IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

Seguici su:    
 
Closed TopicStart new topic
> [RECENSIONE] [3DS] Hyrule Warriors: Legends
rdaelmito
messaggio Thursday 7 April 2016 - 13:06
Messaggio #1

No-Life GBARL
Gruppo icone

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 7.865
Iscritto il: Fri 1 June 2007 - 10:13
Utente Nr.: 18.505
Feedback: 37 (100%)

Codice Amico:
0546-7433-3902
Codice Amico:
1203-9369-0029
Nintendo Network ID:
ricky1585







Introduzione


Con 1,22 milioni di copie vendute (marzo 2016) Hyrule Warriors è stato uno dei grandi successi - per altro inaspettato - su Wii U. Nintendo e Koei Tecmo decidono dunque di riprovarci con Hyrule Warriors: Legends su 3DS, console con una base installata ben più ampia della sua sfortunata sorella maggiore.

A dispetto di una recensione canonica, in questa occasione l'attenzione è focalizzata sulle differenze tra la versione Wii U e 3DS. L'obiettivo sarà quello di rispondere a due domande ben precise:
- se ho giocato la versione Wii U, posso saltare la versione 3DS?
- se non ho giocato la versione Wii U, quale versione è la migliore?

Per quanto concerne il gameplay, chi non conosce Hyrule Warriors può leggere la nostra recensione e il nostro successivo approfondimento, così da avere ben chiaro quale possa essere l'esperienza di gioco offerta dal titolo. Hyrule Warriors: Legends, infatti, è sostanzialmente un porting della versione Wii U su 3DS... con tante nuove aggiunte.

Giusto per inquadrare a colpo d'occhio il titolo, riportiamo un breve estratto della nostra recensione su Hyrule Warriors.

CITAZIONE
Hyrule Warriors è un musou puro e semplice, cioè un beat 'em up con diversi elementi di stampo RPG. Il giocatore contro una miriade di nemici, il cui unico scopo è farsi largo tra la folla a suon di combo e portare a termine determinati obiettivi, all'interno di aree adibite a veri e propri campi di battaglia. L'impostazione di gioco è al 100% quella della saga più famosa del genere - Dynasty Warriors - 1 vs 1.000 (se non di più), qui impreziosita dall'universo di The Legend of Zelda con i suoi personaggi, i suoi scenari, i suoi elementi tipici.

Mettersi davanti a Hyrule Warriors significa aver capito dal principio che non si è di fronte ad un nuovo capitolo di The Legend of Zelda. Hyrule Warriors è un Dynasty Warriors la cui storia si svolge nel mondo di Hyrule.



Realizzazione Tecnica


La prima differenza degna di nota è, ovviamente, sulla grafica di gioco.

Assolutamente impossibile riproporre gli ottimi modelli visti su Wii U, e anzi il downgrade grafico è decisamente pesante. Tuttavia l'aspetto più simile ad un cartone che a modelli 3D non è così pessimo come si potrebbe immaginare.

Si è resa necessaria anche un'altra importante modifica, ovvero la frequenza e il numero di nemici presenti su schermo: non ci saranno più orde di demoni che in alcune occasioni erano difficili da gestire anche su Wii U, bensì gruppi (anche numerosi) capaci di respawnare, di ricomparire più e più volte. È bene capire che non si tratta di un aumento della difficoltà: vero che anche in Hyrule Warriors i nemici si rigeneravano, ma un numero di volte inferiore poiché a schermo ne erano presenti molti di più rispetto a Hyrule Warriors: Legends. Questo nuovo "stratagemma" si nota soprattutto su 2DS / 3DS, mentre l'hardware più performante del New 3DS consente di visualizzare un buon numero di nemici.



A proposito della famiglia 3DS: differenze tra 2DS / 3DS e New 3DS? Purtroppo sì, e anche decisamente importanti.
Si potrebbe dire che se Hyrule Warriors: Legends fosse stata un'esclusiva New 3DS nessuno avrebbe gridato allo scandalo. Su questa console tutto giro fluido a 30 fps e non sembrano esserci evidenti incertezze. C'è anche il supporto al 3D, ma attivandolo si nota un deciso rallentamento, una mancanza di fluidità generale tra l'altro poco giustificata da un effetto 3D non proprio al top. Su 2DS / 3DS il gioco gira con una decina di fps in meno e si notano tutti... però Hyrule Warriors: Legends rimane giocabile, forse non totalmente godibile, ma giocabile. Essendo queste le prestazioni, su 3DS non è presente il supporto al 3D. Rimane il dubbio che Nintendo non abbia sfruttato al 101% l'hardware del 2DS / 3DS: alcuni giochi come Super Smash Bros. resettano la console quando si torna alla Home, proprio in virtù del fatto che sfruttano tutto quello che è possibile sfruttare. Hyrule Warriors: Legends non presenta questo comportamento.
Il New 3DS ha un chiaro vantaggio anche sul lato controlli. I tasti aggiuntivi consentono di controllare più velocemente il proprio guerriero e l'NFC integrato permette di usare al volo i propri amiibo. Se, nel secondo caso, è possibile usare il lettore / scrittore NFC su 2DS / 3DS, ahimé il Circle Pad Pro non è compatibile con Hyrule Warriors: Legends, rendendo i controlli su 3DS (e su 2DS) un po' più macchinosi rispetto al New 3DS.

Una nota sul touch screen: Hyrule Warriors lo sfruttava a malapena, Hyrule Warriors: Legends ne fa invece un controllo aggiunto sia per praticità che immediatezza. La selezione degli oggetti è decisamente semplificata, così come è molto intuitivo selezionare e impartire ordini ai guerrieri negli scenari che lo prevedono.

La nota rubrica Digital Foundry ha messo a confronto il frame rate di Hyrule Warriors: Legends sulle console 2DS / 3DS e New 3DS e di Hyrule Warriors su Wii U, ecco di seguito il video.




Modalità di gioco


Quasi tutto invariato rispetto alla controparte Wii U. Sono presenti le modalità di gioco Leggenda / Libera / Avventura e la novità Fatine, la quale aggiunge una nuova variabile strategica al proprio stile di gioco.





Purtroppo qualcosa è stato eliminato: al momento manca la Modalità Sfida e non c'è una componente multi-player (in Hyrule Warriors, a dirla tutta, era presente solo una modalità Co-Op locale). Su quest'ultimo fronte è stato in realtà introdotto una sorta di Co-Op alternativo, ma sempre single-player: se in uno scenario sono presenti più guerrieri, il giocatore può liberamente selezionare chi vuole in qualunque momento. Una delle caratteristiche della saga di Hyrule Warriors è il dover correre da un capo all'altro della mappa, se non si presta attenzione agli obiettivi della battaglia si rischia seriamente di non raggiungere in tempo il luogo indicato. Potendo controllare più guerrieri, anche in maniera secondaria dando loro ordini ben precisi, Hyrule Warriors: Legends in alcuni tratti risulta un pochino (ma proprio un pochino) più semplice della controparte Wii U. Ad esempio, quando bisogna combattere contro un mostro gigante, è possibile radunare tutti i guerrieri controllati e questo dà alcuni bonus su attacchi e magie tanto più efficaci quanto più numerosi sono i personaggi in campo. Peccato che il controllo di più guerrieri sia limitato a determinate battaglie, inutile quindi sognare ad occhi aperti una strada spianata verso l'agognato 100%.

Da sottolineare come Hyrule Warriors: Legends sia già completo di tutti i DLC usciti su Wii U e delle numerose migliorie apportate nel corso dei mesi a Hyrule Warriors. A tal proposito, il nostro approfondimento è di sicuro quanto di più esaustivo possa esserci. Uniche differenze: come già detto nessuna Modalità Sfida e - per qualche oscura ragione - il livello massimo dei personaggi torna ad essere l'originale LV99.
Le aggiunte non finiscono qui. Ci sono nuove storie, nuovi personaggi, nuovi nemici, nuovi materiali, nuove armi di LV4, nuove pozioni e fin da subito una nuova mappa Avventura dedicata a The Legend of Zelda: Wind Waker. Il tutto completato dal supporto alle funzioni SpotPass e StreetPass.



MODALITÀ LEGGENDA

Sostanzialmente invariata nell'approccio, vede solo l'aggiunta di missioni bonus per introdurre i nuovi personaggi. Ritroviamo Cia, la cui storia era parte di un DLC in Hyrule Warriors, mentre sono novità il percorso di Linkle e quello dedicato ai personaggi di The Legend of Zelda: Wind Waker. Alle 18 missioni originali si aggiungono dunque 5 scenari dedicati a Cia, 5 dedicati a Linkle e 4 dedicati a The Legend of Zelda: Wind Waker: un totale di ben 32 scenari, quasi il doppio rispetto a ciò che era stato inizialmente proposto con Hyrule Warriors.





Linkle è di certo colei su cui si focalizza la maggiore attenzione del pubblico: personaggio inedito nel mondo di The Legend of Zelda, è descritto sostanzialmente come la controparte femminile di Link. Presumibilmente l'idea di questa figura è nata dopo le critiche sulle prime immagini del capitolo di The Legend of Zelda in lavorazione per Wii U, in cui il volto di Link pareva davvero troppo femminile - e in molti hanno pensato che non si trattasse affatto di Link. Tanto di cappello a Nintendo che da questa vicenda ha tratto spunto per creare un personaggio davvero interessante.
Linkle è presentata come una ragazza che crede di essere l'incarnazione dell'eroe leggendario dalla tunica verde, e quando Hyrule viene invasa dai demoni non esita un attimo a gettarsi in battaglia. È decisamente vivace e come arma usa due efficaci balestre. Tra combo e Attacco Forte sembra essere davvero un gran guerriero, grazie anche alla buona rapidità nei movimenti.

Grande attesa per il "bivio" incentrato su The Legend of Zelda: Wind Waker: ben confezionato... ma purtroppo composto solo da 4 scenari, per altro solo due mappe sono completamente inedite. Proprio queste mappe sono una gradita novità che obbligano il veterano di Hyrule Warriors ad un minimo di ragionamento, un attimo di riflessione per studiare il nuovo ambiente, i nuovi guerrieri, i nuovi nemici e i nuovi strumenti. Senza anticipare nulla, chi ha giocato The Legend of Zelda: Wind Waker rimarrà piacevolmente sorpreso nel ritrovare tutti i suoi elementi principali, insieme a due nuovi boss particolarmente agguerriti.
I guerrieri associati a questo percorso sono Dazel e Re Dafnes, la cui gestione è un po' più complicata rispetto a Linkle. Dazel non sembra avere grande forza, mentre Re Dafnes entra di diritto tra i guerrieri più lenti... in realtà tutto in linea con la lora stazza!

Questa modalità fa ampio uso della possibilità di controllare più guerrieri, diciamo in un buon 80% della storia. Ciò rende davvero facile eliminare in fretta i mostri giganti (nelle poche mappe in cui appaiono), ma sempre con la consapevolezza che sarebbe tutt'altra storia in un 1 vs 1.
A difficoltà Normale servono circa 20h per completare tutte le battaglie e, come per Hyrule Warriors, non è possibile raccogliere fin da subito il 100% di Cuori e Aracnule. Ogni missione andrà rigiocata almeno due volte, facciamo quattro se si punta al 100% dell'intero gioco, con la difficoltà Eroe che si sblocca solo dopo aver completato la storia una prima volta. Ottima longevità, dunque, soprattutto se si considera che questa modalità rappresenta soltanto una goccia di tutto quello che ha da offrire Hyrule Warriors: Legends.

MODALITÀ LIBERA

Identica alla versione Wii U, si possono rigiocare gli scenari della Modalità Leggenda senza particolari vincoli.

MODALITÀ AVVENTURA

Ah, gioia e dolori che ormai hanno reso questa modalità un piacere perverso per gli hardcore gamers, una sfida che richiede centinaia di ore di gioco per raggiungere il sudatissimo 100%.

Va subito detto di un grande problema, anzi due:
  • causa dimensioni schermo, non è possibile vedere una miniatura dell'intera mappa, e questo disorienta parecchio, si avverte proprio una sensazione di smarrimento
  • se è vero che Hyrule Warriors: Legends include tutte le mappe Avventura rilasciate per Hyrule Warriors, è anche vero che ogni singola mappa deve purtroppo essere sbloccata.



Inizialmente è accessibile solo la mappa Avventura originale. Per sbloccare la successiva occorre giocare una determinata battaglia all'interno della mappa corrente, tipicamente tra le ultime disponibili (e quindi ore e ore di gioco per raggiungerla). Questo procedimento va reiterato per ogni singola mappa Avventura. Insomma, un po' confusionario e snervante, probabilmente per dare modo al giocatore di crescere con il tempo e affrontare le successive mappe con un pizzico di forza in più.

Se le battaglie sono rimaste le stesse, non si può dire lo stesso per i premi di ciascuna di essa. Sono stati infatti aggiunti nuovi personaggi sboccabili, nuovi Cuori e Armi proprio per essi, le Fatine da far crescere nella relativa modalità e anche i loro Cibi e Vestiti. Se da un lato gli obiettivi sono gli stessi di Hyrule Warriors, dall'altro lato bisognerà cambiare spesso strategia al fine ottenere tutte le novità. Il meccanismo per sbloccare la sola possibilità di trovare tutte le ricompense rimane invariato, attraverso le carte oggetto: ne sono state aggiunte di nuove, ma rispetto a Hyrule Warriors il loro uso è rimasto pressoché il medesimo.

Nonostante un inizio promettente, con la possibilità di usare due guerrieri nella prima battaglia della mappa Avventura originale, questa novità viene pian piano abbandonata: la maggior parte delle battaglie, quindi, va affrontata con un personaggio ben preciso e chi ha giocato Hyrule Warriors sa già quanta frustrazione attendersi.

FATINE

La più grande novità di Hyrule Warriors: Legends sono le Fatine, piccole compagne d'avventura che possono aiutare i giocatori con le loro particolari e uniche abilità.

Le Fatine sono da cercare solo e soltanto nella Modalità Avventura, ma possono poi essere usate in qualunque modalità. Se ne possono avere massimo un tot, ma le Fatine scartate tornano comunque disponibili nella relativa mappa Avventura in cui sono state trovate per la prima volta. Completando varie parti di gioco, si avrà poi la possibilità di aumentare il numero massimo di Fatine possedute allo stesso momento - ma in battaglia se ne potrà comunque portare sempre e soltanto una.



La loro gestione è tutt'altro che semplice. Ogni singola Fatina deve essere nutrita e vestita, in modo che possa aumentare di livello e sviluppare una certa personalità. Questo vi ripagherà con lo sblocco di particolari abilità magiche molto utili in battaglia. Cibi e Vestiti si ottengono nella modalità Avventura, in alternativa i soli Cibi potrebbero essere lasciati a terra dai nemici sconfitti, ma la probabilità è davvero bassa. Mentre i Vestiti sono unici (quindi bisogna "dividerli" tra le Fatine) i Cibi dal maggior potenziale si possono raccogliere rigiocando le battaglie della Modalità Avventura, ma come si diceva sono molto rari, senza considerare che ognuno di essi sviluppa soltanto certe caratteristiche delle Fatine.



Alla lunga questo nuovo elemento strategico si rivela utile, ma all'inizio prevale senz'altro la noia nel cercare Cibi e Vestiti e capire poi quale Fatina scegliere e come farla crescere. Infatti sarebbe una scelta saggia puntare soltanto su una Fatina per evitare di passare pomeriggi interi alla ricerca di Cibo.




amiibo


Introdotti con un aggiornamento in Hyrule Warriors, in Hyrule Warriors: Legends gli amiibo sono naturalmente disponibili fin da subito. Nessun cambio nella loro gestione:
  • gli amiibo di Link, Link cartone, Zelda, Ganondorf, Sheik, Link Lupo (ovvero Midna) regalano un'arma con almeno 3 stelle per il relativo personaggio
  • tutti gli altri amiibo regalano materiali, armi e rupie in maniera casuale
  • si possono usare massimo 5 amiibo al giorno e devono essere differenti tra di loro.
Visto il sempre più crescente numero di amiibo, magari si poteva aumentare il numero massimo di utilizzi giornalieri: essendo la fortuna cieca, spesso i bonus non sono granché e, qualora lo fossero, di certo non rendono il gioco più facile.




DLC


Ancora un'ottima gestione dei DLC da parte di Nintendo... se si sceglie di acquistare il Season Pass.

Prima di tutto, va detto che - essendo i DLC di Hyrule Warriors già inclusi - i contenuti aggiuntivi pensati per Hyrule Warriors: Legends sono totalmente inediti. Una parte di questi DLC, ovvero personaggi e armi, saranno disponibili anche per la versione Wii U, mentre le nuove mappe Avventura rimarrano un'esclusiva 3DS.

Nintendo ha annunciato 4 DLC che saranno gradualmente rilasciati nel corso del 2016. Il prezzo del Season Pass, come si diceva decisamente ottimo per la mole di contenuti, è di 14,99€ per la sola versione 3DS mentre sale a 16,99€ pe coloro che desiderano avere i contenuti pensati anche per Wii U. Acquistando i contenuti singolarmente si pagherebbero 6,99€ per 3DS e 4,99€ per Wii U, la convenienza del Season Pass salta subito all'occhio.

Non è ovviamente possibile dare ora una valutazione dei nuovi DLC, ma se la qualità rimane quella vista su Wii U allora le premesse per far bene ci sono tutte.



Conclusioni


L'obiettivo di questa recensione era rispondere a due domande ben precise.

Se ho giocato la versione Wii U, posso saltare la versione 3DS?
In linea di massima, Hyrule Warriors: Legends non aggiunge molto alla pura esperienza di gioco. Qualche cambiamento a livello di gameplay e strategia potrebbe non bastare per convincere il giocatore occasionale - che ha già provato Hyrule Warriors - a dare una chance alla versione portatile.
Chi invece ha adorato Hyrule Warriors troverà in Hyrule Warriors: Legends molto, ma molto più di quanto fosse lecito aspettarsi. Il gameplay è lo stesso? Sì, ma i contenuti sono lievitati in maniera esponenziale, soprattutto per chi non ha acquistato i DLC su Wii U e potrebbe quasi pensare di avere tra le mani un nuovo gioco. E se poi si considerano anche i DLC esclusivi per 3DS...

Se non ho giocato la versione Wii U, quale versione è la migliore?
Se si ha un New Nintendo 3DS, La risposta è scontata: Hyrule Warriors: Legends. Il prezzo ridotto, la mole di contenuti aggiuntivi più gli esclusivi DLC, il poter giocare in mobilità, i nuovi elementi introdotti nel gameplay... insomma, non c'è la minima ragione per scegliere la versione Wii U.
Purtroppo non si può dire la stessa cosa per chi possiede un 2DS / 3DS. Nintendo ha cercato di far conoscere la saga di Hyrule Warriors a tutti i possessori di una console della famiglia 3DS, rischiando però una pubblicità negativa. L'esperienza di gioco sull'ormai "vecchia" versione della console portatile non è per nulla ottimale, seppur gestibile. Cos'era meglio fare, rendere Hyrule Warriors: Legends un'esclusiva New 3DS o renderlo disponibile al più ampio pubblico possibile? Pro e contro ci sono in entrambi i casi e solo il tempo ci dirà se la strategia di Nintendo porterà i risultati sperati.


Pro
+ Hyrule Warriors in formato tascabile
+ Prezzo ridotto rispetto alla versione Wii U
+ Una mole impressionante di contenuti per centinaia di ore di gioco
+ Novità anche nel gameplay
+ Touch Screen finalmente sfruttato


Contro
- Si gioca bene solo su New Nintendo 3DS
- Le mappe Avventura devono essere sbloccate una ad una
- È sempre un musou, continua ad essere un gioco ripetitivo
- L'uso degli amiibo è marginale
- Ancora una volta nessuna modalità online per un titolo che potrebbe fare della cooperazione un punto di forza


VOTO FINALE: 8,5



Recensione scritta da rdaelmito per GBArl.it.
La riproduzione della stessa, senza il consenso dell'autore, è severamente vietata al di fuori di GBArl.it
 Go to the top of the page
 
+Quote Post

Closed TopicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: Thu 29 June 2017- 16:47

.: GBArl.it :. Copyright © 2003-2015, All Rights Reserved.
Loghi, documenti e immagini contenuti in questo Sito appartengono ai rispettivi proprietari,
e sono resi pubblici sotto licenza Creative Commons

Creative Commons License
.::.