IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

Seguici su:    
2 Pagine V  < 1 2  
Reply to this topicStart new topic
> [SONDAGGIO] Cali di desiderio (per i videogames :P)
Periodi di scarso interesse nei videogames.
Non mi capita mai.
Non mi capita mai [ 3 ] ** [7.50%]
Mi capita, ma dipende solo dai giochi che escono in quel periodo, non da me. [ 9 ] ** [22.50%]
Mi capita alcune volte all'anno, non so perché [ 4 ] ** [10.00%]
Mi capita sempre più spesso, dipende dal mutare dei miei interessi e/o impegni nel corso del tempo. [ 15 ] ** [37.50%]
Mi capita sempre più spesso, dipende dal mutamento del mondo dei videogames. [ 7 ] ** [17.50%]
Mi è capitato in passato per una ragione specifica. [ 2 ] ** [5.00%]
Voti Totali: 37
I visitatori non possono votare 
hyundai
messaggio Sunday 29 July 2018 - 20:31
Messaggio #21

Boss GBA/NDS
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 564
Iscritto il: Sat 5 January 2008 - 18:46
Utente Nr.: 24.356
Feedback: 0 (0%)

Codice Amico:
6690-1046-3235
Codice Amico:
4210-4178-9950
Nintendo Network ID:
Cdrwin64



Provo a dire la mia dopo averci pensato per un bel pò, premettendo che ho votato il 4° e il 5° motivo.
Chi ha un'età superiore ai 30 anni e ha cominciato a videogiocare sin da bambino (come me) ha vissuto tutta l'evoluzione che ha avuto il mondo di questo medium,
partendo dai fasti dell'era 8 bit, passando poi per il perfezionamento della grafica bidimensionale con l'era 16 bit per poi finire con la rivoluzione della grafica 3d.
Già qua voglio sottolineare le ultime parole della frase precedente "per poi finire con la rivoluzione della grafica 3d" che non ho scritto a caso ma proprio per sottolineare che dopo la venuta della grafica tridimensionale non abbiamo assistito più a nulla di rivoluzionario (e non venite a parlarmi di VR, per favore).
In questo passaggio abbiamo assistito alla rivoluzione dei generi di videogiochi creati in precedenza più la nascita di nuovi generi di videogiochi che prima di allora non avrebbero avuto modo di esistere. E già questa è un'altra novità.
In tutto questo mettiamoci pure l'età in cui abbiamo vissuto questo passaggio, ovvero l'adolescenza, periodo nel quale la fantasia di un bambino/ragazzo viaggia a 2000, fantasia grazie alla quale abbiamo in mente dei bei ricordi di quei periodi e che ci fanno ricordare i videogiochi di quei tempi molto più belli di come in realtà erano. Non ditemi infatti che non avete mai visto quelle vignette in cui fanno vedere la differenza di un gioco di quei tempi con l'immagine di come ce li ricordiamo.
La fantasia che mettevamo con la nostra immaginazione in quei videogiochi era anche quel surplus che li rendevano più magici.
Fantasia che purtroppo, chi più chi meno, viene persa nel passaggio all'età adulta ma che paradossalmente, almeno a mio parere, non serve più a molto oggigiorno perché, aldilà di qualche eccezione (che prima era la regola), ci ritroviamo con videogiochi dove la fantasia non trova più posto....... perchè non c'è più niente da immaginare....... perchè ora abbiamo la "super mega graficona 4k" che non lascia più spazio alla fantasia del giocatore.
Ora voi direte: si vabbè ma oggigiorno vengono fatti anche giochi dal sapore retrò che però non suscitano le stesse emozioni di una volta.
Per forza, questo accade per il semplice fatto che copiano il passato e che introducono poco di nuovo, per cui ci sentiamo assuefatti ai vari generi preferendo spesso partite veloci a giochini non impegnativi piuttosto che partite lunghe a giochi impegnativi (anche qui con rare eccezioni).
Aggiungo inoltre che oggigiorno si sa tutto dei videogiochi ancora prima che escano, cosa che prima non succedeva. Prima andavi a comprare un gioco senza conoscerlo e lo prendevi solo perchè ti piaceva la copertina e lì c'era la scoperta: era gioia pura quando scoprivi che il gioco era anche meglio di quello che ti aspettavi, ma poteva anche capitare di prendere qualche schifezza.
A tutto questo si aggiunge poi il sempre meno tempo libero a disposizione dovuto agli impegni sociali e, per carità, quelli vanno rispettati a prescindere.
Voi direte: e qual'è la soluzione? Come si rimedia allo scazzo videoludico?
Bhe, ovviamente non lo so, ma io penso che, come qualsiasi hobby, anche quello dei videogiochi nasce, cresce, arriva al suo culmine e inevitabilmente pian piano muore, specialmente se il mercato non mette in tavola qualcosa di veramente nuovo e non di pseudo nuovo.
Purtroppo la mente umana è "bastarda", nel senso che ha sempre bisogno di novità altrimenti va in paranoia.
Penso oltretutto che, oggi come oggi, se mi ritrovassi di nuovo bambino non riuscerei ad affezionarmi al mondo dei videogiochi vedendo cosa offre oggi.
E mi dispiace dirlo, ma neanche a Nintendo potrei affezionarmi oggi perché anche se molti dei giochi usciti fino ad oggi su Switch sono capolavori, non riusciranno mai a scalzare i primi giochi 3d usciti su N64. In parole povere no, per me Zelda Breath of the wild non può superare nel mio cuore Ocarina of time e Mario Odissey non può battere Super Mario 64. Perchè N64 e relativi giochi sono stati una rivoluzione, Switch e i suoi giochi sono solo una evoluzione.
Insomma per me l'epoca d'oro dei videogiochi è finita da un bel pezzo, anzi a volerla dire tutta per me è finita con la quarta generazione secondo la sequenza "grafica bidimensionale 8 bit - Perfezionamento grafica bidimensionale 16 bit - Rivoluzione grafica 3d 32/64 bit - Perfezionamento grafica 3d 128 bit". Per me dopo non c'è stata più nessuna rivoluzione. Gloria agli anni 80/90. E con questo chiudo, anche se avrei altre 1000 cose da scrivere.

Messaggio modificato da hyundai il Sunday 29 July 2018 - 21:09
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
アースシェイカー
messaggio Sunday 29 July 2018 - 23:23
Messaggio #22

Boss GBA/NDS
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 527
Iscritto il: Wed 20 April 2011 - 14:52
Utente Nr.: 54.043
Feedback: 2 (100%)

Codice Amico:
3437-3035-5623



CITAZIONE (hyundai @ Sunday 29 July 2018 - 21:31) *
Provo a dire la mia dopo averci pensato per un bel pò, premettendo che ho votato il 4° e il 5° motivo.
Chi ha un'età superiore ai 30 anni e ha cominciato a videogiocare sin da bambino (come me) ha vissuto tutta l'evoluzione che ha avuto il mondo di questo medium,
partendo dai fasti dell'era 8 bit, passando poi per il perfezionamento della grafica bidimensionale con l'era 16 bit per poi finire con la rivoluzione della grafica 3d.
Già qua voglio sottolineare le ultime parole della frase precedente "per poi finire con la rivoluzione della grafica 3d" che non ho scritto a caso ma proprio per sottolineare che dopo la venuta della grafica tridimensionale non abbiamo assistito più a nulla di rivoluzionario (e non venite a parlarmi di VR, per favore).
In questo passaggio abbiamo assistito alla rivoluzione dei generi di videogiochi creati in precedenza più la nascita di nuovi generi di videogiochi che prima di allora non avrebbero avuto modo di esistere. E già questa è un'altra novità.
In tutto questo mettiamoci pure l'età in cui abbiamo vissuto questo passaggio, ovvero l'adolescenza, periodo nel quale la fantasia di un bambino/ragazzo viaggia a 2000, fantasia grazie alla quale abbiamo in mente dei bei ricordi di quei periodi e che ci fanno ricordare i videogiochi di quei tempi molto più belli di come in realtà erano. Non ditemi infatti che non avete mai visto quelle vignette in cui fanno vedere la differenza di un gioco di quei tempi con l'immagine di come ce li ricordiamo.
La fantasia che mettevamo con la nostra immaginazione in quei videogiochi era anche quel surplus che li rendevano più magici.
Fantasia che purtroppo, chi più chi meno, viene persa nel passaggio all'età adulta ma che paradossalmente, almeno a mio parere, non serve più a molto oggigiorno perché, aldilà di qualche eccezione (che prima era la regola), ci ritroviamo con videogiochi dove la fantasia non trova più posto....... perchè non c'è più niente da immaginare....... perchè ora abbiamo la "super mega graficona 4k" che non lascia più spazio alla fantasia del giocatore.
Ora voi direte: si vabbè ma oggigiorno vengono fatti anche giochi dal sapore retrò che però non suscitano le stesse emozioni di una volta.
Per forza, questo accade per il semplice fatto che copiano il passato e che introducono poco di nuovo, per cui ci sentiamo assuefatti ai vari generi preferendo spesso partite veloci a giochini non impegnativi piuttosto che partite lunghe a giochi impegnativi (anche qui con rare eccezioni).
Aggiungo inoltre che oggigiorno si sa tutto dei videogiochi ancora prima che escano, cosa che prima non succedeva. Prima andavi a comprare un gioco senza conoscerlo e lo prendevi solo perchè ti piaceva la copertina e lì c'era la scoperta: era gioia pura quando scoprivi che il gioco era anche meglio di quello che ti aspettavi, ma poteva anche capitare di prendere qualche schifezza.
A tutto questo si aggiunge poi il sempre meno tempo libero a disposizione dovuto agli impegni sociali e, per carità, quelli vanno rispettati a prescindere.
Voi direte: e qual'è la soluzione? Come si rimedia allo scazzo videoludico?
Bhe, ovviamente non lo so, ma io penso che, come qualsiasi hobby, anche quello dei videogiochi nasce, cresce, arriva al suo culmine e inevitabilmente pian piano muore, specialmente se il mercato non mette in tavola qualcosa di veramente nuovo e non di pseudo nuovo.
Purtroppo la mente umana è "bastarda", nel senso che ha sempre bisogno di novità altrimenti va in paranoia.
Penso oltretutto che, oggi come oggi, se mi ritrovassi di nuovo bambino non riuscerei ad affezionarmi al mondo dei videogiochi vedendo cosa offre oggi.
E mi dispiace dirlo, ma neanche a Nintendo potrei affezionarmi oggi perché anche se molti dei giochi usciti fino ad oggi su Switch sono capolavori, non riusciranno mai a scalzare i primi giochi 3d usciti su N64. In parole povere no, per me Zelda Breath of the wild non può superare nel mio cuore Ocarina of time e Mario Odissey non può battere Super Mario 64. Perchè N64 e relativi giochi sono stati una rivoluzione, Switch e i suoi giochi sono solo una evoluzione.
Insomma per me l'epoca d'oro dei videogiochi è finita da un bel pezzo, anzi a volerla dire tutta per me è finita con la quarta generazione secondo la sequenza "grafica bidimensionale 8 bit - Perfezionamento grafica bidimensionale 16 bit - Rivoluzione grafica 3d 32/64 bit - Perfezionamento grafica 3d 128 bit". Per me dopo non c'è stata più nessuna rivoluzione. Gloria agli anni 80/90. E con questo chiudo, anche se avrei altre 1000 cose da scrivere.


Concordo in tutto. Le uniche pseudo-rivoluzioni (sensori di movimento, 3d e VR) sono state un perfezionamento di tecnologie già sperimentate negli anni 90 con poco successo e riciclate oggi (sega octagon, power glove, virtualboy). Do una qualche possibilità futura ad un VR senza motion sickness e con giochi realmente ottimizzati tripla A, dato che riesce veramente a coinvolgere lo spettatore e dare al gioco una nuova "dimensione". Ma ad oggi i giochi sono gli stessi dai tempi della quinta/sesta generazione. cambia la grafica. punto.
Oggi gioco principalmente a simulatori di guida (che con gli anni hanno avuto un ottima evoluzine tecnica) ,qualche tripla A su PS4, qualche Visual novel su vita o zelda e Mario su Nintendo (la switch non capisco come fa ad avere così tanto successo.. io capolavori non ne vedo, solo qualche ottimo gioco figlio dei soliti brand. Lo dico da possessore di switch). Fortunatamente ho la mia cara Dreamcast che mi da sempre soddisfazioni XD

Messaggio modificato da アースシェイカー il Sunday 29 July 2018 - 23:29


--------------------
Volete moddare la vostra retro console? Andate su retroshaker.com
Possessore di:

» Clicca per leggere lo Spoiler! «
Intel TV Sport 1004 '77
Inno-Hit Sportron-GT-10C '78
Atari 2600 Junior
Commodore 64
Sega master system prima versione
Sega master system 2 ( mod 50/60 hz - rgb scart mod - power led mod)
Sega megadrive 1 Pal (mod pal/ntsc - 50/60hz)
Sega Mega CD
Sega saturn Pal (modchip + 50/60 Hz mod)
Sega dreamcast jap (VGA internal mod, PSU, Scanlines mod)
Nec Pc Engine ( RGB mod con video amp e led mod)
Nintendo nes (mod free region)
Nintendo famicom (mod av + led mod) + Famicom Disk
Sharp Twin Famicom
Super nintendo (mod pal/ntsc - 50/60hz)
Nintendo 64 Jap (RGB video amp mod)
Nintendo Gamecube Resident Evil Limited Ed.Nintendo wii
Nintendo Wii U premiumNintendo Switch
Panasonic 3do FZ-10
Microsoft Xbox (xecuter2)
Microsoft xbox 360 stingray 250gb
Playstation 1 e Psone
Playstation 2 Aqua blue L.E.
Playstation 2 slim
PSX DVR desr 5100 160 gb
Playstation 3 slim 320 Rogero
Playstation 4 slim 1tb Final Fantasy L.E.
Digiblast
Game boy b/n primo modello
Game boy advance SP Nes ed.
Game boy Micro
Gameboy Macro (ds lite mod)
Game gear
Nintendo dsi XL (ds two)
Sony Psp 3004
Sony PSVita Wifi
New Nintendo 3ds XL black


 Go to the top of the page
 
+Quote Post
CapRichard
messaggio Sunday 29 July 2018 - 23:39
Messaggio #23

Expert GBA/NDS
Gruppo icone

Gruppo: Newser
Messaggi: 2.771
Iscritto il: Mon 3 February 2014 - 16:22
Da: Reggio Nell'Emilia
Utente Nr.: 61.965
Feedback: 0 (0%)

Codice Amico:
0490-5253-6562



CITAZIONE (hyundai @ Sunday 29 July 2018 - 21:31) *
E mi dispiace dirlo, ma neanche a Nintendo potrei affezionarmi oggi perché anche se molti dei giochi usciti fino ad oggi su Switch sono capolavori, non riusciranno mai a scalzare i primi giochi 3d usciti su N64. In parole povere no, per me Zelda Breath of the wild non può superare nel mio cuore Ocarina of time e Mario Odissey non può battere Super Mario 64. Perchè N64 e relativi giochi sono stati una rivoluzione, Switch e i suoi giochi sono solo una evoluzione.


Beh, quindi meglio rivoluzionare per rivoluzionare invece che fare un qualcosa di buono in senso assoluto?
Perché si, è vero Ocarina of Time per il tempo era rivoluzionario e diverso, si stava sperimentando con il 3D. Ma se si prova un attimo a guardare il gioco in modo critico, è un passo indietro su tutta la linea rispetto a a Link to the Past. Anche io quando ero giovane e giocai a OoT la prima volta ne rimasi esterrefatto per molte cose. Ma, ora, con occhio da adulto ed avendo giocato a tutto quello che c'era prima e dopo? Non lo riprenderei in mano mai.
Vivere annebbiati dalla nostalgia è forse il motivo principale per il quale si smette di essere stupiti o di guardare al futuro con curiosità. Secondo me eh. Io non ho nessun gioco su un piedistallo intoccabile ed infatti continuo ad "aggiornare" la mia lista di giochi preferiti di sempre con roba nuova.


--------------------
Blog -> Piattaforme da gioco ->
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
SpeedShine
messaggio Monday 30 July 2018 - 07:54
Messaggio #24

Guru GBA/NDS
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 5.867
Iscritto il: Mon 15 May 2006 - 16:18
Da: Tivoli
Utente Nr.: 11.385
Feedback: 2 (100%)

Codice Amico:
6627-7899-4761
Codice Amico:
3909-7580-6026
Nintendo Network ID:
danjelricci



Mamma che thread lungo, mi era proprio scappato. Non faccio a tempo ora a leggere tutto, ma ci butto i miei 2 cents velocissimi: ho 28 anni e non mi capita mai di perdere interesse semplicemente perché sviluppo videogiochi per lavoro, quindi figuriamoci se riuscirei mai ad allontanarmi... Il panorama dei videogiochi cambia moltissimo ogni anno, ma fortunatamente mi reputo una persona estremamente flessibile in questo (tranne per i pay to win e il mercato mobile casual, che mi mandano ai matti). Riesco ad incollarmi in egual modo a giochi distanti anni luce, come per esempio il caro Rollercoaster Tycoon Classic o i nuovi trend del momento, tipo Fortnite. Se il periodo attuale non prevede uscite che mi interessano, trovo sempre qualcosa da giocare, tra perle nascoste o vecchie glorie. Ipoteticamente, esistono troppi videogiochi per potersi stancare. tongue.gif

È anche vero che gioco "poco" perché quando sono a casa il mio tempo va via per diverse cose, e spesso e volentieri quando ho tempo libero, preferisco continuare a lavorare su dei progetti personali se ne ho la forza (e comunque sempre di videogames si tratta). Nella lotta contro il tempo libero mi aiuta tantissimo Switch, che mi permette di giocare in treno mentre vado a lavoro, o quando sono lontano da casa, e recentemente anche l'iPad per giochi più massicci. A prescindere da tutto comunque, cerco sempre di stare al passo con le nuove uscite per le console che uso.


--------------------
Fulltime videogame developer.
Find me on Twitter! @DanjelRicci
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
hyundai
messaggio Monday 30 July 2018 - 08:38
Messaggio #25

Boss GBA/NDS
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 564
Iscritto il: Sat 5 January 2008 - 18:46
Utente Nr.: 24.356
Feedback: 0 (0%)

Codice Amico:
6690-1046-3235
Codice Amico:
4210-4178-9950
Nintendo Network ID:
Cdrwin64



CITAZIONE (CapRichard @ Monday 30 July 2018 - 00:39) *
CITAZIONE (hyundai @ Sunday 29 July 2018 - 21:31) *
E mi dispiace dirlo, ma neanche a Nintendo potrei affezionarmi oggi perché anche se molti dei giochi usciti fino ad oggi su Switch sono capolavori, non riusciranno mai a scalzare i primi giochi 3d usciti su N64. In parole povere no, per me Zelda Breath of the wild non può superare nel mio cuore Ocarina of time e Mario Odissey non può battere Super Mario 64. Perchè N64 e relativi giochi sono stati una rivoluzione, Switch e i suoi giochi sono solo una evoluzione.


Beh, quindi meglio rivoluzionare per rivoluzionare invece che fare un qualcosa di buono in senso assoluto?
Perché si, è vero Ocarina of Time per il tempo era rivoluzionario e diverso, si stava sperimentando con il 3D. Ma se si prova un attimo a guardare il gioco in modo critico, è un passo indietro su tutta la linea rispetto a a Link to the Past. Anche io quando ero giovane e giocai a OoT la prima volta ne rimasi esterrefatto per molte cose. Ma, ora, con occhio da adulto ed avendo giocato a tutto quello che c'era prima e dopo? Non lo riprenderei in mano mai.
Vivere annebbiati dalla nostalgia è forse il motivo principale per il quale si smette di essere stupiti o di guardare al futuro con curiosità. Secondo me eh. Io non ho nessun gioco su un piedistallo intoccabile ed infatti continuo ad "aggiornare" la mia lista di giochi preferiti di sempre con roba nuova.

Capisco che rivoluzionare non sia facile e non ne faccio una colpa alle case produttrici. Sicuramente c'è il fattore nostalgia nel mio discorso ma quando dici che non c'è curiosità non è vero, altrimenti non avrei comprato Switch. Per il discorso Zelda:
1) Non puoi paragonare gli Zelda in 2d con quelli in 3d, sono due filoni che hanno sempre camminato parallelamente, ma sono diversi;
2) Dici che non riprenderesti mai OOT, ma ricordati che stiamo parlando di un gioco che ha gettato le basi per i titoli successivi, molte delle sue caratteristiche le ritroviamo nei titoli di oggi. Era un titolo troppo avanti per quei tempi.

Messaggio modificato da hyundai il Monday 30 July 2018 - 08:42
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
WeirdAlYankovic
messaggio Monday 30 July 2018 - 10:15
Messaggio #26

Expert GBA/NDS
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 2.131
Iscritto il: Fri 1 February 2013 - 17:02
Da: Canadafrica
Utente Nr.: 60.400
Feedback: 9 (100%)




CITAZIONE (hyundai @ Monday 30 July 2018 - 09:38) *
Capisco che rivoluzionare non sia facile e non ne faccio una colpa alle case produttrici. Sicuramente c'è il fattore nostalgia nel mio discorso ma quando dici che non c'è curiosità non è vero, altrimenti non avrei comprato Switch. Per il discorso Zelda:
1) Non puoi paragonare gli Zelda in 2d con quelli in 3d, sono due filoni che hanno sempre camminato parallelamente, ma sono diversi;
2) Dici che non riprenderesti mai OOT, ma ricordati che stiamo parlando di un gioco che ha gettato le basi per i titoli successivi, molte delle sue caratteristiche le ritroviamo nei titoli di oggi.


Che oot abbia tracciato diversi standard e lasciato il mondo a bocca aperta non credo sia in discussione, ma alltp era ed è un gioco molto più maturo (inteso come completo) e rifinito, seppur abbia innovato meno anche secondo me era un gioco migliore in senso assoluto. Rigiocandoli entrambi oggi questa cosa secondo me risulta evidentissima, fermo restando che anche oot sia ancora un bel gioco, ma oggi risulta invecchiato parecchio mentre alttp è uno splendore oggi come allora.
CITAZIONE (hyundai @ Monday 30 July 2018 - 09:38) *
Era un titolo troppo avanti per quei tempi.

Era all'avanguardia, ma non era affatto troppo avanti, anzi era il gioco giusto al momento giusto e questo lo ha aiutato enormemente nel costruire la sua fama, se fosse stato troppo avanti non avrebbe venduto, invece ha sbancato clamorosamente.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
CapRichard
messaggio Monday 30 July 2018 - 10:59
Messaggio #27

Expert GBA/NDS
Gruppo icone

Gruppo: Newser
Messaggi: 2.771
Iscritto il: Mon 3 February 2014 - 16:22
Da: Reggio Nell'Emilia
Utente Nr.: 61.965
Feedback: 0 (0%)

Codice Amico:
0490-5253-6562



CITAZIONE (hyundai @ Monday 30 July 2018 - 09:38) *
Capisco che rivoluzionare non sia facile e non ne faccio una colpa alle case produttrici. Sicuramente c'è il fattore nostalgia nel mio discorso ma quando dici che non c'è curiosità non è vero, altrimenti non avrei comprato Switch. Per il discorso Zelda:
1) Non puoi paragonare gli Zelda in 2d con quelli in 3d, sono due filoni che hanno sempre camminato parallelamente, ma sono diversi;
2) Dici che non riprenderesti mai OOT, ma ricordati che stiamo parlando di un gioco che ha gettato le basi per i titoli successivi, molte delle sue caratteristiche le ritroviamo nei titoli di oggi. Era un titolo troppo avanti per quei tempi.


No, invece posso e lo sai perché? Quando uscì OoT, era visto come sequel della saga, non come nascita di un nuovo filone. Era la continuazione dell'idea. Ed ha solo sacrirficato design per il passaggio al 3D. Ma come tantissimi altri franchise all'epoca eh, bisognava capire come fare le cose in 3D. Se mastichi l'inglese, consiglio questo:
» Clicca per leggere lo Spoiler! «

Ed in ogni caso non posso dire che come gioco X è superiore ad Y sotto molti punti di vista di design solo perché sono due filoni diversi, pur avendo gli stessi obiettivi in comune?
Se fosse stato troppo avanti per quei tempi, l'avrei ripreso anche oggi senza problemi invece laugh.gif

Comunque, ripeto, a livello personale va bene tutto, si è più impressionabili da bambini/giovani e quindi è probabilissimo che ad impatto emotivo certe cose non sono più replicabili, ci sta. Però a mio avviso si dovrebbe filtrare un po' meglio. Non credere che un bambino di oggi non possa meravigliarsi di fronte ai sistemi aperti e liberi di Breath of the Wild, se tu stesso da piccolo ti meravigliavi di fronte a giochi chiusi e limitati.


--------------------
Blog -> Piattaforme da gioco ->
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
oliver
messaggio Tuesday 31 July 2018 - 08:33
Messaggio #28

GBArl Granpa
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 1.160
Iscritto il: Wed 8 September 2004 - 13:23
Da: napoli
Utente Nr.: 1.612
Feedback: 2 (100%)




mah... credo che sia solo un problema personale rispetto alla capacità di liberare la mente
io a 55 anni, con quarant'anni di videogiochi alle spalle, riesco ancora ad incollarmi per ore ad una console


--------------------
"non si smette di giocare perchè si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perchè si smette di giocare"
 Go to the top of the page
 
+Quote Post

2 Pagine V  < 1 2
Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: Sat 16 February 2019- 07:11

.: GBArl.it :. Copyright © 2003-2015, All Rights Reserved.
Loghi, documenti e immagini contenuti in questo Sito appartengono ai rispettivi proprietari,
e sono resi pubblici sotto licenza Creative Commons

Creative Commons License
.::.