IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

Seguici su:    
 
Closed TopicStart new topic
> [RECENSIONE] [3DS] Mario and Donkey Kong: Minis on the Move
rdaelmito
messaggio Friday 24 May 2013 - 15:57
Messaggio #1

No-Life GBARL
Gruppo icone

Gruppo: Collaboratori
Messaggi: 7.637
Iscritto il: Fri 1 June 2007 - 10:13
Utente Nr.: 18.505
Feedback: 37 (100%)

Codice Amico:
1203-9369-0029
Nintendo Network ID:
ricky1585





Introduzione


Nato come seguito spirituale del celeberrimo Donkey Kong per Game Boy, Mario vs. Donkey Kong è oggi uno dei franchise più popolari e fortunati di Nintendo. Essenzialmente siamo di fronte ad una serie capace di mischiare con maestria generi quali platform e puzzle, sfornando in 9 anni (dal 2004) tre capitoli principali più un episodio rilasciato tramite distribuzione online:
  • Mario vs. Donkey Kong (2004 - Game Boy Advance)
  • Mario vs. Donkey Kong 2: La marcia dei Minimario (2006 - Nintendo DS)
  • Mario vs. Donkey Kong: Minimario alla riscossa (2009 - Nintendo DSi, esclusivamente online come DSi Ware)
  • Mario vs. Donkey Kong: Parapiglia a Minilandia (2010 - Nintendo DS)

Tutti questi giochi hanno un gameplay decisamente simile: giocattoli meccanici, con le sembianze di noti personaggi Nintendo, devono superare vari livelli raggiungendo una porta che permette loro di avanzare (nel primo capitolo era Mario stesso ad affrontare l'avventura). Ogni livello ha un retrogusto platform, con salti da effettuare, scale da salire o scendere, ponti da attraversare, nemici da evitare... Al giocatore il compito di impartire i giusti ordini ai giocattoli per farli giungere sani e salvi a destinazione, tutto in stile puzzle: il percorso va pianificato a dovere, tenendo conto delle variabili ambientali e del tempo limite a disposizione.

Per Minimario & Soci è giunto finalmente il debutto anche sul Nintendo 3DS, esclusivamente su eShop, con il nuovo capitolo Mario and Donkey Kong: Minis on the Move. Con qualche differenza...


Mario and Donkey Kong: Minis on the Move


Il titolo dovrebbe fare da avvisaglia: non Mario vs. Donkey Kong, bensì Mario and Donkey Kong.
Nei capitoli precedenti era sempre presente una trama, seppur molto blanda, dove Mario si scontrava direttamente con Donkey Kong. Ora niente di tutto questo, solo tanti singoli livelli con un'unico obiettivo: portare un Mini da un punto A di partenza ad un punto B di arrivo. Trama: assente.

Spin-off? No, perché l'organizzazione dei livelli è sempre la stessa, l'obiettivo è sempre lo stesso, oggetti e nemici sono sempre gli stessi.
Mario vs. Donkey Kong? No, perché Mario non deve rincorrere Donkey Kong e Donkey Kong non deve scappare da Mario.

Semplicemente, tanti Mini da comandare su percorsi più o meno difficili senza nessun obiettivo globale da raggiungere.


Gameplay


Dimenticatevi la parte platform. Mario and Donkey Kong: Minis on the Move è un puzzle game puro: un punto di partenza, un punto di arrivo, nel mezzo una superficie piana da superare cercando di creare il miglior percorso possibile.

La difficoltà cresce man mano che si avanza: i primi livelli saranno molto semplici, gli ultimi possono portare anche a vere e proprie crisi isteriche. Inizialmente sono disponibili pochi livelli, solo completandoli si possono sbloccare i successivi.

Il gameplay è stato ovviamente adattato alla nuova filosofia. Non c'è più un controllo diretto sui Mini, l'unica interazione possibile è dar loro una spinta al fine di aumentare la velocità per qualche attimo. Dunque niente più comandi per fermare / far avanzare / far saltare il nostro giocattolo. Tutto ciò si traduce in un controllo indiretto: è compito del giocatore creare il miglior percorso possibile tramite la giusta disposizione di speciali mattonelle. Il Mini avanzerà non appena vedrà un percorso disponibile e lo seguirà passivamente, senza poter cambiare senso di marcia. La griglia del percorso sarà poi disseminata di oggetti (quali molle, rulli, blocchi...) da usare sapientemente per far avanzare il personaggio in maniera sicura.

Rimangono alcune caratteristiche come il tempo limite per completare un livello o le tre monete speciali da raccogliere per raggiungere un punteggio perfetto. Sparisce però (e verrebbe da dire per fortuna) il connubio tra tempo rimasto / monete raccolte / azioni del Mini: ora si potrà guadagnare l'ambita stella per il completamento del livello preoccupandosi soltanto di due fattori, la raccolta delle tre monete speciali e il raggiungimento del punto di arrivo. Soddisfatte queste due condizioni vi sarà riconosciuta la stella a prescindere dal tempo impiegato o dal tipo di percorso creato. Esatto, non c'è una soluzione unica per ogni livello, spazio alla fantasia, sebbene il tempo a disposizione e alcune mattonelle già predisposte sul percorso possano indurre ad una certa soluzione piuttosto che un'altra. Nei primi livelli si ha l'impressione di creare un percorso pilotato, ma in quelli avanzati c'è veramente spazio per ogni tipo di soluzione.


Modalità di gioco


Altra differenza rispetto al passato, la presenza di diverse modalità di gioco, ognuna con il proprio set di livelli.

Gioco principale

Mario in marcia (60 livelli): usa i blocchi che cadono per portare il Mini al traguardo.
Stile "Tetris": in un contenitore (dalla capienza massima di 5 pezzi) cadranno mattonelle da posizionare sulla griglia per creare il percorso migliore. Attenzione al contenitore pieno perché un eventuale nuovo pezzo poterebbe al Game Over.



Palazzo dei puzzle (60 livelli): usa i blocchi esistenti per creare il sentiero migliore per il Mini.
L'unica modalità senza limite di tempo. Avrete a disposizione un preciso set di mattonelle, dovete posizionarle in modo da creare il giusto percorso.



Mini mischia (50 livelli): sposta e ruota i blocchi per portare tutti i Mini al traguardo.
Il percorso è già creato e non si possono inserire / eliminare altre mattonelle. Agendo su particolari blocchi ruotabili o spostando le mattonelle già presenti bisogna creare il giusto percorso per i Mini.



La grande giungla (3 livelli): raccogli tutte le stelle e porta tutti i Mini al traguardo.
La sfida finale. Una griglia enorme, stelle da raccogliere e un percorso da creare nello stile di "Mario in Marcia". Il tempo è veramente contato.



Come si nota, ce n'è per tutti i gusti. Il Palazzo dei puzzle è la sfida più rilassante, La Grande Giungla è quasi folle. Completati i normali livelli, si sbloccano quelli avanzati con sfide ancora più impegnative. In ogni momento (ma prima di affrontare un livello) è possibile selezionare uno fra cinque Mini disponibili: Mario, Peach, Toad, Donkey Kong, Pauline. All'inizio non saranno tutti disponibili, ma per fortuna non servono grandi sforzi per sbloccare l'intero set. Ogni Mini... è uguale all'altro, nessun vantaggio in questo o quell'altro livello, semplicemente viene offerta la possibilità di scegliere il proprio personaggio preferito.

Minigiochi

Lancia i Mini: colpisci i bersagli con i Minimario.
Una fionda e tante monete, occorre usare Minimario per cercare di colpirne quante più possibili.

Pesca i Tipi Timidotteri: pesca i Tipi Timidotteri e tirali verso di te.
Una fune e tanti Tipi Timidotteri, l'obiettivo è pescarne il più possibile.

Rompi il cubo: rompi la figura con i Minimario.
Un cubo tridimensionale formato da tanti miniblocchi, occorre distruggerlo usando i Minimario.

Stazione d'elevazione: eleva il tuo Minimario per raccogliere tutte le monete.
Un tubo con un Minimario sopra, evitando i nemici bisogna raccogliere quante più monete possibili.



Ogni minigioco presenta tre livelli, ma inzialmente solo il primo livello è sbloccato. Tutti gli altri si possono ottenere proseguendo nel gioco principale e guadagnando stelle (tramite la raccolta delle monete speciali). È una modalità di puro divertimento, un mero passatempo, l'unica sfida è rappresentata dal superamento del punteggio migliore.

Crea e condividi

Una modalità presente fin dal secondo capitolo di Mario vs. Donkey Kong. È possibile creare i propri livelli e pubblicarli online per renderli disponibili all'intera community, e ovviamente vale anche il contrario, si possono scaricare nuovi livelli per ore e ore aggiuntive di divertimento. In questa serie la community di fans è sempre stata molto attiva, i livelli creati sono veramente tanti con difficoltà variabile. Un'aggiunta veramente gradita, considerando che i livelli standard del gioco sono già in numero abbastanza elevato.

Collezione di giocattoli

Proseguendo nel Gioco principale e guadagnando stelle, si potranno sbloccare tutti i Mini presenti all'interno di Mario and Donkey Kong: Minis on the Move. Potrete visualizzarli in questa sezione e, se siete maniaci delle pulizie, spolverarli ogni giorno. Infatti i Mini tenderanno ad impolverarsi fino a rimanere del tutto immobili, tramite l'uso del touch screen basterà una bella strofinata per renderli nuovamente vitali.


Realizzazione tecnica


Senza dubbio la parte più deludente di Mario and Donkey Kong: Minis on the Move.

In realtà non è che graficamente sia pessimo, tutt'altro. Purtroppo l'attività di gioco è divisa in due: sullo schermo superiore c'è il livello tridimensionale vero e proprio, sul touch screen c'è la mappa bidimensionale (vista dall'alto) con cui il giocatore dovrà interagire fisicamente. Durante il gioco è impossibile guardare lo schermo superiore, tutta l'attenzione è concentrata sulla mappa dove occorre fisicamente inserire o modificare le mattonelle al fine di formare il giusto percorso. Guardare lo schermo superiore è inoltre controproducente perché limita la visione di alcune aree, ad esempio possono essere presenti blocchi che non permettono di capire se e quale mattonella ci sia dietro. Probabilmente anche per questo l'effetto 3D è ridotto al minimo: si nota chiaramente, ma non affascina e non rende quella profondità propria di altri best sellers.


Conclusioni


Esiste una serie capace di cambiare stile di gioco più volte e al tempo stesso mantenere lo stesso appeal verso gli amanti del genere? Sì, e questa serie si chiama Mario vs. / and Donkey Kong.

Cambiano gli interpreti (prima Mario - poi i Mini), cambia il genere (da platform / puzzle a semplice puzzle game), cambia lo stile di gioco (prima controllo diretto sul personaggio - ora controllo diretto sul percorso), eppure tutti coloro che hanno adorato i precedenti capitoli resteranno senza dubbio soddisfatti anche da questa nuova incarnazione. Il gioco perde in vivacità, bisogna ammetterlo. Il senso di sfida, però, rimane invariato e i livelli avanzati daranno filo da torcere anche ai più esperti. Graficamente un passo indietro e nessuna trama, ma diverse modalità di gioco per soddisfare ogni tipo di giocatore amante del genere puzzle. Pezzo forte senza dubbio il prezzo, al lancio su eShop di soli 9,99€. Ebbene sì, con il Gioco principale che dura circa 15-20h (a seconda del livello del giocatore) e tante altre modalità da scoprire, il prezzo risulta non solo appropriato, ma anche conveniente.

Per giudicare al meglio Mario and Donkey Kong: Minis on the Move bisogna essere amante dei puzzle games, in certi frangenti occorre veramente pazienza. In generale, però, se vi è piaciuta la serie Mario vs. Donkey Kong non faticherete ad apprezzare il nuovo Mario and Donkey Kong. Se non avete mai giocato ad uno dei precedenti capitoli, questo non è il miglior gioco per iniziare, ma troverete di certo soddisfazione nei tanti e tanti livelli qui proposti.



Pro
+ Tante ore di divertimento
+ Puzzle bilanciati per principianti ed esperti
+ Diverse modalità di gioco
+ Ampia comunità per la creazione di tanti nuovi livelli
+ Prezzo conveniente


Contro
- Sparita la componente platform
- Schermo superiore inutile
- Effetto 3D minimo
- Solo su eShop


VOTO FINALE: 8


Recensione scritta da rdaelmito per GBArl.it.
La riproduzione della stessa, senza il consenso dell'autore, è severamente vietata al di fuori di GBArl.it e Go!PSP.it.
 Go to the top of the page
 
+Quote Post

Closed TopicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: Mon 23 January 2017- 15:45

.: GBArl.it :. Copyright © 2003-2015, All Rights Reserved.
Loghi, documenti e immagini contenuti in questo Sito appartengono ai rispettivi proprietari,
e sono resi pubblici sotto licenza Creative Commons

Creative Commons License
.::.