IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

Seguici su:    
 
Closed TopicStart new topic
> [Recensione] EZ-Flash Vi
Evrain
messaggio Sunday 29 March 2009 - 00:09
Messaggio #1

The Evra Powwah! (Pirla)
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 10.824
Iscritto il: Fri 24 December 2004 - 19:38
Da: Nosgoth
Utente Nr.: 3.467
Feedback: 0 (0%)




EZ-Flash Vi
[ English Version | Versione Italiana ]



I nostri ringraziamenti vanno a Globaltecno per averci fornito l'unità utilizzata nei test di questa recensione.

Dobbiamo ammettere che, con il rilascio del nuovissimo Nintendo DSi, abbiamo assistito ad una brusca frenata del vivace sottobosco di programmatori ed hacker che ha dato vita (e continua a propellere) la vitale scena homebrew del portatile a doppio schermo della casa di Kyoto. Non solo in pochi hanno deciso di interessarsi ad esplorare il funzionamento fine della macchina, ma ad oggi solo tre produttori hanno aggredito l'inesplorato mercato dei flash kit con essa compatibili, vicende che è ampiamente plausibile ricondurre agli ultimi, particolarmente aggressivi sforzi di Nintendo nel campo delle protezioni al proprio hardware, vanificati solo dall'inesperienza della stessa nel ramo.
Un aspetto a nostro avviso fortemente positivo, tuttavia, è l'essersi ridotto quasi a zero il numero di cloni a basso costo e quasi inesistente affidabilità/rendimento che, dopo il "tracollo" della R4 Revolution, aveva invaso il già saturo mercato delle flashcard compatibili con DS Classic e DS Lite. Ne è dimostrazione proprio la EZ-Flash Vi che qui andiamo a recensire, ultima nata nella linea dell'omonimo produttore.

Un nome che è lecito definire storico, quello del Team EZ: a distanza di quasi un decennio, è ancora solida la fama delle loro EZ-Flash II e III, con tutta probabilità le flashcard per GameBoy Advance dotate di miglior qualità costruttiva, compatibilità e semplicità d'uso, come dimostra la loro introvabilità e le cifre esorbitanti che raggiungono sul mercato le ultime "superstiti". E' dunque con questa aspettativa di eccellenza che andiamo rapidamente a cominciare la nostra dissertazione su questa revisione Vi.

Introduzione & Caratteristiche

La Ez-Flash Vi (da ora in avanti EZ Vi, per brevità) si presenta al pubblico non come una soluzione completamente nuova, bensì come una EZ-Flash V Plus -a sua volta una semplice evoluzione della EZ V, vi è una certa ironia- cui sono state apportate le modifiche hardware/software necessarie ad assicurarne la compatibilità anche con l'ultimo portatile Nintendo. Ciò si presta ad interessanti considerazioni: è infatti il terzo produttore su tre che preferisce un semplice aggiornamento del proprio prodotto di punta allo sviluppo ex novo, decisione che di nuovo possiamo facilmente imputare alla natura pienamente aggiornabile del DSi; questo tema sarà tuttavia sviluppato con maggior cura in seguito, considerando come abbia alcune importanti implicazioni. Ad ogni modo, la scelta operata fornisce anche la sicurezza di una flashcard con alle spalle oramai un anno e mezzo di supporto e dotata di tutte le funzioni che col tempo abbiamo imparato a ritenere irrinunciabili.


A questo proposito, e come di consueto, andiamo dunque ad esaminare le caratteristiche della EZ Vi come non forniteci dal produttore.
CITAZIONE
Stable, Compatible
  • NOPASS technology, no need to modify DS console, no harm to the console, keeps console warrant.
  • Side plugin, prevent the MicroSD/SDHC suddenly drop, looks like original card
  • Support official Slot2 expansion device
  • Softreset reduces the damage to the power switch
  • Support MicroSD/SDHC, high capacity, high speed, no speed drop.
  • Direct save to MicroSD/SDHC, no more save loss.
Easy to Use
  • Plug and play, no more passme
  • Drag and play, no more convert software
  • Easy to manage. support copy and delete
  • Easy to link. support GBA/DS game linker, support single card download play.
MultiMedia
  • Video player, support DPG 1.0 and 2.0
  • Music play, support mp3, wav, mod
  • Text reading, bookmark support
  • Picture viewing, support jpg, bmp,png
Interface, operation
  • Graphic user interface, what you see is what you control
  • Game list with thumbnail, icon size adjustable
  • Support touch screen and hot key
  • Skin changeable, support skin remake
Expansion
  • RAM expansion, support offcial web browser
  • Rumble support, strength adjustable
  • GBA game support
  • Light control adjustable
  • Homebrew support, autoDLDI supported
  • Use as a passme, boot slot2 card

Sappiamo benissimo di aver posto l'accento su come questa lista non sia pervenutaci dagli EZ, ma precisiamo che ciò non è dovuto a mancanza di legami con il produttore, cosa invece estremamente comune in altri casi, bensì al fatto che non ne sia stata rilasciata alcuna, nemmeno sul sito ufficiale dello stesso nè sulla confezione della flashcard. Tuttavia, abbiamo deciso di presentare al lettore quella della EZ V Plus; essa è perfettamente applicabile se si considera come la cartuccia mantenga inalterate le sue funzionalità qualora inserita in un comune DS Classic o Lite, mentre va da sè come qualsiasi feature inerente lo Slot-2 è da considerarsi nulla qualora si passi invece ad un DSi. In breve, sarà possibile avvalersi del Real Time Save e del motore trucchi, ma non usufruire dell'ottima espansione di memoria EZ 3-in-1 salvo ammirevoli opere di saldatore e reverse engineering, come siamo soliti dire con una certa ironia.

Sarcasmo a parte, procediamo ora con il mettere fisicamente le mani sulla EZ Vi.


--------------------
Just keep tryin'
Keep on flyin'
I will be the light...

- from Last Exile: Cloud Age Symphony -


Togisumasareta tsume wo hate ima kagayaku tame ni sono kiba wo muke...
Shiren wa norikoerarenai hito ni osoikakari wa shinai!

- from Megaman X8: Wild Fang -


Proud supporter of EVAC Industry co.ltd.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Evrain
messaggio Sunday 29 March 2009 - 00:09
Messaggio #2

The Evra Powwah! (Pirla)
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 10.824
Iscritto il: Fri 24 December 2004 - 19:38
Da: Nosgoth
Utente Nr.: 3.467
Feedback: 0 (0%)




Primo Contatto




Busta di dimensioni più che generose e in brillanti tonalità d'arancio: non possiamo certo dire che TNT lesini sul design. Direttamente dalle mani del corriere espresso giunge dunque sul nostro tavolo da lavoro la EZ Vi: i ragazzi di Globaltecno, memori anche del disastroso trattamento riservato alla CycloDS Evolution da noi recensita qualche settimana fa, hanno deciso di strafare nel confezionamento; le nostre fidate forbici hanno dovuto rimuovere ben due buste imbottite prima che, con un leggero tonfo, la confezione della flashcard scivolasse sul pianale. Quella che andiamo qui a recensire è una EZ-Flash Vi di seconda generazione, ossia dotata di un ampio corredo di accessori non acclusi invece alle prime, decisamente più scarne serie poste in vendita. Consigliamo di accertarsi in merito a questo dettaglio, qualora interessati all'acquisto del kit.


La EZ-Flash Vi si presenta confezionata in un compatto blister in plastica trasparente, in maniera del tutto analoga alle sue concorrenti DSTT-i ed AceKard 2i; in particolare, supponiamo condivida con quest'ultima proprio il ciclo di confezionamento, essendo il packaging di entrambe assolutamente identico, se si eccettua naturalmente il materiale stampato. Ma andiamo con ordine.
Sul fronte è possibile osservare con facilità la EZ Vi attorniata dal ricco cotillon di accessori con cui la flash viene fornita (nello specifico, l'ovvio lettore compatto per memorie microSD, un pennino estensibile, un pennino da pollice), ognuno di essi alloggiato in una propria nicchia e tenuto in posizione da sporgenze nello stampato, su cui avremo modo di soffermarci in seguito con maggior dettaglio; funge da sfondo il classico cartoncino bianco, il cui design pulito e volutamente essenziale è probabilmente uno dei marchi di fabbrica dell'EZ Team, a cui ci hanno abituato praticamente da sempre - la vetusta EZ-Flash I era alloggiata in una scatola nera, per far un paragone - così come lo schema di colori basato sostanzialmente su nero, bianco ed arancione.

Passando al lato posteriore, la confezione non differisce di molto da quelle delle già citate concorrenti, risultando paradossalmente ancor più ridotta all'osso. Non solo siamo certamente distanti eoni dalla completezza e precisione che caratterizzano le linee M3/G6, CycloDS o ancora le lussuose Supercard DS ONE, ma anche e persino dalla feature list chilometrica della EZ-Flash V Plus che abbiamo sopra riportato e precisato essere in tutto e per tutto applicabile a questa EZ Vi con la sola aggiunta della compatibilità DSi. Per raffronto, riportiamo qui quanto visibile in fotografia, completo di inglese squisitamente maccheronico:
CITAZIONE
  • Slot1 design
  • Cleanrom support
  • Cheat function
  • Softreset function
  • Realtime save function
  • Realtime guide function
  • Video playback
  • Mp3 music playback
  • Textbook reading
  • Homebrew support
  • MicroSDHC support

La veste grafica è completata da un'immagine della flashcard a lato del succitato elenco, l'inevitabile logo a tutto campo nella parte superiore, logo CE, codice a barre e dicitura Made in China lungo il margine inferiore, tutto rigorosamente in scala di grigi ad eccezione del logo EZ nell'angolo superiore sinistro. Pur consci di sembrare ripetitivi, nuovamente sottolineiamo come simili scelte non solo non rendono giustizia alle innumerevoli funzionalità di cui una flashcard è dotata, ma possono benissimo spiazzare l'utente neofita, ben poco informato su cosa sia una Clean ROM, il Soft Reset o ancora il Real Time Save; questo particolare aspetto è qui portato a ben due estremi, il primo la mancanza di una breve spiegazione per ogni punto dell'elenco, la seconda che ci riserviamo di indicare a brevissimo.

L'apertura della confezione è, tutto sommato, agevole: è sufficiente separare il labbro superiore del blister per vincere la forza d'attrito delle due rudimentali chiusure circolari, mentre il cartoncino non ha alcun tipo di fermo, scivolando immediatamente fuori; differente discorso per la flashcard ed i tre accessori, tenacemente tenuti in posizione dalle già citate dentellature delle nicchie, cosa che richiede una certa decisione nei movimenti. Una volta posto ogni elemento sul nostro piano di lavoro, possiamo andare a fornirne accurata descrizione.


Cominciamo proprio dal pieghevole in cartoncino lucido che abbiamo già osservato, che ora andiamo ad aprire per rivelare... due facciate perfettamente bianche. Questo è il secondo estremo a cui prima accennavamo e di cui siamo assolutamente insoddisfatti; si tratta di un marcatissimo passo indietro rispetto alle altre soluzioni concorrenti sia per DSi che per la serie classica, dotate se non di un manuale elettronico quantomeno di una guida rapida al primo utilizzo, inestimabile per chi una flashcard non la immaginava nemmeno possibile e dunque ignaro anche delle più basilari operazioni da compiere - a farla breve, copiare il kernel sulla memoria microSD. Nemmeno un richiamo a visitare il sito Internet della casa madre, un accenno a quali formati compatibili col motore trucchi, una menzione al sistema di skinning: nulla di nulla. Questo aspetto viene lenito dalla presenza, nell'OS, di un corposo manuale d'uso da leggere direttamente sul DS, tuttavia rimane comunque il problema di fondo, ovvero arrivare al punto di rendere la flashcard funzionante e la manualistica accessibile. Sempre in quest'ottica assume contorni maggiormente peggiorativi l'assenza di un disco driver, ma se non altro è un difetto condiviso da approssimativamente l'80% dei flash kit attualmente in commercio.

Prima di proseguire vorremmo sottolineare che gli accessori acclusi alla EZ Vi altri non sono che quelli già forniti con la EZ-Flash V Plus: come già denotato per altre flashcard dunque, c'è una sostanziale possibilità che essa vada in toto a rimpiazzare le precedenti soluzioni EZ V/V+, forte anche della duplice compatibilità. A onor di cronaca tuttavia, diamo descrizione di suddetti accessori.


Il lettore di memorie microSD accluso opta per un design notevolmente compatto, abbandonando il tradizionale spinotto USB a piena dimensione per sfruttare quello contacts-only già visto in altra elettronica minuta ma, a dire il vero, oggi non troppo comunemente usato data la fragilità intrinseca. E proprio a questo proposito non depone certo a favore della solidità complessiva l'ulilizzo di comune plastica, esente da scricchiolii ma al tatto ben poco piacevole, con una sensazione generale di manifattura al risparmio che di nuovo ci fa consigliare l'acquisto di un lettore di schede di maggiore solidità. Molto positivo invece come la microSD venga accolta interamente nella scocca, al contrario di molti altri lettori inclusi a flashcard, con la stessa che può venire agevolmente rimossa semplicemente applicando leggera pressione col polpastrello o spingendone il bordo con un'unghia. E' infine presente un essenziale gancetto, dato comunque di non eccessiva rilevanza.


Gingillo decisamente curioso, ma sulla cui praticità d'uso non siamo esattamente convinti, il "pennino da pollice": si tratta di un disco di plastica nera la cui faccia inferiore è foggiata a monticello, la cui punta può essere utilizzata, almeno nelle idee di chi ha inventato questa diavoleria, in giochi che richiedono l'utilizzo del touchscreen in maniera simile ad un mouse (Metroid Prime Hunters, MOON, etc.) o anche solo per non sfilare il pennino dal suo alloggiamento. Lo abbiamo definito "da pollice", ma l'uso della fettuccia elastica consente di assicurarlo a qualsiasi dito; nuovamente, però, sottolineiamo la nostra fedeltà al caro vecchio stilo Nintendo.




Proprio parlando di pennini, la EZ Vi ripropone il già apprezzato stilo metallico già incluso nella revisione Plus; lungo 8,7 centimetri, è dotato di impugnatura in alluminio e punta in plastica chiara, mentre al capo opposto è presente una placchetta circolare sempre in plastica recante il logo dell'EZ Team. Agendo proprio su questa e tirando dolcemente verso l'alto, è possibile estendere lo stilo sino alla lunghezza di 11,8 centimetri, opzione certamente gradita ai giocatori con mani più grandi e durante sessioni a titoli particolarmente frenetici come la serie Ouendan! di iNiS. Con nostro sommo piacere, notiamo che tale pennino, una volta retratto, può comodamente essere inserito nel vano preposto del DSi, assicurandone dunque un facile trasporto a patto di sopportare il prevedibile spessore che la placca alla sommità comporta e che va a sbilanciare la console.


Ed arriviamo finalmente all'elemento centrale dell'intera recensione, ovverosia la EZ Vi in sè. Come già visto nella EZ V+, la flashcard è racchiusa in un essenziale porta-cartucce in plastica chiara recante il logo EZ sul fronte, utilizzabile anche per qualsiasi altra scheda di gioco DS; la fattura è soddisfacente, dando un senso di solidità incrementato dal non esattamente debole meccanismo di apertura - si fatica un non poco per vincere la resistenza dei due gancetti. Fatto ciò, possiamo apprezzare la flashcard, che naturalmente non differisce in forma e dimensioni sia da altre soluzioni analoghe che da hardware ufficiale Nintendo (a questo scopo, in iconografia abbiamo raffrontato la EZ Vi con una AceKard 2i ed una DSVision). Ma andiamo con ordine.

Scorrendo con il polpastrello lungo il fronte della flashcard, si apprezza la superficie lucida dell'etichetta, recante impresso un semplice design del tutto simile a quello della confezione, ma anche la solita protuberanza appena al di sotto. Più volte abbiamo accennato come la EZ Vi altri non sia che una EZ V+ modificata all'uopo, ed in effetti la conferma ci arriva anche dal grosso ACTEL ProASIC3 A3P250 in tandem con una EEPROM, elementi hardware assolutamente fondamentali per l'apparato gestendone il bootloader ed i salvataggi e già utilizzati nella suddetta precedente flashcard della linea EZ. Anche qui si applicano le consuete lamentele: le continue revisioni hardware a cui è stata soggetta la Supercard DS ONE insegnano come non sia mai una buona idea esporre a stress meccanici od urti componenti hardware di tale importanza. Inoltre, ad una più attenta osservazione del margine inferiore, si denota come la scocca sia composta da due metà, di cui la frontale è poco più di una semplice e sottile lamina quadrata in cui sono stati praticati i fori per i due microchip di cui sopra.


Passando al lato posteriore della EZ Vi, ritroviamo una finitura ruvida tipica delle cartucce prodotte da Nintendo, ma che rivela la sua natura inferiore quando si vanno ad apprezzare i punti in cui essa manca: sebbene l'hardware sia esente da scricchiolii o cedimenti di alcun tipo, è inevitabile iniziare a supporre che ci siano stati alcuni errori in fase progettuale; l'ingresso microSD è posto lungo il margine destro, poco sopra l'indentatura per il meccanismo di blocco a molla dello Slot-1, mentre inferiormente andiamo a ritrovare i classici contatti che, a differenza di quanto ritroviamo nelle cartucce originali, non sono protetti dalla tipica griglia in plastica. Invero ciò non era presente nemmeno nella EZ V+, tuttavia se consideriamo che anche nel Nintendo DS è a volte necessario "soffiare sulla cartuccia" (come ai tempi del caro vecchio e mai abbastanza celebrato NES/Famicom), un livello di protezione aggiuntivo non sarebbe poi guastato.
Giungiamo ora alla prima nota dolente, che ci sentiamo in dovere di sottolineare pur essendo una stroncatura bella e buona: lo slot microSD è a dir poco orrendo. Non dotato di molla, pare essere stato disegnato per avvolgere la memoria come un guanto, al punto che non solo è necessario applicare una certa forza per inserirla, ma rende il disinserimento pura e semplice tortura: siamo stati costretti ad utilizzare un guanto in lattice per evitare che le unghie potessero scalfire la microSD, tanto tenace era la presa del meccanismo sul minuscolo rettangolino in plastica.


Nelle foto vi proponiamo l'aspetto della EZ Vi durante queste fasi, anche se naturalmente le immagini sono silenti del calvario che abbiamo appena descritto; abbiamo visto flashcard non dotate di molla, abbiamo visto flashcard in cui l'inserimento della memoria era difficoltoso, ma mai abbiamo dovuto usare letteralmente i guanti, e potete ben immaginare la nostra sorpresa quando ne siamo stati costretti dopo aver visto la microSD a rischio di danneggiamento. Non escludiamo che possa trattarsi di una peculiarità del nostro sample, tuttavia è nostro dovere sottolineare questo comportamento anomalo e decisamente poco gradito.

Nel complesso, possiamo valutare in maniera quasi del tutto positiva la presentazione di questa EZ-Flash Vi: rispetto alle soluzioni concorrenti ad oggi disponibili sul mercato, essa presenta un tangibile valore aggiunto. Sostanzialmente, trattasi di una EZ V+ che va a conservare inalterate le sue prerogative hardware e software, sia in positivo che in negativo - purtroppo quest'ultimo aspetto è a nostro avviso inficiato da alcuni grossolani sbagli progettuali, di cui assolutamente clamoroso quello riguardante il meccanismo relativo alla microSD, cosa che potrebbe causare non pochi grattacapi se andasse a costituire non un eccezione bensì la regola. Ha il suo peso naturalmente anche l'assenza di un manuale d'uso e di un disco driver, particolarmente in mano ad utenti neofiti, mentre apprezziamo la scelta degli EZ di lasciare inalterato il comunque gradito corredo di accessori, alcuni utili altri meno, che aveva contraddistinto gli ultimi prodotti della marca. Ciò detto, passiamo a preparare l'hardware per le prove di funzionalità.


--------------------
Just keep tryin'
Keep on flyin'
I will be the light...

- from Last Exile: Cloud Age Symphony -


Togisumasareta tsume wo hate ima kagayaku tame ni sono kiba wo muke...
Shiren wa norikoerarenai hito ni osoikakari wa shinai!

- from Megaman X8: Wild Fang -


Proud supporter of EVAC Industry co.ltd.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Evrain
messaggio Sunday 29 March 2009 - 00:09
Messaggio #3

The Evra Powwah! (Pirla)
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 10.824
Iscritto il: Fri 24 December 2004 - 19:38
Da: Nosgoth
Utente Nr.: 3.467
Feedback: 0 (0%)




Preparare la Card


Come oramai più che assodato, i passi da seguire prima di poter utilizzare una flashcard da Slot-1 come questa EZ Vi sono pochi e di estrema semplicità: trattasi infatti di accedere al sito ufficiale EZ-FLASH ed ottenere i file di sistema necessari. Parliamo al plurale perchè ancora una volta la tradizione EZ è rispettata con un vero e proprio ventaglio di file che vanno ad aggiornare singoli aspetti della flashcard: ciò costituisce in verità uno dei più grandi punti di forza per il lato DSi di questo kit.

Parlando in generale, una flashcard della linea EZ V consta di tre elementi fondamentali: il firmware (o bootloader, che preferiate), il kernel (o sistema operativo), il Rset Database, comunemente chiamato reset.bin dagli utenti. Il primo elemento è memorizzato direttamente nella memoria interna della flashcard e gestisce il riconoscimento da parte della console DS, la gestione degli I/O nei riguardi di microSD/EEPROM ed il caricamento del sistema operativo, che a sua volta gestisce salvataggi, giochi, funzioni multimediali; facente parte di esso è il reset.bin, archivio delle patch necessarie affinchè ogni gioco possa usufruire della oramai diffusa funzione di soft-reset a molti tanto cara ma che va sostanzialmente adattata ad ogni gioco (ciò nonostante, essi possono essere raggruppati in insiemi che condividono una stessa patch). Interessante aggiunta della nuova beta 10 del software di sistema è il cosiddetto MODE 2, ovvero una patch standard di soft reset per tutti i titoli non presenti nel database di cui sopra, la cui efficacia non è garantita ma è comunque un notevole passo avanti.
L'apparente svantaggio è la macchinosità complessiva, essendo l'utente finale sostanzialmente obbligato a gestire separatamente questi elementi; il vantaggio è però la possibilità di agire singolarmente su ciascuno di essi solo quando necessario, rispettando l'adagio di non toccare qualcosa che funziona. Ma è nei confronti del DSi che questa peculiare caratteristica rivela tutto il proprio valore: la macchina Nintendo è stata infatti progettata con maggior cura verso la sicurezza, rendendo nulle le tecniche di exploit sinora applicabili e usufruendo dell'aggiornabilità del firmware per poter contare su una protezione continua verso le flashcard; viene da sè dunque come, mentre un kit dotato di firmware fisso possa venir facilmente bloccato, così non accade qualora si possa contare sul controllo completo dell'intero software cui la flashcard è sottesa.

In definitiva dunque, utilizzeremo per i nostri test la seguente combinazione:
  • EZ-V/EZ-Vi Kernel: v1.90 Open Beta 10
  • EZ-V/EZ-Vi Firmware: v5
  • Reset DB: 11-marzo-2009
Essa rappresenta la più recente al momento della stesura di questo articolo, ma ci consente di fare una piccola considerazione: alla data attuale, nessuna delle flashcard disponibili con supporto DSi è dotata di un software di sistema appositamente progettato; la EZ Vi non fa eccezione proponendo sostanzialmente un OS in forma beta, ancora impegnato nella fase di transizione fra un hardware totalmente dedicato alle varianti DS classiche e le novità tecniche che il DSi ha apportato. Maggiori informazioni saranno divulgate nel prossimo paragrafo di questo articolo, per il momento limitiamoci a copiare nella nostra microSD kernel e firmware update, seguito dall'aggiornamento del resetsp.bin locato nella cartella moonshl; ciò eseguito, inseriamo la microSD, con qualche remora dati i già evidenziati problemi del meccanismo, ed infine inseriamo il tutto nella console, come abbiamo documentato nelle immagini che seguono.


Ora siamo pronti a schiacciare il tasto d'accensione e dare un'occhiata alla nostra EZ Vi.


--------------------
Just keep tryin'
Keep on flyin'
I will be the light...

- from Last Exile: Cloud Age Symphony -


Togisumasareta tsume wo hate ima kagayaku tame ni sono kiba wo muke...
Shiren wa norikoerarenai hito ni osoikakari wa shinai!

- from Megaman X8: Wild Fang -


Proud supporter of EVAC Industry co.ltd.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Evrain
messaggio Sunday 29 March 2009 - 00:10
Messaggio #4

The Evra Powwah! (Pirla)
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 10.824
Iscritto il: Fri 24 December 2004 - 19:38
Da: Nosgoth
Utente Nr.: 3.467
Feedback: 0 (0%)




GUI & Sistema Operativo


Eccoci finalmente giunti al primo reale contatto operativo con la EZ Vi: nuovamente ricordiamo che la flashcard è liberamente utilizzabile sia su console DSi che su normali DS Classic/Lite con identica efficacia.
L'hardware utilizza un exploit simile al fake signature utilizzato appunto nei DS di passata generazione, pertanto essa comparirà nella dashboard del DS/DSi come un normalissimo gioco: non è prevista nè aggiungibile una funzione di auto-loading. L'avvio dell'OS richiede all'incirca sette secondi, un tempo notevolmente più lungo della norma ed imputabile alla peculiare struttura del software, già descritta.






Riportiamo nelle immagini la sequenza di avvio rispettivamente senza e con una microSD valida (intesa come dotata di kernel appropriato) ed approfittiamo del momento per delineare brevemente il semplicissimo procedimento di aggiornamento del firmware. Come abbiamo avuto modo di evidenziare, questo elemento gestisce le funzioni più basilari della flashcard e richiede solo sporadici ma fondamentali aggiornamenti. Questi sono distribuiti come semplici file .nds, ergo è sufficiente avviarli come normali ROM per caricare l'updater, che non mancherà di ricordare come il processo possa comportare rischi di rendere inutilizzabile la flashcard -sebbene sia necessario appena qualche secondo, al punto che non siamo nemmeno riusciti a scattare una foto nel mentre, è buona norma avere almeno il 20% di carica nella batteria- e richiederà di premere il tasto Y. Ciò fatto, verrà effettuato un controllo sulla versione attualmente installata e, se meno recente, richiesta la pressione del tasto A per effettuare l'aggiornamento. E questo è quanto: non vi è nulla di complicato, decisamente un notevole passo avanti rispetto al macchinoso processo fatto di combinazioni di tasti e file specifici cui sono abituati gli utilizzatori delle normali EZ V.


Ma torniamo alla schermata principale: al pari dei precedenti kernel EZ e di quelli impiegati da numerosi altri produttori, ci troviamo innanzi ad un OS costruito su una versione ignota di Moonshell, il pluripremiato lettore multimediale realizzato dagli Infantile Paralyzers, cosa che naturalmente comporta il supporto a tutte le funzioni fondamentali di tale applicativo: solo per citarne alcune di maggior rilievo, il supporto nativo a file audio .mp3, .ogg, .wav nonchè a musica estratta da giochi per talune retroconsoles, la visione di filmati convertiti nell'apposito formato DPG, la visione di immagini, la lettura di file di testo. Precisiamo immediatamente come le funzionalità proposte siano identiche sia che si utilizzi un DS Classic che un DSi, tuttavia la nostra analisi verterà principalmente su quest'ultimo.
La schermata superiore presenta il file browser, che di default mostrerà la cartella principale (root) della microSD: la barra presente lungo il margine superiore mostra l'attuale percorso ed il numero di file contenuti nella posizione attuale; sebbene sia possibile una rudimentale navigazione via touch screen, come vedremo in seguito, la gestione di questa e molte altre features è principalmente tramite pulsantiera, una caratteristica più o meno gradita in accordo alle preferenze personali dell'utilizzatore. I file recano il loro nome originale ed un'icona differente a seconda che si tratti di un file audio, video, testuale, sconosciuto, un salvataggio od un titolo GameBoy Advance; se è in oggetto un gioco DS, l'icona relativa verrà estratta e mostrata a video. Come di consueto, il margine sinistro vede la presenza di una immancabile barra di scorrimento; concludiano sottolineando come non sia possibile passare ad una visualizzazione dei file differente dal tradizionale elenco, sebbene sia possibile modificare la dimensione delle icone (vedi oltre).

Lo schermo inferiore è grossolanamente suddivisibile in quattro aree, a guisa di una grossa H: sul lato sinistro sono visibili due grosse frecce, che rappresentano il già menzionato modo di scorrere l'elenco file (a nostro avviso, decisamente troppo macchinoso per essere praticabile), mentre al centro campeggiano rispettivamente i dati ROM (icona, titolo, publisher) se presenti o in alternativa la sola icona ed il grosso pulsante di avvio, separati dal selettore dedicato alla EZ 3-in-1 e disabilitato quando essa non è presente - condizione standard nel DSi. Ad onor di cronaca, ricordiamo che su normali DS con inserita la suddetta espansione sono abilitabili il GBA Link e la vibrazione toccando questo tasto, mentre lungo il margine inferiore dello schermo verrà mostrato il codice della ROM caricata nella memoria NORFLASH della 3-in-1, se e solo se essa è presente.
Il lato sinistro è invece deputato alle funzioni più fini della EZ Vi: dall'alto, ritroviamo il tasto deputato alla regolazione della luminosità (non funzionante su DSi nè tantomeno su DS Classic), il tasto impostazioni ROM (si noti che assume colorazione arancione con cheats disattivati, viceversa blu), il tasto Guida, il tasto Impostazioni ed infine la possibilità, di utilità alquanto variabile, di spegnere la console. Andiamo dunque ad esaminare con più attenzione questi elementi.


Per ciascuna ROM è possibile scegliere se utilizzare o meno la funzione di soft-reset -ricordando che questa è legata al già citato file presente nel kernel- che a sua volta abilita il Real Time Save qui chiamato Instant Save, l'Instant Walkthrough (ovvero la lettura durante il gioco di un file di testo associato a ciascuna ROM) ed il motore trucchi, a sua volta legato ad ulteriori opzioni.
Su questo argomento soffermiamo brevemente la nostra attenzione, ricordando che l'utilizzo di gabole tramite EZ Vi è leggermente più macchinoso rispetto ad altre soluzioni: come notate dalle immagini, vi verrà richiesto di selezionare un motore fra cht ed ARDS mentre l'ultima opzione permetterà di gestire singolamente i vari codici, a patto che essi esistano (la voce CheatExistence) è appunto deputata a notificare l'utente di ciò.
La duplicità dei motori è dovuta all'utilizzo del vetusto formato .cht, un retaggio dell'era Slot-2 particolarmente eloquente, ad esempio, nelle Supercard; vien da sè che è ora preferibile reperire ed utilizzare trucchi in formato Action Replay DS, gestiti da CodeJunkies, che andranno poi elaborati tramite specifico software EZ per ottenere l'agognato ezarcode.dat, vero database da copiare nella root della microSD in una cartella denominata cht (si presti attenzione a che le lettere siano minuscole). Una volta impostato il tutto, è sufficiente toccare la dicitura SAVE per memorizzare le impostazioni in un file .ini, che determinerà anche la comparsa della cartella ROMINI nella microSD, pena la perdita delle impostazioni, e premere A per eseguire il gioco o B per tornare alla precedente schermata, mentre la dicitura CANCEL annulla qualsiasi modifica effettuata. Si sottolinea come, in ogni caso, i codici vanno attivati all'interno del gioco tramite pressione dei tasti L+R+START oppure disattivati tramite combinazione L+R+SELECT.
Per quanto riguarda le soluzioni, o walkthrough, è sufficiente porre nella cartella rtssave (le condizioni da rispettare sono le stesse dei codici sopra delineate) in formato .txt e con eguale nome file, richiamandola poi tramite menù interno che andremo in seguito a considerare.




Decisamente impressionante è la "guida utente" acclusa al kernel: trattasi infatti di una lunga e precisa lista di argomenti che coprono gran parte delle funzionalità della EZ V/V+/Vi, seppur nell'inglese maccheronico da tutti noi conosciuto ed amato. In verità, altri non è che una copia delle informazioni contenute sul Wiki non ufficiale dedicato ai prodotti EZ (link) e sfortunatamente discretamente datato, tuttavia è di inestimabile valore per qualsiasi nuovo utente prima di passare alla lettura di articoli a tema su siti specializzati. Essendo la guida sostanzialmente un file di testo - di cui rendiamo disponibile una copia - è possibile usare i tasti dorsali per salvare e caricare i tre segnalibri messi a disposizione dal visualizzatore testi di Moonshell.
In ultimo, il menù impostazioni consente di selezionare la lingua dell'interfaccia (l'italiano è presente), impostare la potenza della vibrazione ed il numero di ROM GBA da caricare (utile solo su DS Classic/Lite con EZ 3-in-1), la dimensione delle icone.

La EZ Vi eredita dalle sue colleghe svariate funzioni aggiuntive: in primis, la gestione diretta dei file, analoga a quanto visto sulle AceKard, potendo copiare da una cartella all'altra qualsiasi file premendo il pulsante Y, mentre premendo X verrà chiesto se cancellare o meno il file attualmente selezionato.
Abbiamo citato come la EZ Vi preveda un menù in-game: esso, accessibile tramite la combinazione di tasti L+R+A+B, consente di gestire aspetti avanzati della cartuccia come il Real Time Save, la guida ed il soft-reset; per scarno che sia graficamente, siamo lieti di non dover più fare i conti con le centinaia di scorciatoie che contraddistinguono, ad esempio, i prodotti Supercard.
Chiudiamo infine la disamina sottolineando come anche le scorciatoie relative all'EZ 3-in-1 siano perfettamente integre e funzionanti su un DS Classic/Lite in cui l'espansione sia stata inserita prima dell'accensione: una descrizione accurata di ciò tuttavia esula dallo scopo di questo articolo ed è reperibile nella recensione dedicata alla EZ V+.

Siamo incerti sulla valutazione di questo EZ Kernel: da un lato, siamo estremamente soddisfatti di come esso si sia evoluto, mantenendo inalterate le funzioni di Moonshell ma costruendoci su un software decisamente meno farraginoso di quanto visto ad esempio sulle Supercard DS ONE; i grossi pulsanti sul touch screen permettono con una certa agevolezza di raggiungere tutti i menù pertinenti. Siamo tuttavia poco convinti da come tale evoluzione sembra essersi fermata: l'interazione che il touch screen consente è invero piuttosto limitata, al punto che i pulsanti di chiusura finestre non funzionano, in alcuni punti è evidente una mancanza di precisione nella calibrazione e rilevamento, le opzioni mancano di qualsivoglia descrizione mentre la guida utente, per esaustiva che sia, semplicemente avrebbe bisogno di un aggiornamento. Piuttosto macchinoso anche il sistema codici: ci chiediamo perchè non adottare una soluzione analoga alla R4, con la distribuzione di un file preconfezionato e relativo tool di modifica. Naturalmente è da considerare anche il senso di incompletezza che questa beta 9 trasmette, pur non essendo la prima versione sperimentale rilasciata; sono ancora molti gli spigoli da limare e, soprattutto, le funzioni da aggiungere per avvantaggiarsi appieno del supporto DSi. Concedendo il beneficio del dubbio ed attendendo future versioni dell'EZ Kernel, andiamo dunque a mettere sotto torchio la EZ Vi nei nostri test operativi.


--------------------
Just keep tryin'
Keep on flyin'
I will be the light...

- from Last Exile: Cloud Age Symphony -


Togisumasareta tsume wo hate ima kagayaku tame ni sono kiba wo muke...
Shiren wa norikoerarenai hito ni osoikakari wa shinai!

- from Megaman X8: Wild Fang -


Proud supporter of EVAC Industry co.ltd.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Evrain
messaggio Sunday 29 March 2009 - 13:54
Messaggio #5

The Evra Powwah! (Pirla)
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 10.824
Iscritto il: Fri 24 December 2004 - 19:38
Da: Nosgoth
Utente Nr.: 3.467
Feedback: 0 (0%)




Compatibilità e Performance

Descritta adeguatamente la confezione e relativo contenuto, giungiamo dunque ai test operativi di questa EZ Vi, che come sempre coprirà l'utilizzo della flashcard sia con software homebrew che con backup di software commerciale Nintendo.






Premettiamo che i nostri test si sono principalmente focalizzati sull'utilizzo della flashcard con console Nintendo DSi, tuttavia non è stato tralasciato un breve test di controverifica su modelli più classici, come vediamo dalla lista che segue:
  • EZ-Flash Vi
  • Nintendo DS "Classic" v3 (con FlashMe v7)
  • Nintendo DSi TWL-001 JPN
  • Kingston microSD 1GB, Trascend microSD 2Gb
E' doveroso precisare immediatamente come queste prove siano aggiornate alla data di pubblicazione di questo articolo: è già noto come Nintendo abbia notevolmente incrementato le misure di sicurezza sui modelli di DSi destinati ai mercati occidentali (salvo quello australiano, per motivi ignoti); pertanto, quanto segue si ritiene valido per un DSi giapponese, rimandando ad aggiornamenti successivi alla data di cui sopra eventuali note riguardanti le versioni europea ed americana della console e ricordando come la struttura hardware della flashcard ben si presti ad aggiornamenti mirati alla compatibilità hardware. I settaggi utilizzati sono Soft-reset: on (Mode 1), Instant Save: on (RTS), InstantWalkthrough: on, Cheats: off e la revisione software la già citata Openbeta 10 con firmware v5.

Homebrew

Il patching automatico DLDI rende una vera sciocchezza l'utilizzo di qualsivoglia homebrew: tutto ciò che è necessario, infatti, è copiare quanto contenuto nell'archivio dell'homebrew in questione nelle directory appropriate (variabili a seconda del software in esame) ed avviarlo dall'EZ Menu. Semplicità assoluta, rilassatevi e lasciate che le collaudate librerie DLDI facciano il loro lavoro, eliminando qualsiasi problema. Abbiamo testato gli homebrew più classici, come DSOrganize, BeUP Live 0.4, DS Linux, SNemulDS e per buona misura lo stesso MoonShell 2, riscontrando zero problemi imputabili alla flashcard. Diciamo così perchè, causa nuovo firmware, è ad oggi impossibile utilizzare su DSi tutti quegli homebrew che richiedono o periferiche Slot-2 oppure i dati di connessione WiFi prelevati direttamente dalla memoria interna del DS; si tratta di problemi la cui risoluzione è a carico degli sviluppatori e non dell'EZ Team. Questi problemi chiaramente non sono riscontrati durante l'utilizzo con modelli precedenti della console.

Giochi DS

Per quanto riguarda il software DS, sono state svolte prove con i seguenti titoli, alcuni già presenti nel nostro parco test, altri da poco aggiunti; come al solito, il colore indica lo stato di compatibilità:
    Donkey Kong: Jungle Climber
    CSI: Dark Motives
    Real Football 2008
    Warhammer 40k: Squad Command
    Drawn to Life
    Mario Party DS
    Megaman Star Force: Dragon
    Pro Evolution Soccer 2008
    Contra 4
    Advance Wars: Days of Ruin
    Pokèmon Diamond
    Sonic Rush Adventure
    The Legend of Spyro: A New Beginning
    Asterix & Obelix at the Olympic Games
    New Zealand Story
    New Super Mario Bros
    Yu-Gi-Oh! World Championship 2007
    Zoo Keeper
    Bubble Bobble: Double Shot
    Another Code: Two Memories
    Nanostray 2
    Electroplankton
    Pac'n Roll
    Lost in Blue
    Kirby Canvas Course
    Battles of Prince of Persia
    Burnout Legends
    Mario & Luigi: Partners in Time
    Fifa Street 2
    James Pond
    Puyo Pop Fever
    Bomberman DS
    Osu! Tatakae! Ouendan!
    Megaman ZX
    Megaman ZX Advent
    Star Trek Tactical Assault
    Cooking Mama
    Yoshi's Island DS
    Zendoku
    Ratatouille
    42 All-time Classics
    Animal Crossing
    Bee Movie
    Brain Training
    More Brain Training
    Crash Bandicoot Titans
    Ferrari Challenge
    Imagine Baby-sitter
    Giulia Passione Stilista
    Left or Right
    Luxor: Pharaoh's Challenge
    Mario & Sonic at the Olympic Games
    Mario Kart DS
    Grand Theft Auto: Chinatown Wars
    Super Mario RPG 3!
    Dungeon Master
    Taiko no Tatsujin!
    Metroid Prime Hunters
    Ultimate Mortal Kombat DS
    Mistery Detective
    Dragon Ball Origins
    Professor Layton ATCV
    Trauma Center
    Trauma Center 2
    The World Ends With You
    Time Hollow
    Touch Mechanic
    Shrek the Third
    Lunar Knights
    Picross DS
    Orcs & Elves
    Tetris DS
    Ketsui Death Label
    The Legend of Zelda: Phantom Hourglass
Siamo piuttosto indispettiti da quella singola macchiolina di rosso in mezzo a cotanto verde: ciò nonostante, non siamo riusciti ad avviare Dragon Ball Origins su EZ Vi, che anzi bloccava senza speranza la console non appena avviata la ROM. E' indubbiamente un peccato, data la tradizione di compatibilità perfetta che sempre ha contraddistinto la storia EZ: confidiamo dunque in un pronto aggiornamento del software di sistema.

Giochi GBA

Spendiamo solo qualche parola sul supporto al software GBA, per l'ovvio motivo che il DSi, cui questa flashcard è implicitamente destinata a priori, non presenta uno Slot-2: a meno che l'utente non intenda sbizzarrirsi col saldatore, questa situazione non andrà incontro a cambiamenti. Ingegnosamente, la mancanza di una EZ 3-in-1 inserita disattiva le funzioni relative nel contesto del sistema operativo. Per quanto concerne l'utilizzo su normali modelli di Nintendo DS, rimandiamo il lettore alla precedente recensione ed alle guide presenti sul Sito, dettaglianti compatibilità e procedure relative.

Modalità Wi-Fi

La EZ Vi non presenta, al contrario di altre flashcard, alcun settaggio specifico alle funzionalità di WiFi locale di giochi ed homebrew: si suppone che essi siano o automaticamente patchati all'uopo o che la caratteristica sia pienamente supportata. Allo stato attuale, abbiamo riscontrato problemi solo con Ketsui Death Label, che sono però presenti anche utilizzando hardware differente. Per il resto, non ci sono stati assolutamente problemi nell'avviare sessioni multigiocatore... a patto di disattivare il Soft-reset. Per curioso che sembri, infatti, la versione utilizzata dell'OS pare non apprezzare l'utilizzo in contemporanea del soft-reset e del multigiocatore locale, cosa che ci auspichiamo verrà corretta in futuro.


--------------------
Just keep tryin'
Keep on flyin'
I will be the light...

- from Last Exile: Cloud Age Symphony -


Togisumasareta tsume wo hate ima kagayaku tame ni sono kiba wo muke...
Shiren wa norikoerarenai hito ni osoikakari wa shinai!

- from Megaman X8: Wild Fang -


Proud supporter of EVAC Industry co.ltd.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Evrain
messaggio Sunday 29 March 2009 - 13:55
Messaggio #6

The Evra Powwah! (Pirla)
Gruppo icone

Gruppo: Veterani
Messaggi: 10.824
Iscritto il: Fri 24 December 2004 - 19:38
Da: Nosgoth
Utente Nr.: 3.467
Feedback: 0 (0%)




Conclusioni

Dopo tanto dire e tanto argomentare, giungiamo infine al consueto angolo delle conclusioni, in cui i risultati dei nostri test ci consentono di tirare le somme ed esprimere un verdetto univoco sulla EZ-Flash Vi che abbiamo fin'ora passato al pettine fino.
Contrariamente al solito però, iniziamo proprio da un distinguo che dovrebbe trovarsi al termine del paragrafo: se state cercando una flashcard per DS Classic o Lite, è il caso di ponderare con attenzione, nonchè di rileggervi la precedente recensione; vigono infatti le considerazioni formulate in precedenza, su un hardware che pur raggiungendo un livello medio-alto non riesce ad imporsi nella fascia alta oramai territorio di alcune flashcard, presentando funzioni interessanti ed attuali ma mancando adeguata cura sul versante software. Ben diverso il discorso pertinente l'utilizzo nel DSi: in questo caso, possiamo affermare con sicumera che la EZ Vi è l'hardware migliore che il mercato al momento offre per l'utilizzo di homebrew e backup sul nuovissimo portatile di casa Nintendo; la consistente paucità di alternative, unite all'esperienza dell'EZ Team e ad un hardware ben collaudato - ma forse troppo poco innovato - la piazzano al vertice. Real Time Save, consultazione di testi durante il gioco, la già citata compatibilità con i predetti modelli nonchè i puntuali aggiornamenti sono senza dubbio una garanzia sulla qualità del prodotto. A ciò si aggiunge anche il corredo di accessori, corposo ed utile seppur in vario grado (di sicuro, il pennino aggiuntivo è cosa gradita data la tendenza a smarrirli) nonchè la splendida idea di aggiungere una guida utente datata ma in ogni caso sufficientemente esaustiva, cosa che compensa il desolante candore della controparte cartacea.
Passando ad aspetti ben più pratici e nuovamente focalizzando la nostra attenzione principalmente sul DSi, il sistema operativo si dimostra ancora troppo giovane, con angoli da smussare e funzionalità presenti si ma non modificate per essere funzionali sulla console -si veda la regolazione dell'intensità dell'LCD- nonchè ancora vittima di retaggi come il motore trucchi leggermente complesso da usare; ben plaudiamo invece alla scelta di suddividere ordinatamente in cartella salvataggi, save states e file di configurazione, nonchè il comodissimo menu in-game per la gestione di soluzioni e RTS che finalmente ci libera di noiose e complesse scorciatoie da memorizzare.

Sul versante hardware è da notarsi come non sia stato fatto nulla per risolvere il consueto problema della scocca poco protettiva: sebbene passabile in quanto a solidità, il mantenere esposti non uno ma entrambi i microchip cuore della flashcard è assolutamente inaccettabile, così come lo slot memoria, apparentemente profilato al millimetro e molto poco incline a rilasciare la microSD una volta che essa sia stata inserita. Si tratta di problemi che, a nostro avviso, andrebbero presto risolti, data la fragilità intrinseca delle memorie microSD e l'uso non sempre accurato che di una flashcard si fa, specie nelle mani di utenti più giovani.

Diamo ora un breve riassunto dei pro e contro:

Pro
+ l'OS basato su Moonshell consente di fruire immediatamente dei contenuti multimediali
+ Funzione PassMe integrata
+ ottima dotazione di accessori, anche se la qualità individuale fluttua notevolmente
+ personalizzazione grafica di estrema facilità, di nuovo grazie alle fondamenta Moonshell
+ la presenza della funzione Real Time Save
+ lettura in-game di soluzioni od altri file di testo
+ compatibilità crociata anche con i vecchi modelli Nintendo DS
+ aggiornamenti frequenti ed affidabilità del costruttore
+ struttura intrinseca dell'hardware particolarmente adatta alle caratteristiche del DSi


Contro
- compatibilità ancora non totale
- come di consueto, la scocca fenestrata lascia troppo vulnerabili taluni componenti basilari
- software di sistema ancora in fase di sviluppo con leggere instabilità
- atroce slot microSD: salvo modifiche alla circuiteria, il rischio di danneggiare la memoria nella fase di estrazione è elevato
- l'utilizzo dei trucchi è ancora piuttosto farraginoso, salvo usando archivi precompilati


Packaging
Materiali
Compatibilità
Funzioni Speciali


Recensione scritta da Evrain per GBARL.it.
La riproduzione della stessa, senza il consenso dell'autore, è severamente vietata al di fuori nel network RL.


--------------------
Just keep tryin'
Keep on flyin'
I will be the light...

- from Last Exile: Cloud Age Symphony -


Togisumasareta tsume wo hate ima kagayaku tame ni sono kiba wo muke...
Shiren wa norikoerarenai hito ni osoikakari wa shinai!

- from Megaman X8: Wild Fang -


Proud supporter of EVAC Industry co.ltd.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post

Closed TopicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: Mon 27 March 2017- 11:45

.: GBArl.it :. Copyright © 2003-2015, All Rights Reserved.
Loghi, documenti e immagini contenuti in questo Sito appartengono ai rispettivi proprietari,
e sono resi pubblici sotto licenza Creative Commons

Creative Commons License
.::.