IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

Seguici su:    
 
Closed TopicStart new topic
> [Recensione] EZ-5 + Expansion pack 3-in-1
Nemo_DS
messaggio Friday 3 August 2007 - 23:10
Messaggio #1

Who cares?
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 4.803
Iscritto il: Wed 15 February 2006 - 15:53
Da: Se vuoi venire a trovarci, scambiare due chiacchiere, o mandarci a quel paese: Azzurra - #gbarl.it :P
Utente Nr.: 10.478
Feedback: 9 (100%)




EZ-V + 3-in-1 Expansion Bundle Pack

[ English Version | Versione Italiana ]


Quick Links:
Official Site: http://www.ezflash.cn/en


Sin dalla scoperta di un metodo per realizzare flashcard per i sistemi di gioco Nintendo, in molti hanno provato ad entrare nel business, con alterne fortune. Il Team EZ è stato uno dei primi, dandosi da fare e costruendosi una solida reputazione.

La loro offerta include i modelli di flash di maggior successo: EZ1, EZ2 ed EZ3 sono anche oggi rare e richieste, per via della loro eccellente compatibilità e qualità costruttiva. Dopo il lancio del Nintendo DS, gli EZ hanno rilasciato una versione aggiornato della loro terza cartuccia per GBA, denominata EZ4 ed espressamente realizzata come soluzione Slot-2, riuscendo a conquistare una buona quota di mercato.

Nel Dicembre 2006, è stata stabilita una nuova meta con l'introduzione dei modelli da Slot-1. Queste flashcard erano studiate per coniugare la possibilità di utilizzare codice homebrew e di backup avvantaggiandosi del design leggero e compatto delle cartucce DS originali.

L'unità che verrà qui recensita è l'ultima nata nella famiglia di prodotti dell'EZ-Team: l'EZ-V Bundle Pack.


Introduzione & Caratteristiche


Vogliamo ringraziare il Team EZ per la loro gentilezza nell'inviarci il campione utilizzato per questa review.
Ed ora, esaminiamo questa cartuccia, già recensita su questo sito nella sua precedente incarnazione, priva di espansione. E' bene dire immediatamente che questa flashcard si basa su un approccio di tipo U-Disk Drag&Drop: sebbene i file caricati possano essere modificati/patchati, generalmente non è necessaria nessun'azione aggiuntiva prima di copiarli sulla scheda di memoria. Usare una flashcard non è mai stato così semplice.

Ora, vediamo le funzionalità offerte, come dichiarate dal produttore:
  • Stesse dimensioni di una cartuccia DS originale
  • Memoria basata su TransFlash/microSD removibili
  • Direct boot: la cartuccia funge da PassMe di terza generazione, non è necessario altro hardware
  • Moonshell integrato nel bootloader: MP3, video in DPG e file di testo TXT possono essere aperti senza bisogno di programmi aggiuntivi
  • Bootloader Open Source, personalizzabile nella skin
  • Modalità Dual Read: sia gli homebrew che i dump "clean" (così come usciti dal dumper) possono essere utilizzati sia direttamente (Direct Mode) o previo patching (Hybrid Mode) per l'uso su memorie lente o vecchie
  • Supporto al filesystem FAT, con file di salvataggio multipli e generati automaticamente
  • Salvataggi memorizzati su supporto hardware, eliminando il rischio di perderli allo spegnimento della console
  • Bootloader aggiornabile
  • Pieno supporto homebrew, con driver DLDI open-source (una guida allo standard DLDI è reperibile sul nostro sito)
Queste caratteristiche, comuni a molte altre soluzioni Slot-1, rendono la EZ-V una scelta flessibile ed affidabile. La semplicità innanzitutto!


La Confezione


Dopo tanto parlare, vediamo cosa ci aspetta una volta aperto il pacco in cui la nostra EZ-V ci verrà consegnata.
In questa breve galleria fotografica è mostrato cosa riceverete all'acquisto del kit:



Come potete vedere, non c'è molto da descrivere: la sobria eleganza del packaging è uno dei marchi di fabbrica EZ.




All'apertura della minuta scatolina di cartone, il senso di essenzialità esterno continua: un semplice supporto di plastica leggera ospita sia la EZ-V che il suo Expansion Pack.




Vista del retro della confezione: il contenuto vi è appoggiato per dare una misura delle dimensioni.



Ultima ma non ultima, una rassegna generale!


Più in dettaglio, riceverete la flashcard in una piccola scatolina di cartone, colorata in bianco ed arancione, con una succinta descrizione delle caratteristiche. Tali caratteristiche sono stampate sul retro: non c'è molto, ma probabilmente si trattava di un problema di spazio... Il Bundle che qui recensiamo è identificato da un adesivo sul fronte, pertanto prestate attenzione al momento dell'acquisto.
Riguardo al contenuto, troverete solo flashcard ed Expansion Pack, che saranno esaminati con più cura nel prosieguo della review. Niente disco driver, niente card reader USB, niente di niente.







Ecco come si presenta la EZ-V inserita in un Nintendo DS Lite bianco: sebbene il guscio della flashcard sia disponibile esclusivamente in nero, questo non ne intacca l'estetica. Come potete vedere, viene comunque mantenuto un aspetto elegante.




Svariati supporti Nintendo e flashcards: il leggendario Mortal Kombat II per l'altrettanto leggendario Gameboy, seguito da Yoshi's Universal Gravitation per GBA, fino a Mario Kart DS, una delle più famose killer application per la nostra console preferita. Il resto dell'hardware dovrebbe essere ben noto a qualsiasi appassionato di hacking!




Per amor di completezza, ecco come si presenta la EZ-V se usata con il fratello maggiore (letteralmente) del Lite. Nulla da segnalare.

La flashcard è chiaramente identica, nelle dimensioni, ad una cartuccia Nintendo comune: è interessante notare, peraltro, come i vari team siano riusciti a creare hardware di dimensioni così contenute.

I materiali: solitamente, il punto debole più grande di una flashcard, poichè vengono trascurati in favore di un prezzo minore. Un esempio è la CycloDS, già recensita qui su GbaRL. Flashcard costruite con materiali scadenti e tecniche costruttive grossolane sono prone a malfunzionamenti e rotture, pertanto consigliamo di spendere qualche euro in più su un modello resistente e durevole.

Torniamo alla EZ-V: possiamo affermare che la qualità dell'assemblaggio è notevole, senza mostrare imperfezioni e scricchiolii. Semplicemente al tatto, è ovvio come il guscio protegga adeguatamente i meccanismi interni dai più comuni urti ed incidenti. Probabilmente per il fatto che il nostro campione è fresco di fabbrica, abbiamo riscontrato saltuari problemi nella rimozione della microSD; occasionalmente, abbiamo dovuto penare non poco per estrarla dal suo alloggiamento.





Senza dubbio, manifattura solida: anche l'Expansion Pack non ha mostrato cedimenti durante il normale utilizzo e l'inserimento/estrazione dal suo slot.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Nemo_DS
messaggio Saturday 4 August 2007 - 00:11
Messaggio #2

Who cares?
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 4.803
Iscritto il: Wed 15 February 2006 - 15:53
Da: Se vuoi venire a trovarci, scambiare due chiacchiere, o mandarci a quel paese: Azzurra - #gbarl.it :P
Utente Nr.: 10.478
Feedback: 9 (100%)




Preparare la card


Certo, l'impazienza è "virtù" diffusa, tuttavia saranno necessarie alcune operazioni preliminari, prima di poter utilizzare la vostra EZ-V.

Poichè nessun tipo di software viene fornito nella confezione, sarà necessario scaricare da Internet i componenti richiesti. Il sito ufficiale, Mediadealer.it, nonché lArea Files di GBArl, ospitano copie di questi file fondamentali.
Saranno necessari i seguenti componenti: Shell, Kernel (o Loader che dir si voglia), Lista dei Save e l’Hybrid Tool; ma passiamo a a descriverli nel particolare.
  • Shell:
    Rappresenta la GUI (Interfaccia Grafica Utente) del dispositivo. Va copiata su microSD prima dell’uso, pena un simpatico messaggio di errore “can not found shell folder” che impedirà di proseguire. E', essenzialmente, una versione modificata di MoonShell.
    La sua installazione è assolutamente elementare: basta copiare il contenuto dell'archivio distribuito dall'EZ-Team per renderla operativa.

  • Kernel (o Loader):
    Sede di tutte le funzionalità della card, è l'equivalente del firmware.
    Per aggiornarlo, sarà sufficiente copiare il file “ez5upldr.bin” nella root del nostro supporto, dopodichè avviare la EZ-V dal menù principale del Nintendo DS tenendo premuto il tasto R, fino all’apparizione del menu di bootstrap. Una semplice pressione dello stesso tasto farà partire il processo di aggiornamento.

  • Save List:
    Onde prevenire problemi con la determinazione del tipo di salvataggio (i giochi DS utilizzano svariati chip di memoria, di dimensioni e tipo assai variabile), questo database associa ogni cartuccia rilasciata da Nintendo col rispettivo tipo di save. Anche qui, l’uso è molto semplice: basterà scaricare l’ultima versione disponibile e sostituire il vecchio file, posto nella cartella shell.

  • Hybrid Tool:
    Il seguente strumento ha avuto origine dalla necessità di permettere la corretta esecuzione di giochi su MicroSD lente o non adeguatamente veloci. Se una ROM è data come non funzionante, l’idea generale è quella di effettuare delle "correzioni" attraverso tale tool: i risultati sono ampiamente variabili, tuttavia una versione Hybrid della ROM girerà meglio su supporti di non eccelsa fattura.
    Uno strumento ottimo, quindi, per chi si è in possesso di supporti non estremamente veloci. Inoltre, è possibile trimmare le ROM, processo rapido e particolarmente vantaggioso in termini di spazio sulla memoria.
Una volta scaricati tali files, saremo pronti per la procedura di update sopra menzionata. Dopo aver copiato la shell ed il file “ez5upldr.bin” nella root del supporto, teniamo premuto “R” e la seguente schermata ci verrà presentata:







Come evidenziato dalle immagini, avviando il DS con tale procedura avremo a disposizione tre scelte: aggiornare premendo di nuovo R, usare la flashcard come PassMe di terza generazione tenendo premuto L, oppure procedere ad un normale avvio della flashcard premendo “A”. Naturalmente, questo menù è rivolto ai più esperti e, nella maggior parte dei casi, non saranno necessarie pressioni di tasti o altro per utilizzare la EZ-V.

GUI


L’interfaccia grafica della EZ5 è basata, come già detto, su quello che è il MoonShell, homebrew per eccellenza in ambito multimedia. Possiamo dire che si tratti effettivamente di un MoonShell modificato per adattarsi a perfezione alla EZ-V, per la gioia dei fan di questo programma.
File audio, video o immagini non saranno un problema: basterà copiarli sul supporto, selezionarli attraverso il menù e il tutto verrà gestito in automatico. Una conseguenza di questa shell è l'assenza, per il momento, di supporto touchscreen: tutte le operazioni andranno condotte via D-Pad.







Premendo L + R all’interno del menu principale accederemo ad una essenziale finestra di configurazione dell'unità. A disposizione c'è la possibilità di cambiare la lingua della Shell fra inglese e cinese oppure di impostare la velocità della nostra microSD. In caso di malfunzionamenti con i giochi, sarà possibile variare questo valore, su una scala da 1 a 12, per tentare di ottenere una performance accettabile.





Selezionando un file, il touchscreen presenterà immediatamente titolo, tipo, dimensione del savegame, nonchè l'icona associata al gioco. Basterà quindi premere ulteriormente A e l'homebrew/gioco verrà avviato senza ulteriori operazioni.

Una nota riguardo ai salvataggi, che il buon 619619 ha avuto cura di spiegare nei minimi dettagli nella precedente recensione:
CITAZIONE
Il salvataggio dei dati viene fatto via Hardware, il gioco salva nella EEPROM della FlashCard, al successivo riavvio il salvataggio viene trasferito su MicroSD in formato *.sav ; Quando si avvia un gioco, se il salvataggo è presente, viene caricato nella EEPROM. Non c'è quindi nessuna emulazione per la gestione dei savegame (alcune card ridirigono l'accesso ai savegame direttamente sulla memoria di massa, causando problemi di compatibilità con alcune Rom).
Il team ha già memorizzato i settaggi per i Savegame fino alla rom 0773, nel caso che il Tipo di salvataggio non sia riconosciuto correttamente, è possibile cambiarlo scegliendo tra i vari tipi con L+X o L+Y , con un paio di tentativi avrete il vostro gioco funzionante.


Naturalmente, ad ora il save list è notevolmente più aggiornato.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Nemo_DS
messaggio Saturday 4 August 2007 - 00:29
Messaggio #3

Who cares?
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 4.803
Iscritto il: Wed 15 February 2006 - 15:53
Da: Se vuoi venire a trovarci, scambiare due chiacchiere, o mandarci a quel paese: Azzurra - #gbarl.it :P
Utente Nr.: 10.478
Feedback: 9 (100%)




Compatibilità


Generalmente, non vengono riportate Compatibility List complete per giochi su dispositivi Slot 1, questo perché la cifra è sempre pari al 99-100% nella stragrande maggioranza dei casi. È quindi di dubbia utilità crearla: tuttavia, il buon 619619 ha avuto la premura di provare alcuni giochi che comunemente riportano problemi di sorta, riguardo alla velocità di esecuzione, presenza di glitches e altro ancora.

Trovate quindi i vecchi test al precedente link., tuttavia tenete ben presente che tale sequenza di test risulta ora obsoleta per via dei numerosi e puntuali aggiornamenti da parte del team.

Inoltre, riguardo alla compatibilità del Download Play con questo dispositivo, una lista molto accurata è già stata creata. Eviterò quindi di ripetere tali test, rimandandovi invece al completissimo Wiki di Sosuke.com, vera e propria miniera di informazioni non solo per la EZ V, ma per l'intero mondo EZ. Assicuratevi di inserirlo tra i vostri preferiti!

Homebrew

E passiamo ad un argomento a me (ed a molti) particolarmente caro: quella degli homebrew! Come molti di voi già sapranno, si tratta di programmi letteralmente “scritti in casa” da volenterosi programmatori, che si prendono poi l’onere di diffonderli e di utilizzare il feedback degli utilizzatori per perfezionarli, spesso con risultati notevolissimi.

A favore di tale impresa e per rendere il compito più facile possibile, le DLDI hanno fatto la loro comparsa sulla scena, eliminando fastidiose incompatibilità tra flashcard diverse e fornendo agli sviluppatori un'interfaccia di I/O standard. Ad ogni modo, nella nostra sezione "Guide Hacking DS" potrete facilmente reperire informazioni in merito.

I test sono stati effettuati patchando preventivamente ogni singolo file: un qualsiasi programma ad hoc andrà bene per l'operazione. Consigliamo DLDIrc o DS_ROM_Tool, entrambi creati da utenti GBArl.

Ecco dunque i risultati ottenuti:
IrcDS: Nessun problema. Connessione ai server senza indugi e responsività del touch screen esente da difetti. Una ASUS Wl-167g è stata impiegata come punto d'accesso wireless per il DS.

DSOrganize v.2.9 Neoflash: DragonMinded avrebbe difficilmente potuto fare di meglio: DSOrganize è uno degli homebrew per eccellenza, e possiamo ammirarlo in ogni suo aspetto sulla nostra EZ V, anche grazie al curato supporto DLDI.

ScummVM DS: Riassaporare le vecchie legende LucasArts sulla nostra flashcard nuova di zecca è facile come bere un bicchier d'acqua, ancora una volta grazie alle DLDI ed al pieno supporto dell'hardware.

Lameboy: Giochi caricati perfettamente, uso normale. Nessun difetto di sorta.

SNEmulDS v.0.5: Nei limiti delle possibilità del programma, tutto gira alla perfezione. Giochi caricati a dovere, caricamenti corretti.. insomma, funzionano.

BlipTracker: Uno degli homebrew più interessanti, ma forse meno conosciuto rispetto agli altri. Campionatore , sintetizzatore e altro: non mancate di provarlo. Nessun problema.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Nemo_DS
messaggio Saturday 4 August 2007 - 00:30
Messaggio #4

Who cares?
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 4.803
Iscritto il: Wed 15 February 2006 - 15:53
Da: Se vuoi venire a trovarci, scambiare due chiacchiere, o mandarci a quel paese: Azzurra - #gbarl.it :P
Utente Nr.: 10.478
Feedback: 9 (100%)




3-in-1 Expansion Pack


Finalmente. Passiamo ad uno degli aspetti non ancora introdotti. L’EZ 3-in-1 Expansion Pack è un simpatico strumento aggiunto nel bundle della EZ V che, udite udite, ci permetterà di supplire ad alcune delle mancanze e lacune che le flashcard da Slot 1 hanno riportato: giochi GBA, RAM, e funzione di Rumble Pak!

Possiamo facilmente dire che, con tale accessorio, la EZ V fa quel piccolo salto che scavalca e sorpassa le attuali soluzione DS-simili: tali tre aspetti rendono la card completa sotto ogni punto di vista (eccetto farci il caffè?) e possiamo asserire fin da ora che vale l'acquisto.

Come c’era da aspettarsi, tale espansione è utilizzabile solo in congiunzione con una EZ V: acquistarlo a parte quindi, anche se in possesso di altre Slot 1, non sarà utile per i suddetti scopi. Il team ha però promesso di voler rilasciare il codice sorgente per tale strumento, lasciando dunque agli sviluppatori il compito di fissare il limite agli usi che si potranno fare per l'hardware extra che contiene.

Come citato sopra, la qualità dei materiali è ottima, e non avremo problemi nell’inserimento nello Slot 2 del DS Lite. Sì, sfortunatamente tale pack è utilizzabile solo ai possessori di Lite, in quanto la dimensione è strettamente rivolta a questa revisione della console. Non è stato fornito nessun case extra, anche se previsto dal costruttore in futuro: al momento, dovrete dotarvi di un Lite, prima di procedere all'acquisto.

Update - 27/01/2008: a distanza di tempo, gli EZ hanno tenuto fede alla loro promessa. Grazie al campione gentilmente fornitoci da Ultragames, siamo in grado di fornirvi maggiori dettagli sulla versione stand-alone dell'EZ 3-in-1, disponibile sia per il DS Lite che per il vetusto DS Classic.





Ecco come si presenta la confezione di questo accessorio: ritroviamo la livrea bianca ed arancione oramai tipica dei nuovi prodotti EZ ed un formato estremamente compatto, dato anche il contenuto. Sul fronte, vengono fornite poche ma essenziali informazioni, come le funzionalità della 3-in-1 e la sua compatibilità con entrambi i modelli di Nintendo DS attualmente in vendita. Nel nostro campione, un adesivo (altra abitudine degli EZ) specifica che si tratta della versione sagomata a guisa di cartuccia GBA.

Il retro della scatola ricalca quanto già detto per la EZ-V: pulizia e diritti al sodo. Particolarmente rilevante è l'indicazione che precisa la quantità di RAM a nostra disposizione sia per gli homebrew che per Opera, ben 128 Mbyte, facendo ampiamente sfigurare i soli quattro dell'espansione ufficiale Nintendo. Particolare importantissimo è come anche il team abbia approvato in via ufficiale il suo utilizzo con flashcard Slot-1 di altri produttori: questa era già pratica comune fra tutti gli appassionati, avvalendosi dell'ottimo 3-in-1 Tool di Rudolph (prolifico hacker specializzato proprio nell'hardware EZ) presente anche nella nostra Area Files. Sebbene sia raccomandato di utilizzare solo una EZ-V, va da sè che questo accessorio non sfigura affatto assieme a kit di sviluppo di altra marca.





Ed ecco cosa si presenta all'apertura della confezione: nuovamente, un vassoio in plastica semirigida accoglie l'espansione, offrendole lo stesso grado di protezione contro gli urti riscontrato nel bundle fin qui recensito. La EZ 3-in-1, anche in versione DS Classic, è eccezionalmente ben costruita: probabilmente il materiale utilizzato è l'ABS anzichè la comune plastica, con sul retro la solita vite per accedere al circuito stampato ed effettuare la sostituzione della batteria, indispensabile per i salvataggi dei giochi GBA. Nessuno scricchiolio, nessun cedimento, anche una caduta accidentale non ha minimamente scalfito da 3-in-1.




Ed ecco come si presenta la cartuccia quando inserita in un normalissimo DS Classic: come possiamo vedere, la scocca modellata su quella originale Nintendo rende il risultato perfetto ed indistinguibile, privo di sporgenze o giochi. Insomma, promesse ampiamente mantenute per questa 3-in-1.

Esaminiamo in maggior dettaglio le tre funzioni offerte.

GBA

Per avvantaggiarci della funzionalità GBA necessiteremo il patch dei giochi i attraverso il client EZ 4, disponibile sui siti nominati ad inizio recensione. Questo perché senza di esso il gioco non sarà in grado di salvare. E' un peccato che il loader EZ V non possa provvedere a portare a termine tale compito senza l’utilizzo di ulteriore software, sebbene sia previst ala possibilità di copiare il dump su memoria senza effettuarne il patching; sarà comunque probabile l'insorgere di problemi di salvataggio.

Una volta copiato il gioco GBA su supporto sarà sufficiente sceglierlo nel Loader attraverso la pressione di R + Select. Questo avvierà il processo di copia da microSD ai 256 Mbit di memoria dell'Expansion Pack. Il tutto necessiterà di un po’ di tempo: per un gioco da 128 Mbit i test hanno evidenziato una tempistica di circa 2 minuti. Una utile barra di avanzamento, anch'essa personalizzabile tramite skin, ci notificherà del procedere dell'operazione.

Può sembrare molto, ma dobbiamo ricordare che il pack non usa alcun supporto MicroSD: usa invece una NorFlash che simula le originali cartucce GBA. Ed è proprio grazie a tale hardware che non ci saranno
rallentamenti di sorta: ogni gioco girerà come la controparte “reale”.
La simulazione è completata da una SRAM per i salvataggi, per cui dovremo aver cura di sostituire, di tanto in tanto, la batteria che la alimenta.

L'impressione su questa feature è largamente positiva: data l'esperienza accumulata con i kit per GBA, l'esperienza di gioco è a dir poco perfetta sin nei minimi dettagli, come la SRAM a batteria. Unica pecca è il dover attendere il trasferimento da microSD a NorFlash, tuttavia ciò non toglie che questo hardware sia l'unico in grado di avviare dump GBA.





Ecco un video che ci mostra la procedura completa.




RAM


All’uscita del Browser Opera, come molti ricorderanno, un pack di RAM aggiuntivo venne corredato al normale bundle. Questo per sopperire alla mancanza di memoria necessaria al suo corretto funzionamento, poichè il DS si ferma a soli 4 Mb. L'accessorio EZ è dotato di ulteriori 4 Mb di RAM, utilizzabile e per avviare questo software e per sfruttare al massimo gli homebrew che li richiedano.

Il tutto richiederà pochi semplici passaggi: è sufficiente trasferire sul supporto la nostra versione di Opera ed avviarla regolarmente. A parte l'ovvia necessità di un router/access point wireless, non avrete bisogno di ulteriori software o patch: poter visitare siti anche complessi come GbaRL su DS e in piena libertà è affascinante. Certo, sono ben note le lacune di questo browser, in primis la mancanza di Javascript, ciò non toglie che l'Expansion Pack svolga egregiamente il suo lavoro.

La cosa più interessante, come già più volte accennato, sarà la possibilità di sfruttare tale RAM per gli usi più disparati: tutti gli sviluppatori potranno avvalersi di tale possibilità e features non appena gli EZ ne rilasceranno i sorgenti. Il che significa far girare codice che non sarebbe stato precedentemente possibile eseguire, proprio per mancanza di potenza di calcolo. E' nostro augurio che ciò avvenga il prima possibile.

Il funzionamento di Opera è documentato in questo breve filmato.




Rumble Pak


Come intuito dal nome, oltre alla possibilità RAM / GBA, l’Expansion Pack include una terza, utilissima funzione: il Rumble Pak DS, originariamente accluso a Metroid Pinball.

Cosa fa? Vibra.
Sì, vibra. Venduto anche singolarmente o in speciali pack, come quello del puzzle game ActionLoop, consente di avere risposta tattile da tutti i titoli che lo implementano. Una lista dei giochi compatibili può essere reperita sulla pagina inerente di Wikipedia.
Non saranno necessarie impostazioni particolari: la funzione Rumble è automaticamente riconosciuta dai giochi abilitati, mentre all'utente basterà regolarne l'intensità tramite menù delle opzioni ( L + R ).
Sembra proprio che l'hardware non abbia difetti, a parte uno: il rumore.
La vibrazione causa un rumore estenuante che distrae dall'azione di gioco, soprattutto nei momenti concitati: è pur vero che in una normale partita istanze in cui la funzone Rumble è richiamata più volte o per un tempo prolungato sono rare, tuttavia tali casi rendono il già citato Metroid Pinball, a tratti, fastidioso.
A parte questo, non ci sono lamentele riguardo la robustezza e l'efficacia del meccanismo.



Come vediamo e "sentiamo", il rumore emesso è piuttosto fastidioso. Sebbene il filmato non lo catturi appieno, il tavolo di prova su cui il DS è appoggiato ne evidenzia la resa in termini acustici.
Certamente, a lungo andare, l'abitudine e l'orecchio tendono a filtrare il rumore.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post
Nemo_DS
messaggio Saturday 4 August 2007 - 00:39
Messaggio #5

Who cares?
Gruppo icone

Gruppo: Membri
Messaggi: 4.803
Iscritto il: Wed 15 February 2006 - 15:53
Da: Se vuoi venire a trovarci, scambiare due chiacchiere, o mandarci a quel paese: Azzurra - #gbarl.it :P
Utente Nr.: 10.478
Feedback: 9 (100%)




Conclusioni


Il Team EZ ha da sempre sfornato prodotti degni di essere citati e posseduti. Come già accennato ad inizio recensione, ogni soluzione EZ finora rilasciata ha avuto molti acquirenti ed utilizzatori soddisfatti dei propri acquisti. La soluzione per Slot 1 ha pienamente passato i test a cui l'abbiamo sottoposta

Manifattura di ottima qualità, supporto da parte del team sempre accurato e rapido, tutti aspetti che giocano a favore di questa flashcard, e che fanno effettivamente pensare ad un suo acquisto per tutti coloro che non hanno ancora avuto l’occasione di avvalersi di una Slot 1.

L’Expansion Pack, poi, risolve quelle lacune originatesi da questo tipo di architettura, rendendo questo kit estremamente versatile e multiuso.

Volendo stilare dei pro e dei contro, la lista è come segue:

Pro
+ Semplicissima nell’uso.
+ Possibilità di visionare video o immagini, ascoltare musica o leggere .txt con il semplice e già disponibile software integrato. Niente applicazioni esterne o procedimenti aggiuntivi
+ Ottima compatibilità con ogni tipo di gioco.
+ Supporto MicroSD, che garantisce espandibilità e versatilità.
+ Funzione PassMe integrata
+ Skin completamente personalizzabili, in ogni aspetto.
+ Qualità e manifattura ottima.
+ Ultimo ma non ultimo, ogni vantaggio apportato dall’Expansion Pack: possibilità di far partire giochi GBA, RAM aggiuntiva e funzione Rumble.


Contro
- Packaging scarso: nessuna integrazione di lettore per schede di memoria o cd / manuali / software. Pignoleria probabilmente, ma qualche utente potrebbe trovare un ostacolo in tale mancanza.
- Loader senza uso del touchscreen: funzione probabilmente aggiornabile ed aggiungibile. Speriamo venga considerata, se non altro per comodità.
- L’inserimento e la fuoriuscita della microSD è più ostico rispetto ad altre flashcard per lo stesso Slot.



Recensione scritta da Nemo_DS per GBARL.it. Si ringrazia Evrain per il costante supporto fornito.
La riproduzione della stessa, senza il consenso dell'autore, è severamente vietata al di fuori nel network RL.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post

Closed TopicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: Fri 20 September 2019- 23:17

.: GBArl.it :. Copyright © 2003-2015, All Rights Reserved.
Loghi, documenti e immagini contenuti in questo Sito appartengono ai rispettivi proprietari,
e sono resi pubblici sotto licenza Creative Commons

Creative Commons License
.::.