambe per gli aggiornamenti software e lo stoccaggio dei salvataggi
Due sono tuttavia gli svantaggi, che è bene precisare già in questa sede: innanzitutto, non viene fornita una funzionalità di PassMe, il che significa che sarà necessaria o l'installazione (di estrema semplicità e, a mio avviso, di più vantaggio che svantaggio) del FlashMe V7 - non incluso nel disco driver - oppure una pericolosa operazione di swap "a caldo" con una cartuccia PassMe.
In secondo luogo, non è possibile fornire un adeguato buffer di memoria tramite lo Slot 1 soltanto, il che porta all'obbligo di dover comunque utilizzare una flash dedicata per i giochi GBA: il manuale consiglia la GBALinkZIP, della stessa azienda, per via della possibilità di utilizzare la superiore velocità della microSD per leggere i dump, ma chiaramente questo è solo un consiglio e nulla vi vieta di impiegare le flash che avete già a casa.

Detto questo, proseguiamo con la descrizione dell'oggetto.
  • Inside the Box
Il campione è arrivato, come potete vedere, imballato non solo nella busta DHL ma anche in una scatolina in cartone rinforzato di dimensioni contenutissime, sigillata a mò di sarcofago egizio - il che è un bene, visto che il contenuto è giunto perfettamente integro e pronto alla recensione.





Una volta divelto l'involucro, ecco il set fornitoci per le prove, in tutto e per tutto identico a quello reperibile nei negozi e siti specializzati.



Il packaging è di ottima qualità, essendo costituito da una sleeve in cartoncino lucido che avvolge strettamente la flash vera e propria, custodita in una scatolina in latta satinata e protetta da svariati elementi in gommapiuma che molto da vicino ricorda quelle delle G6. Ancor prima di esaminarne l'interno, salta immediatamente all'occhio la dimensione contenutissima del tutto, ma su questo si ritornerà in seguito.
Una volta aperta la scatolina e rimosso un pannicolo protettivo di gommapiuma, si accede agli alloggiamenti dove sono conservati, come vedete dall'immagine, un adattatore USB 2.0 a penna per memorie MMC/SD e derivate nonchè la DS Link stessa. Nella versione fornitaci, il pannicolo separa questo vano da quello a ridosso del coperchio, che invece custodisce un miniCD contenente una piacevolmente inusuale dotazione software nonchè il foglietto d'istruzioni che vedete in foto.
Bisogna comunque sottolineare che il materiale cartaceo di questo set è interamente in cinese: tuttavia un messaggio della EDIY, visibile in foto, conferma che, mentre le confezioni internazionali saranno pronte a breve, software ed hardware sono già quelli destinati ai mercati occidentali.



Come già specificato precedentemente, colpiscono le ridottissime dimensioni del tutto: la custodia è un minuscolo parallelepipedo di 10x10x3 cm e consente il trasporto agevole di tutto il necessario: un secondo pezzetto di gommapiuma, posto sotto la card, crea un secondo vano per poter trasportare un paio di microSD aggiuntive in tutta sicurezza. La DS Link stessa, poi, ricalca a perfezioni e le dimensioni e la struttura delle piste (ovvero i circuiti) proprie delle cartucce Nintendo, consentendo quindi di abilitare lo Sleep Mode non appena il coperchio viene chiuso.



Nelle foto sotto, potete notare sia quanto detto finora sia un confronto con inserite sia la DS Link sia la Supercard SD.

  • Il Corredo Software
Una volta inserito il miniCD della DS Link, partirà immediatamente il programma di installazione del software deputato al patching dei vostri clean dump: questi è completamente in inglese, presentando un look che ricorda molto lo stile grafico dei Macintosh. Le opzioni sono, per essere franchi, fin troppo poche: una volta scelto il path in cui salvare le ROM processate, tutto ciò che potrete fare è scegliere quali dump trasferire ed il tutto si svolgerà in automatico; apparentemente non viene effettuato nessun trimming dei files, cosa che comunque è prevedibile verrà aggiunta tramite aggiornamenti successivi insieme ad altre caratteristiche proprie delle flashcard attuali. Interessante però il fatto che, al primo flashing, verrà automaticamente installata una versione custom del MoonShell 1.31, oltre naturalmente alle cartelle di sistema. A tal proposito, un'utile distinzione è fatta per i file di salvataggio (.sav), che vengono archiviati in una cartella a parte. Dalla versione 1.10 del patcher inoltre, cliccando col tasto destro su una ROM, potrete importare un salvataggio proveniente sia da emulatore (come il VBA9, sia da altre flashcard (sono supportati sia i .sav che i .bin).



Ancora una funzione curiosa: insieme al patcher, viene fornito un estensivo database contenente, oltre al CRC32 del dump, anche il suo nome per esteso in cinese ed inglese: al momento del flashing, potrete scegliere di mantenere il nome originale del file o rinominare automaticamente il tutto in cinese o inglese. Una funzione triviale per alcuni, utilissima per che non dovrà più penare a rinominare tonnellate di files prima di trasferirli in memoria.
Semplicissima anche la personalizzazione del loader: agendo sui files contenuti nella cartella system, infatti, sarà possibile sia cambiare l'immagine di sfondo per entrambi gli schermi, sia sostituire ai suoni predefiniti altri di vostro gradimento. Per entrambe le operazioni, flessibilità e facilità sono assolute. Nel CD vengono inoltre fornite queste nove varianti cromatiche al tema classico, in modo da poter adattare il loader al vostro umore, o più semplicemente al vostro Nintendo DS.



Già prima avevo sottolineato come il corredo software sia inusuale: il miniCD, oltre a contenere software di patching, manuali HTML (in cinese) e skin aggiuntive, è corredato di otto giochi homebrew, per poter testare immediatamente la flashcard. I software in questione sono:
  • Teenage Queen
  • ChessDS
  • OMalone
  • Earth Invader
  • nDoS (un'applicazione PDA)
  • rPaint
  • Picross
  • Rush Hour
Sfortunatamente è da notare come sia assente una copia del FlashMe V7, necessario al funzionamento della DS Link (ed anche di questo si parlerà in seguito), nonchè la mancanza di un vero e proprio mini OS di gestione alla stregua delle M3/G6. Esaurita la parte descrittiva, passiamo invece a quella che interessa i più: come si comporta la DS Link sul campo.


--------------------
Just keep tryin'
Keep on flyin'
I will be the light...

- from Last Exile: Cloud Age Symphony -


Togisumasareta tsume wo hate ima kagayaku tame ni sono kiba wo muke...
Shiren wa norikoerarenai hito ni osoikakari wa shinai!

- from Megaman X8: Wild Fang -


Proud supporter of EVAC Industry co.ltd.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Evrain
messaggio Tuesday 12 September 2006 - 13:20
Messaggio #2

The Evra Powwah! (Pirla)
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 10.824
Iscritto il: Fri 24 December 2004 - 19:38
Da: Nosgoth
Utente Nr.: 3.467
Feedback: 0 (0%)




  • In Azione
Per questi test, utilizzeremo un workbench di tipo comparativo, impiegando memorie di fascia medio-alta (più comuni anche tra chi non vuole spendere cifre folli per una flashcard) e raffrontando i risultati ottenuti sia dalla DS Link che da una Supercard di tipologia affine. Vediamo più in dettaglio di cosa si tratta.

Postazione di elaborazione
- Intel Pentium M (Centrino) 1,80Ghz
- IBM DeskStar EIDE-ATA 7800RPM da 80Gb
- SD/MMC Reader-Writer Texas Instruments integrato
- USB 2.0 SD/MMC Reader-Writer (accluso alla DS Link)

Piattaforma di testing

- Nintendo DS Classic Light Blue v5a (18/11/2005)
- FlashMe v7 (stealth version)

Memorie

- Kingston Secure Digital (SD) 512Mb


- Kingmax microSD (TransFlash) 512Mb

Adattatori

- RomMan Supercard Classic (SD Version)
Versione del firmware: v1.63b
Versione del Patcher: v2.55C


- EDIY Studio DS Link TF Adapter
Versione del firmware: v1.11
Versione del patcher: v1.10


Ed ora, veniamo ai dump utilizzati. In modo da offrire il più ampio spettro possibile di possinili scenari, i seguenti sono i titoli scelti per il controllo incrociato:
  • Castlevania: Dawn of Sorrow (test decodifica streaming video)
  • StarFox Command (test della Nintendo WFC)
  • Resident Evil: Deadly Silence (test di un dump da 1Gbit)
  • Metroid Prime Hunters (test del full 3D)
  • Osu! Tatakae! Ouendan! (test del 2.5D)
  • Phoenix Wright - Ace Attorney (test del full 2D)
  • Megaman ZX (funzionalità di cartridge access)
  • Super Robot Taisen - Original Generation (test funzionalità GBA)
La presenza di SRT per il lato GBA non deve stupire, in quanto presenta peculiarità nel saving che la rendono ideale nel verificare le reali capacità di entrambe le schede. Si fa inoltre presente che i dati qui presentati riguardanti la Supercard, sono puramente indicativi e, non venendo approfonditi, non sono da considerarsi una recensione a tutti gli effetti. Tutti pronti? Bene, si comincia.

Innanzitutto, le operazioni di patching. Con piacevolissima sorpresa per l'utente, il software DS Link provvede automaticamente non solo a patchare, ma anche a trimmare (per i neofiti, rimuovere gli spazi vuoti) il dump, riducendolo alla minima dimensione possibile e, se selezionato nelle opzioni, rinominandolo col suo nome ufficiale. Mentre la cosa funziona come un orologio svizzero per le ROM DS, la sezione GBA ha ancora bisogno di qualche aggiustatina qui e lì. Complessivamente, il trimming risulta persino migliore di quello effettuato dal SC Patcher. Assieme ai dump è stato caricato Moonshell 1.41.



Una volta caricati tutti i dati sulle due memorie, passiamo ai tempi di caricamento. Una volta passata l'emozione per vedere (finalmente) un menù customizzabile, i raffronti hanno dimostrato che, bene o male, i tempi della SC oscillano tra il secondo ed i tre secondi, a seconda della dimensione del dump e della porzione che viene precaricata in memoria. Per quanto riguarda la DS Link, si nota che il caricamento della ROM in memoria impiega poche frazioni di secondo, mentre un qualcosina di più viene impiegato per caricare il salvataggio nella FLASH/EEPROM integrata, cosa che se da un lato vi farà aspettare in totale un secondo e mezzo-due secondi per gioco, assicura compatibilità assoluta.



Come si vede, o NON si vede nell'immagine sopra, ogni gioco viene visualizzato corredato della sua icona, del suo nome interno e della dimensione originale (in Mbit). Al contrario di quanto accade nella Supercard, all'avvio la DS Link esegue le seguenti operazioni:
  • Legge la card ed aggiorna eventualmente la lista presente nella cache
  • Associa ad ogni gioco il relativo save
  • Se sono presenti save in memoria, li scrive su microSD
La cosa particolarmente interessante è che, essendo la memoria di tipo FLASH/EEPROM, non è più necessario scapicollarsi nel riaccendere a velocità supersonica il DS onde evitare la perdita del salvataggio, il che è ovviamente un bene, specialmente se considerate che, per prova, abbiamo lasciato ben quattro salvataggi in memoria e spento il DS per venti minuti. Tutti sono stati regolarmente trasferiti su file. Ora, invece, proseguiamo con le operazioni di testing.

- Moonshell 1.41
Qualcuno di voi aveva chiesto informazioni relative al Moonshell: bene, eccole qui. Premettiamo il fatto che la memoria interna alla cartuccia fa sentire in maniera decisamente notevole la sua rpesenza: per quanto il MS vada comunque in overflow durante le operazioni più complesse (come lo scorrimento rapido di un MP3 premendo Select o lo spostamento delle finestre sul Touch Screen) e rallentando di conseguenza, l'entità è leggermente inferiore a quanto si rileva su SC. Da notare anche come la microSD non sia un media ancora pienamente supportato - viene visualizzato brevemente un warning - ma le librerie di chism fanno il loro dovere assicurando che tutto fili liscio. Promossa.

- Castlevania: Dawn of Sorrow
Croce e delizia per ogni possessore di flashcard, questo titolo utilizza tecnologie proprietarie per la codifica/decodifica video, al contrario della stragrande maggioranza dei giochi DS che utilizza il codec ACT-Imagine realizzato per Nintendo. Celebre come, su tutte le altre card, il video giri notevolmente a scatti, causando anche deformazioni dell'audio. La DS Link si comporta egregiamente, decomprimendo al volo il flusso audio, che risulta nitido e pulito. Un pò meno bene il flusso video, che sebbene riacquisti finalmente fluidità, continua ogni tanto a rallentare per un secondo, probabilmente a causa del buffering interno o della qualità della microSD usata. In ogni caso, un notevolissimo passo avanti rispetto alla Supercard.

-StarFox Command
Gioco che, forse persino più di Mariokart DS, mette sotto stress la Nintendo WiFi Connection, per via di un traffico dati incrementato rispetto alle corse spericolate delll'idraulico italo-nipponico più famoso di sempre. Su Supercard, a tratti, si sono sperimentati blocchi totali di sistema, con conseguente riavvio forzato del DS, mentre la DS Link non ha presentato nè difetti in fase di gioco singleplayer nè tantomento durante le più concitate Battle Royal online. Promossa.

- Resident Evil: Deadly Silence
I test effettuati con la Supercard per quanto concerne la schiatta di zombie più famosa del mondo dei videogiochi ha subito evidenziato fastidiosi scatti nei filmati, finanche in quello che fa da sfondo al menù principale: ancora una volta le migliori dotazioni di memoria della DS Link si fanno sentire, assicurando una perfetta fluidità del gioco e delle sue controparti filmate. Anche sui dump più avidi di risorse, dunque, la DS Link compie un passo avanti.

- Metroid Prime Hunters
Le avventure tridimensionali della bella - e letale - Samus Aran la fanno da padrona per quanto riguarda l'hardware 3D del Nintendo DS in questo futuribile sparatutto con funzioni touchscreen. Le nostre prove hanno evidenziato risultati praticamente identifi tra Supercard e DS Link, con la differenza di una decisa riduzione dei tempi complessivi necessari ad operazioni di lettura/scrittura da microSD (ovviamente parliamo dei salvataggi. Niente da segnalare.

- Osu! Tatakae! Ouendan!
Non oso neppure proferir parola riguardo a questo titolo: sento già che state preparando i costumini da cheer squad... ph34r.gif
Il comportamento, tra SC e DS Link, è praticamente identico: le differenze nella velocità di accesso alla "cartuccia" sono poco percepibili essendo il gioco stesso particolarmente agile nello sfruttare l'hardware DS. Nulla da segnalare.

- Phoenix Wright - Ace Attorney
Presentare questo gioco è a dir poco inutile: penso oramai tutti sappiano a cosa, o meglio a chi, pensare qualora sentissero qualcuno gridare "Objection!!!"
Ancora una volta, non c'è nulla da segnalare riguardo le avventure del simpatico avvocato un pò sfigato ma simpatico, a parte che i salvataggi, come già notato, sembra vengano effettuati e richiamati in memoria con decisamente maggiore celerità, vuoi grazie alle capacità differenti della microSD (che tuttavia si basa sempre sulle specifiche Secure Digital), vuoi per la presenza della memoria interna, notevolmente più efficiente in queste situazioni. Si rileva inoltre una mancanza dei leggerissimi rallentamenti che compaiono a volte sulla Supercard (vedi introduzione del primo "caso" del gioco).

- Megaman ZX
Il test di questo titolo è stata una piacevolissima sorpresa: mentre la Supercard ha richiesto sia l'upgrade del patcher che del firmware per il suo funzionamento, nulla di tutto ciò è stato necessario per la DS Link, che ha nativamente fatto funzionare il gioco. La particolarità, ripeto, è nel fatto che non si è reso necessario nè un aggiornamento del patcher (che ancora non la "supporta", inteso come mancanza del titolo nella ROM List) nè del firmware. Test successivi evidenziano che l'update incrementa ulteriormente l'efficacia della cartuccia. Promossa, con lode. questa volta.

- Super Robot Taisen - Original Generation
Qui purtroppo giungiamo alle note dolenti: come già confermato da manuale, la DS Link non ha possibilità, da sola, di far partire giochi GBA. Qualora provaste ad avviare una ROM, vi verrebbe richiesta la presenza specifica di una GBALinkZIP (dello stesso produttore). A nulla sono valsi i nostri tentativi di forzare il riconoscimento della Supercard: si rende necessara la flash sopracitata. I motivi per questa curiosa mancanza di funzionalità sono da ricercare o nella specifica struttura di un dump GBA (che richiederebbe non solo un patching degli indirizzi di lettura/scrittura dei salvataggi, ma anche delle operazioni di buffering e lettura da cartuccia), o nella rigida suddivisione delle modalità del DS stesso (qualora il DS dovesse eseguire codice GBA, procede automaticamente alla disattivazione dell'ARM9, viceversa l'ARM9 autorizza il codice di una cartuccia gioco DS ed invia il sotto-eseguibile all'ARM7) o nella, più improbabile, mancanza di hardware specifico nella DS Link. A mio personale avviso, si tratta de primo caso: mentre le tecniche ***Me si basano sull'esecuzione di codice DS da slot GBA, e quindi tutto sta nel dare in pasto ai processori gli eseguibili corretti, la questione GBA è più spinosa essendone il codice legato allo slot relativo e, quindi, necessitando accurato patching. Libero di venir smentito, tuttavia.

Nota a parte meritano giochi da sempre "rognosi" come Ultimate Spiderman e Pokémon Dash: entrambi infatti non sono supportati dalla DS Link, che dimostra in questo senso un sospetto paragone con la Supercard, tuttavia gli EDIY hanno prontamente rilasciato una patch per correggere il problema con la prima ROM. La seconda, francamente, è meglio perderla che trovarla pinch.gif
  • Note Finali
In conclusione, ci troviamo di fronte ad una soluzione flashcard abbastanza solida, che degnamente apre la nuova generazione di questi accessori per DS: veloce nei caricamenti, affidabile per quanto riguarda l'archiviazione dei salvataggi, capace di assicurare la compatibilità anche con quei dump che, sulle flashcard "tradizionali", danno luogo a grane e penose attese per una patch (Megaman ZX ad esempio); certo, la compatibilità non è del 100%, ma come già detto gli EDIY sembrano comunque offrire supporto a cadenze molto regolari. Segnaliamo inoltre la customizzazione dell'OS e la velocità inumana (cadenza bisettimanale) con cui gli EDIY Studio sembrano essere capaci di rilasciare aggiornamenti per questa flashcard, almeno per il momento. Il costo davvero ridotto delle memorie microSD e la loro capienza fino a 2Gb, inoltre, rendono questa DS Link un'egregia alternativa a chi si avvicina per la prima volta al mondo dell'hacking DS e desidera una soluzione dal costo contenuto (30€ l'adattatore e 30€ circa una microSD da 2Gb) e dalle notevoli funzionalità, come ad esempio la possibilità di agire su problemi di compatibilità e l'aggiunta di nuove features con un semplice aggiornamento del firmware.

Note dolenti, tuttavia, sono la mancanza di supporto GBA, le cui possibili cause sono state sopra esaminate, la mancanza di funzioni di Drag&Drop come introdotte dalla DS-X nonchè quella di funzionalità PassMe: per quest'ultimo fattore, c'è da notare che è possibilissimo integrarlo con un semplice aggiornamento del firmware, ma ciò comporterebbe l'inclusione di parti di codice proprietario di Nintendo, il che renderebbe la DS Link illegale (in senso lato) tanto quanto Passcard e similari. In summa, un deciso passo avanti rispetto lle fashcard basate su Slot 2, con notevoli possibilità di miglioramento (e meno fastidiose rispetto a flashcard a memoria interna), ma qualora vogliate anche utilizzare dump GBA, fareste meglio a procurarvi una G6 o una Supercard...

Il Verdetto di GbaRL: 7+


--------------------
Just keep tryin'
Keep on flyin'
I will be the light...

- from Last Exile: Cloud Age Symphony -


Togisumasareta tsume wo hate ima kagayaku tame ni sono kiba wo muke...
Shiren wa norikoerarenai hito ni osoikakari wa shinai!

- from Megaman X8: Wild Fang -


Proud supporter of EVAC Industry co.ltd.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post

Closed TopicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: Thu 25 April 2019- 15:35

.: GBArl.it :. Copyright © 2003-2015, All Rights Reserved.
Loghi, documenti e immagini contenuti in questo Sito appartengono ai rispettivi proprietari,
e sono resi pubblici sotto licenza Creative Commons

Creative Commons License
.::.