IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

Seguici su:    
 
Closed TopicStart new topic
> [PROVATO] [SWITCH] Killer Chambers
rdaelmito
messaggio Friday 25 December 2020 - 11:23
Messaggio #1

No-Life GBARL
Gruppo icone

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 9.609
Iscritto il: Fri 1 June 2007 - 10:13
Utente Nr.: 18.505
Feedback: 37 (100%)

Codice Amico Switch:
0546-7433-3902
Codice Amico 3DS:
1203-9369-0029
Nintendo Network ID:
ricky1585





Sviluppatore: Village Bench
Autori: Pietro Orlandi / Sitàlk e Carlo Orlandi / Nomed
Piattaforme: Nintendo Switch - Xbox One e Series X | S - Steam e itch.io (Win/Linux)
Data di uscita: primavera 2019 (PC) - inverno 2020 (console)
Prezzo: 3,99€ (PC) - 8,99€ (console)
Lingua: inglese
Sito: http://www.villagebench.com/killer-chambers/

Si ringrazia Sitàlk per averci fornito un codice download per la versione Nintendo Switch.




Sitàlk, storico utente di GBArl.it fin dal 2004 anno della creazione del forum, ci ha piacevolmente sorpreso con la pubblicazione su eShop del suo gioco Killer Chambers - titolo sviluppato insieme al fratello Nomed, disponibile da oltre un anno per PC e da questo dicembre anche su Nintendo Switch e Microsoft Xbox One | Series X | Series S.

CITAZIONE
Per ottenere la Corona del Re e salvare il regno, Brave Lord dovrà affrontare lo spettrale Lord Grave e superare le mortali stanze del Palazzo Reale, ferocemente protette da innumerevoli trappole.
Killer Chambers è un ibrido tra un platform e un gioco di memoria. Bisogna sopravvivere in piccole stanze piene di trappole fino a quando la sabbia nella clessidra non sarà finita.
Fai attenzione! Anche se vieni colpito solo una volta sei morto! Riuscirai a resistere a uno spietato bullet-hell in uno spazio ristretto?
Niente è lasciato al caso, ogni schema di trappole è stato creato per essere impegnativo ma divertente da risolvere, non basterà avere riflessi rapidi per sopravvivere.
Armati di masochistica perseveranza e di buona memoria (soprattutto muscolare), la Corona del Re ti aspetta!
  • Un platform veloce e spietato con elementi di puzzle e "bullet-hell".
  • Oltre 40 stanze, ognuna con 3 livelli di difficoltà.
  • 5 piani con trappole e boss unici.
  • Più di 500 schemi di trappole calibrati attentamente.
  • Una storia divertente raccontata da dialoghi in stile visual novel.
  • Innumerevoli oggetti per aiutare Brave Lord nella sua avventura.
  • 12 cappelli in grado di dare poteri speciali, purché non cadano dalla testa!


La panoramica presente sul sito di Nintendo Italia descrive perfettamente cosa aspettarsi da questo misto platform / puzzle: tante piccole stanze riempite di trappole da superare con ottimi riflessi e solida memoria.

Il protagonista Brave Lord viene avvisato di un attacco al castello del re, si precipita sul luogo ma - ucciso da una trappola - scopre di poter resuscitare e ha dunque la possibilità di provare e riprovare a superare le innumerevoli trappole predisposte dal maligno fantasma Lord Grave.
Provare e riprovare: è un po' questo il motivo su cui si sviluppa Killer Chambers. Per stessa ammissione degli autori si tratta di un gioco difficile e che può portare a frustrazione se non si è particolarmente amanti del genere. L'inizio in verità non è ostico, ma come abitudine per un videogioco i primi livelli non sono altro che dei tutorial e tutto si complica dannatamente presto.

Ogni stanza presenta al suo interno una serie di trappole che si attivano in sequenza senza soste, il nostro compito sarà quello di restare in vita fino a quando una clessidra - il timer di gioco - non si sarà completamente svuotata. Non sono ammessi errori: al primo colpo subito si riparte subito dall'inizio della stanza! L'unica certezza è il pattern delle trappole, sempre lo stesso, una buona memoria è dunque imprescindibile per riuscire a raggiungere la stanza successiva.
I movimenti a disposione di Brave Lord sono pochi - d'altronde lo spazio è quello che è - ma quanto bastano per affrontare le tante insidie. Il nostro protagonista può anche contare su oggetti in grado di danneggiare le trappole o cappelli che forniscono abilità di supporto. Qui uno dei punti dolenti - anzi frustranti - di Killer Chambers: gli oggetti e i cappelli sono disponibili in un negozio che prima di tutto deve essere raggiunto nel piano del castello e come ovvio che sia devono essere acquistati con monete e gemme, non propriamente ottenibili senza faticare. Ogni stanza presenta tre diversi livelli di difficoltà che purtroppo devono essere sbloccati in sequenza: prima si supera la sfida a difficoltà bassa, si sblocca così la difficoltà media e alla fine si avrà accesso alla difficoltà alta. Le monete si ottengono solo alla difficoltà media mentre per le gemme sarà necessario vincere la sfida alla massima difficoltà. Data la natura del gioco, nella nostra prova si è praticamente rinunciato all'acquisto dei cappelli: le monete ottenibili in ogni stanza sono più che sufficienti in rapporto al prezzo degli oggetti, ma di gemme se ne ottengono poche e i cappelli costano - insomma questa alta difficoltà voluta e cercata dagli autori si ripercuote su tutto il sistema di gioco.



Di per sé ogni stanza si potrebbe superare in pochissimo tempo, se non fosse per le continue e quasi inevitabili morti di Brave Lord - è molto difficile riflettere sulla giusta azione quando si hanno a disposizione attimi e non secondi! Alle difficoltà più alte non è per nulla raro cadere nella frustrazione dopo oltre mezz'ora di tentativi... Come se non bastasse, ogni morte riempe una barra e quando questa sarà inevitabilmente piena in quella stanza cadrà una maledizione, una sorta di livello maligno che dovrà essere superato per proseguire nel gioco - inutile dire che la difficoltà non sarà da meno dei livelli base.

A livello tecnico Killer Chambers si basa sui classici 8-bit: una realizzazione di tutto rispetto che su Switch non ha presentato nessun tentennamento, sempre fluido anche in stanze molto caotiche. Da segnalare soltato l'assenza della vibrazione nei controller che di certo sarebbe stata un valore aggiunto.
Killer Chambers ha al suo interno anche una storia ricca di humor, con costanti battute e frecciatine tra Brave Lord e Lord Grave. È presente solo la lingua inglese (il testo non è di quelli aulici) e non sembra prevista una traduzione italiana, purtroppo a detta di Sitàlk sono ben altre le lingue più richieste sulle quali potere e dovere investire tempo prezioso.





Nonostante ad una prima prova Killer Chambers possa sembrare povero nei contenuti, la sua profondità va di pari passo con la sua difficoltà: progredendo nel gioco si raggiungeranno stanze sempre più complesse, con variegate trappole che metteranno alla prova prima di tutto la vostra pazienza piuttosto che i vostri riflessi. È un titolo sviluppato con questa precisa idea e dunque pensato principalmente per una ben precisia nicchia di giocatori. Killer Chambers però può essere apprezzato da ogni amante dei rompicapo, magari evitando le difficoltà più alte e limitandosi ad un cammino lineare alle difficoltà più basse. La longevità del titolo, ormai è chiaro, dipende soltanto dalla vostra perseveranza: volete sbloccare tutto e completare la lista dei trofei o vi accontentate di far uscire Brave Lord dal castello? La scelta è soltanto vostra.

In conclusione Killer Chambers è un videogioco dal buon potenziale che potrà essere apprezzatto pienamente soltanto da una ristretta cerchia di gamers, ma ogni amante dei platform / puzzle dovrebbe dargli una possibilità, anche solo per testare quanto sia forte la propria pazienza!










Articolo scritto da rdaelmito per GBArl.it.
La riproduzione dello stesso, senza il consenso dell'autore, è severamente vietata al di fuori di GBArl.it
 Go to the top of the page
 
+Quote Post

Closed TopicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: Wed 23 June 2021- 20:04

.: GBArl.it :. Copyright © 2003-2020, All Rights Reserved.
Loghi, documenti e immagini contenuti in questo Sito appartengono ai rispettivi proprietari,
e sono resi pubblici sotto licenza Creative Commons

Creative Commons License
.::.